• BANNER-mastermind.png
  • osmcoin promo
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • valentini desktop
  • desktop barbagallo
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • bella vita cinzia
  • gh dubai desk
  • carlo partipilo
  • gh garda dektop
  • guru jobs
  • BANNER-virtual-coac.png
  • medical
  • giro in mongolfiera desktop
  • augurale desktop
  • polidori
  • BANNER-osmcoin.png
  • gh dubai mob
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • sogi
  • barbagallo mobile
  • banner medical mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • sogi
  • polidori
  • guru mobile
  • augurale mobile
  • giro in mong mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • osmcoin promo mobile
  • gh Garda
  • Valentini mobile
  • carlo partipilo

Un Brand Milionario a soli 28 anni: la storia di Giorgia Accolla

brand
Segui Francesca Capuzzo
( 6 Followers )
X

Segui Francesca Capuzzo

E-mail :*

“Quando abbiamo deciso di creare questo brand, molte persone ci hanno detto che sarebbe stato impossibile e che non ce l’avremmo mai fatta, ma noi non ci siamo arresi. 

È stato molto difficile, soprattutto perché era la nostra prima azienda e dovevamo affrontare situazioni nuove e sconosciute. Non avevamo una strada spianata e ogni problema dovevamo risolverlo con determinazione e perseveranza. 

Nonostante tutte le difficoltà, però, il nostro brand ha avuto grande successo.”

Giorgia Accolla

Questa è la storia di Giorgia Accolla, una giovane imprenditrice che ha trasformato l’incertezza in successo. La sua è una storia di perseveranza e adattabilità, di sogni che si trasformano e di mete raggiunte passo dopo passo.

Giorgia è la prova che, con una buona dose di determinazione, si può arrivare ovunque, sconfiggendo ogni paura, compresa la timidezza. 

Ma ora lasciamo spazio a Giorgia e alla sua storia!

Giorgia raccontaci un po’ della tua storia: come sei arrivata fino a qui?

Per molto tempo non sapevo quale fosse la mia strada o cosa volessi fare da grande. Ho cambiato idea tantissime volte. 

Non ero di certo come quei bambini che a 10 anni sanno già cosa fare della loro vita! Anzi, sono sempre stata molto camaleontica: prima volevo fare il commissario di polizia, poi l’avvocato, la criminologa, e persino l’attrice. Insomma, cambiavo spesso idea. 

La mia infanzia è stata piuttosto normale; la mia famiglia non era né povera né ricca e i miei genitori sono persone comuni che hanno sempre lavorato duramente. 

Sono molto legata alla mia famiglia, seppur i miei genitori mi spingessero a seguire le orme di mio fratello, che fin da piccolo aveva il sogno di diventare medico e ora, infatti, sta per laurearsi in medicina. Io, invece, ero considerata la pecora nera della famiglia perché non avevo le idee chiare e cambiavo spesso direzione, come dicevo prima. 

Mia madre insisteva perché anche io prendessi una decisione, preferibilmente nel campo sanitario, e voleva per me una carriera stabile e sicura. Ma io, fin dall’inizio, ho sempre detto chiaramente di non voler intraprendere quella strada e di non voler avere un capo sopra di me.

Poi, durante il liceo, ho deciso di espormi e di aprire un profilo su Instagram e Facebook nel quale pubblicavo semplicemente delle foto. Con il tempo, ho notato di avere un certo riscontro e che stavo creando una sorta di community grazie a ciò che condividevo. Così ho imparato a comunicare tramite i social, a costruirmi un seguito e ad espormi nonostante fossi una ragazza molto timida. Questo mi ha aiutato molto quando poi, un po’ di tempo dopo, ho creato il mio brand.

Passato un po’, infatti, ho deciso, insieme al mio compagno e socio Andrea, di aprire un brand nel settore beauty. Ti parlo di Andrea perché ogni passo di questo percorso è stato condiviso fin dall’inizio con lui. Io sono la parte più esposta, mentre Andrea lavora “dietro le quinte”. Ogni azione e decisione, però, è sempre stata presa insieme a lui. Andrea mi ha dato una grande forza, perché avere il supporto di qualcuno che condivide la tua visione e che non ti giudica mai è fondamentale. Abbiamo preso una decisione coraggiosa, è vero, ma eravamo in due, e questo mi ha sempre rassicurato in ogni scelta.

Quando abbiamo deciso di creare questo brand nel settore beauty, molte persone ci hanno detto che sarebbe stato impossibile e che non ce l’avremmo fatta, ma noi non ci siamo arresi. 

È stato molto difficile, soprattutto perché era la nostra prima azienda e dovevamo affrontare situazioni nuove e sconosciute. Non avevamo una strada spianata e ogni problema dovevamo risolverlo con determinazione e perseveranza. Nonostante tutte le difficoltà, però, il nostro brand ha avuto grande successo. Oggi non siamo presenti solo online tramite il nostro ECOMMERCE, ma anche in punti vendita fisici di prestigio come Rinascente, OVS, Pinalli, Esselunga (Esserbella), Naima Griffe…

Siamo quindi arrivati ad un punto in cui il brand ha avuto successo e lì abbiamo capito che era arrivato il momento di evolvere e dedicarci a qualcosa di nuovo. Così, abbiamo deciso di avviare una seconda azienda, la nostra azienda di formazione e consulenza, con lo scopo di aiutare altre persone a creare il proprio brand di successo, come io e Andrea abbiamo fatto.

Cosa vi ha spinto a non concentrarvi più esclusivamente sul vostro brand e a dedicarvi ad aiutare altre persone a creare il proprio?

Perché sentivamo il bisogno, anzi la missione, di aiutare persone come noi. Durante la creazione del nostro brand, abbiamo dovuto sbattere molte volte la testa, affrontare tante difficoltà e commettere errori senza avere nessuno che ci guidasse. 

Non vogliamo che altre persone debbano più affrontare le nostre stesse difficoltà senza supporto. Per questo abbiamo deciso di dedicarci ad aiutare chi si trova nella situazione in cui anche noi ci trovavamo, offrendo percorsi di consulenza per chi sta creando o ampliando il proprio brand. 

Noi siamo esperti in vendita online, pubblicità, acquisizione costante di clienti, differenziazione aziendale nel mercato, definizione di strategie e comunicazione efficace. Per questo possiamo aiutarti non solo a creare, ma a far crescere costantemente il tuo brand.

Personalmente credo che oggi tutto sia vendibile; la vera sfida è mantenere i tuoi prodotti e il tuo brand rilevanti nel lungo termine. Per questo, offriamo un percorso imprenditoriale completo che non si limita alla vendita del singolo prodotto, ma si concentra sulla creazione di una vera e propria azienda attorno al brand. Non si tratta solo di vendere, ma di prendere decisioni imprenditoriali strategiche: stabilire priorità e la strategia di comunicazione, decidere cosa delegare e cosa internalizzare… Noi accompagniamo le persone nel prendere decisioni fondamentali, guidandole passo dopo passo. Io stessa avrei avuto tanto bisogno di una figura del genere quando stavo iniziando, per questo sentiamo di dover aiutare persone che come noi non avevano idea di come muoversi in questo mondo nuovo.

Io e Andrea abbiamo unito le nostre competenze, creando una sinergia che funziona molto bene. Grazie a questo, siamo riusciti a sviluppare un sistema replicabile per la creazione e gestione di un brand, che è accessibile a tutti. I nostri clienti, infatti, non solo riescono a vendere i propri prodotti e servizi online, ma anche a entrare in retail fisici, proprio come abbiamo fatto noi. 

Questo successo non dipende dai contatti, perché se anche io ti fornissi il contatto dell’amministratore delegato del reparto sviluppo e prodotto di Rinascente, non concluderesti nulla se il tuo brand non fosse solido e affidabile. Io e Andrea, invece, condividiamo con i nostri studenti tutte le strategie che hanno funzionato per noi, spiegando loro esattamente come farsi notare e superare la concorrenza.

Grazie a questo, anche i nostri studenti hanno raggiunto grandi traguardi, entrando gradualmente nei negozi fisici con proposte interessanti. Due dei nostri clienti, ad esempio, appena un mese dopo aver creato il loro brand, sono stati contattati dalla famosa serie “Mare Fuori” per far indossare i loro prodotti a tutti gli attori del cast. 

Come hai mosso i primi passi nel tuo percorso online? Quali consigli daresti a un giovane che sta iniziando ora con un’attività simile alla tua?

Oggi ci sono moltissime persone che insegnano o condividono contenuti sui social, creando un vero e proprio marasma di informazioni. L’online non ha più le barriere di una volta, quindi è più facile entrarci e proprio per questo motivo un mio consiglio è sicuramente quello di non fidarsi della prima persona che si incontra e che vuole insegnare questo tipo di lavoro, perché non è detto che sia affidabile. 

Poi, siccome molti evitano di esporsi online perché temono il giudizio degli altri, un altro consiglio che mi sento di dare è di fregarsene del giudizio altrui. Mi sono resa conto che le persone, anche quelle a noi più vicine, ci criticheranno sempre, ma spesso lo fanno in buona fede, preoccupandosi per noi.

La mancanza di conoscenza o competenza porta le persone a giudicare, ma, ripeto, spesso lo fanno solo per proteggerci, anche se per noi è molto fastidioso. 

Siccome, però, anche se non lo fanno con cattiveria, queste persone ci fanno sentire tristi, stressati e appesantiti, bisogna affrontare la situazione. Per risolvere questa cosa, se possibile, evita quindi di parlare con chi ti giudica costantemente e ti mette di cattivo umore. Se invece non puoi evitare del tutto queste persone, smetti semplicemente di parlare con loro di questi argomenti. Continua a perseguire i tuoi obiettivi senza condividere troppo con chi sai che ti criticherà. So che all’inizio avrai bisogno di motivazione, ma anche se le persone intorno a te ti remano contro non puoi fermarti a causa loro. Vai avanti lo stesso senza dire nulla a nessuno e vedrai che farai grandi cose.

Un ultimo consiglio che dò è questo: se sei interessato a ottenere qualcosa che una certa persona ha già ottenuto, devi andare da quella persona a capire come ci è riuscita. Magari lei non ti darà la formula magica per il successo, ma anche un piccolo dettaglio, una semplice virgola, potrebbe davvero fare la differenza per te.

Com’è vivere l’esperienza di una società lavorativa con il proprio partner in giovane età?

Andrea e io abbiamo due caratteri molto diversi che si completano a vicenda. Fin dall’inizio, abbiamo deciso di occuparci di aree diverse e penso sia un’azione vincente. Poi ovviamente le decisioni in azienda le prendiamo sempre insieme. 

Non abbiamo mai avuto grandi discussioni a livello lavorativo e andiamo molto d’accordo. Quando qualcosa che fa lui mi infastidisce, o viceversa, me lo segno e ne parliamo quando siamo soli, in modo da venirci incontro e non ripetere l’azione. In generale, ci comportiamo sempre in modo maturo e ci supportiamo sempre, il che ci aiuta a prendere decisioni in armonia e a vivercela al meglio. Se sei in società con una persona di cui ti fidi e con cui ti senti libera e a tuo agio può solo andare bene!

Qual è il tuo grande sogno? Dove ti immagini tra qualche anno?

Un obiettivo importante è aumentare le nostre catene retail, magari anche con l’introduzione di nuovi prodotti. Nei prossimi cinque anni, mi piacerebbe vedere il nostro brand presente nel maggior numero di negozi fisici possibile, diffondendoci capillarmente in tutta Italia e tappezzando il paese di nostri rivenditori!

Un altro mio grande sogno è rientrare nella lista dei Forbes Under 30. Inoltre, desidero avere lo stesso impatto con un brand di abbigliamento come quello che ho ottenuto con il mio attuale brand di beauty. So che nella moda la logistica è fondamentale e le tendenze cambiano rapidamente, il che mi spaventa un po’, ma mi piacerebbe davvero creare il mio brand di abbigliamento perché è sempre stata una mia passione. Questo è un progetto per il futuro, visto che ora sono impegnata in altri progetti, ma è sicuramente un mio sogno nel cassetto.

Poi, a livello aziendale, vorrei ampliare il nostro team e le nostre attività, coinvolgendo sempre più collaboratori e studenti per aiutarli a creare e ampliare i loro brand. In più, vorrei espandere i nostri uffici e avere una sorta di quartier generale su due piani, con uffici panoramici, postazioni moderne e una sala dedicata alla registrazione di contenuti, sia outdoor che indoor.

Questi sono solo alcuni dei miei sogni professionali, ma ne ho molti altri anche a livello personale. Sono una grande sognatrice!

Cosa consiglieresti a un ragazzo che esita ad avviare la sua attività a causa delle critiche altrui o semplicemente perché non sa da dove cominciare?

“Per aspera ad astra”, che è una frase latina spesso usata come motto o incitazione, e significa “attraverso le difficoltà fino alle stelle”

Questo perché è affrontando tutte le sfide, le difficoltà, i giudizi altrui e le influenze dell’ambiente circostante che possiamo raggiungere i nostri sogni. Se hai un obiettivo o un sogno, anche se ti sembra impossibile, non metterlo da parte. Ogni giorno cerca di avvicinarti a questo, passo dopo passo, e non smettere mai di lavorarci.

Una cosa che ho notato, sia nel lavoro che in altri ambiti della vita, come per esempio nell’allenamento, è che le persone hanno molta fretta di raggiungere certi obiettivi e pretendono di vedere subito i risultati. Ahimè, nella vita non funziona così. 

In palestra, non otterrai muscoli e addominali scolpiti dopo una settimana, ma se ti alleni costantemente, anche solo 30 minuti 3-4 volte alla settimana per un anno, i risultati arriveranno eccome! È lo stesso per tutto: non puoi aspettarti di raggiungere i tuoi sogni in una settimana. Devi essere paziente, non arrenderti di fronte alle difficoltà, e continuare a perseguire il tuo sogno finché non lo realizzi. Prima o poi ci riuscirai. Quindi attraversa le difficoltà, non arrenderti e non abbandonare mai i tuoi sogni. Vedrai che ne varrà la pena!

Segui Francesca Capuzzo
( 6 Followers )
X

Segui Francesca Capuzzo

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • carlo partipilo
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • gh Garda
  • giro in mong mobile
  • banner medical mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • augurale mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • sogi
  • gh dubai mob
  • guru mobile
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • sogi
  • polidori
  • Valentini mobile
  • barbagallo mobile
Avatar photo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

funnel
Gen Z

La Generazione Z sta trasformando il funnel di vendita

La Generazione Z ha creato un nuovo modello di funnel di vendita, trasformandolo in un ciclo continuo che mette le persone e la community al centro.

Questo è un dato fondamentale che ogni brand dovrebbe conoscere!

Continua a leggere
ristorazione
Gen Z

Come farsi strada nel mondo della ristorazione se sei giovane: i consigli di Roberta Quinz

Sei un ragazzo e hai appena iniziato a lavorare in un ristorante?

Sei giovane e sei interessato al mondo della ristorazione?

Hai il sogno di aprire il tuo ristorante?

Allora devi proprio leggere l’intervista di Roberta Quinz, imprenditrice nel settore della ristorazione.
Oggi Roberta, che ha iniziato la sua carriera nella ristorazione a soli 12 anni, ci parlerà di come un giovane dovrebbe comportarsi quando si affaccia al mondo della ristorazione.

Continua a leggere
aziende
Gen Z

Come diventare irresistibile per le aziende se sei giovane

Abbiamo visto più volte in questa rubrica come le aziende possono attrarre i giovani talenti.

Oggi, però, voglio esplorare con te l’altro lato della medaglia. Parlerò infatti di cosa cercano le aziende nei ragazzi e di come possono i giovani rendersi attrattivi per le aziende.

Continua a leggere