• guru jobs
  • desktop barbagallo
  • giro in mongolfiera desktop
  • medical
  • polidori
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • gh dubai desk
  • valentini desktop
  • BANNER-mastermind.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-virtual-coac.png
  • osmcoin promo
  • carlo partipilo
  • augurale desktop
  • gh garda dektop
  • bella vita cinzia
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • osmcoin promo mobile
  • banner medical mobile
  • sogi
  • Valentini mobile
  • gh Garda
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • guru mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • polidori
  • barbagallo mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • sogi
  • giro in mong mobile
  • augurale mobile
  • gh dubai mob
  • carlo partipilo

Trading Immobiliare: partire da zero fino a diventare un investitore di successo

Segui Andrea Vendola
( 0 Followers )
X

Segui Andrea Vendola

E-mail :*

Intervista a Andrea Vendola

Investire “nel mattone” è da sempre una scelta sicura: ci sarà sempre qualcuno che avrà bisogno di una casa dove vivere, soprattutto in Italia dove è radicata la cultura di una casa da acquistare per andarci a vivere. Inoltre parliamo di un asset tangibile e di un mercato che sarà sempre tra i più stabili.

Con queste parole, Andrea Vendola, Founder di AV Group, esperto di investimenti immobiliari e con un’attività di successo nel settore che opera già in cinque città in Italia, ci introduce la sua storia e del perché ha iniziato ad investire negli immobili, anche tu come lui puoi diventare un grande investitore nell’immobiliare!

“Fare investimenti immobiliari significa occuparsi anche di riposizionamento e riqualificazione immobiliare del territorio, dando una seconda vita a un vecchio appartamento”

Come hai conosciuto quell’investimento? Quando hai iniziato? Cosa ti ha attratto?

Ho iniziato la carriera di investitore immobiliare quasi per gioco, durante gli studi universitari al Politecnico di Torino. In quel periodo, vivendo da vicino la realtà dello studente universitario, mi sono reso conto delle numerose difficoltà che i miei compagni fuori sede si trovavano a fronteggiare nel trovare una stanza confortevole in cui vivere.

Lo scenario che molti di loro si trovavano davanti comprendeva un triste mix di mobili della nonna e zero comfort, senza contare l’onere di dover spesso e volentieri acquistare loro stessi l’arredamento o magari tinteggiare le camere. Ho osservato attentamente questa realtà, e più mi confrontavo con i miei compagni e ascoltavo le loro esigenze, più iniziavo ad individuare sempre più chiaramente una nicchia di mercato.

Sapevo che circa il 60% degli studenti del Politecnico di Torino era rappresentato da fuori sede, dunque i numeri erano dalla mia parte; mettendo insieme queste consapevolezze con la mia già esistente passione per il settore immobiliare, un po’ di creatività e un buon fiuto per gli affari, ho realizzato che davanti a me avevo un’opportunità dal grande potenziale: investire in immobili e metterli a reddito a studenti.

Era il 2009 avevo solo 19 anni e, a quel punto, mi trovavo con una buona idea, tanta voglia di fare e di arrivare, ma nessuna reale conoscenza imprenditoriale.

Potevo vedere davanti a me la linea del traguardo ma non avevo ancora gli strumenti per tracciare la strada che mi ci avrebbe portato. Nel 2013 a soli 23 anni, dopo molti sacrifici, riuscii a posare il primo mattone della mia strada, acquistando il primo appartamento da affittare ad alcuni compagni dell’università e iniziando sin da subito a offrire un servizio all-inclusive.

L’iniziativa fu accolta con entusiasmo e lì ottenni la conferma che non solo la mia idea era valida, ma che aveva ancora più potenziale di quanto avevo immaginato. Per arrivare all’obiettivo che stavo iniziando a costruire nella mia mente, tuttavia, avevo ancora bisogno di tempo e, soprattutto, di esperienza imprenditoriale.

Nei successivi anni, dopo centinaia di libri letti e decine e decine di corsi di formazione a cui ho partecipato, il mio bagaglio di conoscenze ed esperienze si arricchiva, il mio grande progetto iniziava a prendere corpo. In quel periodo continuai a investire sulla mia idea e arrivai ad avere quattro immobili di proprietà da affittare più uno in gestione di un investitore.

A quel punto, decisi che i tempi erano maturi per alzare l’asticella; ero arrivato a comprendere che il rapporto costi benefici, soprattutto in termini di tempo di payback, dell’affitto, non erano abbastanza soddisfacenti, e così decisi di dedicarmi anche alla compravendita, così da capitalizzare ancora più velocemente il mio investimento.

Nel 2018, la mia strada contava sufficienti mattoni per convincermi a compiere il passo successivo: ero pronto per iniziare a camminare da solo. La naturale evoluzione di questo processo fu fondare la mia società. Esattamente in quell’anno nacque AV Group, azienda che oggi si occupa a tempo pieno di investimenti immobiliari con un focus su tre diversi ma altrettanto importanti ambiti: la compravendita immobiliare e la messa a reddito. Qualche anno dopo, precisamente nel 2020, mi sono affacciato anche al mondo della formazione, dove ogni anno insegno a un élite molto ristretta come fare investimenti immobiliari e come crescere in questo settore.

Oggi, nel 2023 il gruppo conta 12 dipendenti e siamo operativi in cinque città italiane (Torino, Bari, Alberobello, Lecce, Livorno, Genova) e nei prossimi mesi aggiungeremo la sesta!

Perché ho investito in quel prodotto/investimento?

Vivo la scelta di investire in questo settore non tanto come un modo per diversificare le mie entrate, ma come uno stile di vita, il mio core business. Gli investimenti immobiliari sono il mio pane quotidiano.

Ma cosa significa quindi fare investimenti immobiliari?

Si può riassumere in tre step:

Compro – ristrutturo – rivendo (nel caso del trading immobiliare) oppure compro- ristrutturo – affitto (nel caso della messa a reddito).

Questo per me significa “creare valore”: dare una seconda vita al patrimonio immobiliare italiano obsoleto/dismesso/invenduto, donandogli una nuova veste e ovviando all’eccessiva cementificazione.

Ho scelto di investire in questo settore perché ho sempre avuto una forte passione per ciò che chiamiamo “casa”, considerata tradizionalmente un bene rifugio. Per questo sono convinto che specialmente in Italia, dove il 70,8% delle famiglie è proprietario della casa in cui vive, ci sarà sempre mercato per chi, come me, fa investimenti immobiliari. Ne parlo in modo approfondito nel mio libro “Numero Primo” dove racconto tutta la mia storia e la mia filosofia.

Che risultato ho ottenuto?

Oggi con il mio team siamo arrivati a gestire centinaia e centinaia di operazioni di trading, dal trilocale sino a intere palazzine, generando un rendimento medio annuo di oltre il 53%, per un valore complessivo delle transazioni ad oggi di oltre 16 milioni di euro e oltre 7.500 mq riqualificati.

Con gli investimenti a reddito, siamo arrivati a gestire circa 100 stanze, tra quelle di proprietà e di investitori sulla sola città di Torino, generando un ritorno medio annuo che va dal 7 al 11%.

Come si fa a farlo?

Per investire nell’immobiliare le strade sono principalmente due: la prima è quella di farlo in prima persona, la seconda è quella di affidarsi ad investitori professionisti (non improvvisati), a cui affidare i propri capitali in modo che possano rendere in modo automatico.

Da ricordare sempre che meglio il 10% di 100 che il 100% di 1, l’unione fa la forza sempre.

Se iniziassi ad investire ora, in cosa investiresti?  Qual è il budget minimo da investire per un buon risultato?

Per investire nell’immobiliare non c’è una cifra minima definita, in quanto varia in base a molteplici fattori, ad esempio, la città in cui ci troviamo, la dimensione dell’immobile e davvero molto altro… ma se dovessi indicare un numero direi a partire da circa 100.000€, soprattutto per quelle persone che non hanno esperienza e formazione alle spalle.

Molte persone si affidano a noi in quanto hanno già un’impresa o un lavoro alle spalle e non hanno tempo e voglia da dedicare per acquisire le competenze per poter investire nell’immobiliare, ribadisco che non è un settore dove ci si puó improvvisare.

Per partecipare alle nostre operazioni immobiliari in giro per l’Italia, abbiamo una soglia di ingresso minima di 50.000 €, e grazie a contratti studiati ad hoc e strutture societarie che lo permettono, i capitali non sono investiti in un’unica operazione, ma in molteplici dando così la possibilità di diversificare, riducendo drasticamente il margine d’errore. Ad oggi abbiamo il 100% di clienti soddisfatti.

Che cosa non si dovrebbe fare?

Gli errori che si possono evitare sono diversi:

1. Improvvisazione

Se vuoi fare una cosa fatta bene, se vuoi riuscire in quello che fai, non c’è spazio per l’improvvisazione. Vedo tante persone convinte che tutti possano fare investimenti immobiliari, ma in pochi riescono davvero a fare numeri. Questo perché c’è l’arrogante presunzione di credere che non abbiamo bisogno di nessuno, ma la realtà è diversa, perché in questo settore dove l’esposizione finanziaria è molto alta, il rischio di farsi male è direttamente proporzionale.

Quindi studiare, studiare e ancora studiare!!! Ancora meglio trovare un mentore che ha fatto dei numeri, e seguirlo pedissequamente!

2. Avere paura di fallire

Non c’è niente che non si possa realizzare. La paura di fallire spesso ci blocca, ma è una cosa sbagliata. Non bisogna MAI smettere di volere qualcosa, ma lavorare piuttosto sul giusto mindset per ottenere e manifestare sempre tutto ciò che si desidera. Se comunque fallirai, non avrai realmente perso, ma avrai imparato una lezione che ti farà fare meglio la prossima volta.

3. Ascoltare gli altri

Qualunque cosa farai nella tua vita, ci sarà sempre qualcuno pronto a dirti che non è possibile. In parte non dipende da loro, ma dalle credenze limitanti che gli sono state trasmesse per tutta la vita.
Se loro non riescono, allora tu non ci riuscirai. Qui entra in gioco la testa, è lei che ti fa continuare a lottare quando sei stanco e non hai le forze.

Attenzione! Ci sarà sempre qualcuno che invece dovrai ascoltare, e saranno SOLO quelle persone che hanno le carte in regole per farlo, per esempio, chi sa fare impresa, chi sa far girare i soldi, ma non ascoltare mai chi nella vita non ha capito nulla sui soldi!

Andrea Vendola

Se l’articolo ti ha incuriosito e desideri avere maggiori informazioni, richiedi una consulenza con Andrea, compila il form di contatto!

Andrea Vendola
Founder AV Group
Sito web
Pagina Linkedin
Pagina Facebook

a cura di Aline Improta

Segui Andrea Vendola
( 0 Followers )
X

Segui Andrea Vendola

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • giro in mong mobile
  • osmcoin promo mobile
  • banner medical mobile
  • sogi
  • augurale mobile
  • gh Garda
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • sogi
  • barbagallo mobile
  • polidori
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • guru mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • Valentini mobile
  • carlo partipilo
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • gh dubai mob

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

consulenza finanziaria indipendente
Investimenti

Consulenza finanziaria indipendente – Cos’è e perché serve? – con Gianluca Barbagallo

Nell’intervista di oggi, esploreremo insieme a Gianluca Barbagallo di Prometeo investing il mondo della consulenza finanziaria indipendente: cos’è, perché è essenziale, e quali sono i principali servizi offerti da un consulente autonomo.

Continua a leggere
capitalizzare il patrimonio
Investimenti

Come capitalizzare il patrimonio?

Per un imprenditore, sapere come capitalizzare il patrimonio è essenziale per assicurare una crescita continua e sostenibile alla sua attività.

Oggi ne parliamo con Felipe Orrego.

Continua a leggere
pianificazione successoria
Investimenti

L’importanza di una pianificazione successoria e patrimoniale – con Gianluca Barbagallo

La pianificazione successoria è un tema di cruciale importanza per chiunque desideri assicurare un futuro sereno ai propri eredi e preservare il proprio patrimonio. 

Ne parlo con Gianluca Barbagallo.

Continua a leggere