• BANNER-mastermind.png
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • medical
  • osm artigiani piu utili
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • bella vita cinzia
  • osmcoin promo
  • BANNER-virtual-coac.png
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • guru jobs
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Telefono: a che età è giusto darlo ai figli?

telefono e social
Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Una delle questioni più spinose che la modernità ci pone: quando è il momento giusto per introdurre i figli al mondo del telefono?

Nel tumulto della nostra vita quotidiana, mentre ci ritroviamo a risolvere problemi, prendere decisioni, gestire team e incontrare clienti, cercando sempre di trovare un equilibrio tra lavoro e famiglia, potremmo essere tentati di scendere a compromessi con i nostri figli riguardo all’utilizzo della tecnologia. 

Prima di andare avanti, voglio che tu faccia una pausa e pensi a questo: i social e i cellulari non sono baby sitter. Sì, lo so, può sembrare comodo. “Mio figlio è impegnato con il suo smartphone, ora posso concentrarmi su quella email”. 

Ma non è così semplice.

Come ogni decisione che riguarda l’educazione dei tuoi figli, dare loro un telefono ha delle implicazioni profonde. Non si tratta solo di un dispositivo; stai introducendo tuo figlio al vasto mondo di Internet e a tutte le sue sfaccettature.

I social non sono giocattoli

È facile sottovalutare l’impatto dei social media. Per te, potrebbero essere strumenti di lavoro o piattaforme per rimanere in contatto con amici e colleghi. 

Ma per un giovane, i social rappresentano una foresta intricata di emozioni, pressioni e nuove dinamiche sociali. L’immagine, i “like”, i commenti, ogni elemento può costruire o distruggere la loro autostima.

L’effetto che possono avere su una mente giovane, in formazione, può essere devastante. Cyberbullismo, dipendenza da schermo, confronto costante e bisogno di approvazione, sono tutti rischi reali che i tuoi figli potrebbero affrontare.

Se ti interessa approfondire, abbiamo ampiamente trattato questi temi nel nostro blog Affrontare l’impatto dei social media sull’autostima dei nostri figli: intervista ad Andrea Giuliodori di EfficaceMente.

Telefoni e autonomia

Concedere un telefono potrebbe anche significare dare un senso di indipendenza. Ma chiediti: tuo figlio è veramente pronto per questo tipo di autonomia? 

C’è una grande differenza tra un dodicenne che vuole un telefono per giocare e uno che lo desidera per comunicare con te dopo le attività extrascolastiche.

Piuttosto che focalizzarti sull’età, considera la maturità e la responsabilità del tuo piccolo. Può gestire le pressioni dei social? Comprende i rischi della condivisione online?

Educare alla tecnologia

Nel momento in cui decidi che tuo figlio può avere un telefono, è fondamentale educarlo sull’uso responsabile del dispositivo. 

Parla con tuo figlio dei pericoli online e spiega, ad esempio, come alcune persone possono nascondersi dietro ad un profilo falso. Insegna loro a non condividere informazioni personali e a venire da te se qualcosa li preoccupa.

Ma il tuo compito va ben oltre l’istruirlo sui pericoli di Internet. Significa anche insegnare l’etichetta digitale, la gestione del tempo e la comprensione che la vita reale va vissuta al di fuori dello schermo.

Se decidi che è il momento giusto, inizia con dei passi piccoli. Opta per un telefono con funzionalità limitate, che gli permette di chiamare e inviare messaggi, ma niente social o app. Questo gli darà l’opportunità di abituarsi al dispositivo senza le distrazioni e i rischi di Internet.

Limiti e responsabilità

Incoraggia l’uso responsabile stabilendo limiti chiari. Ad esempio, nessun telefono durante i pasti o dopo una certa ora serale. Inoltre, fai capire che possedere un telefono è una responsabilità: se lo rompe o lo perde, dovrebbe contribuire, magari con la paghette, alle spese per ripararlo o sostituirlo.

Il tuo ruolo come modello

È essenziale che tu dia l’esempio. Se passi ogni momento libero a fissare lo schermo, non puoi aspettarti che tuo figlio faccia diversamente. Stabilisci momenti in cui tutta la famiglia si “scollega”, come durante i pasti o prima di andare a letto. Questi momenti di qualità vi aiuteranno a rafforzare i legami familiari e a dimostrare che la vita non ruota attorno al telefono.

Riflessioni finali

Un telefono, nelle mani di tuo figlio, può diventare sia una finestra spalancata sul mondo che una porta chiusa verso l’esterno. L’essenza risiede nell’equilibrio: permettere a tuo figlio di esplorare il digitale, ma garantire anche che rimanga radicato nella realtà tangibile che lo circonda.

Come imprenditore, sai meglio di chiunque altro l’importanza delle scelte ponderate, della visione strategica e del sapersi adattare alle evoluzioni del mercato. Queste capacità sono le stesse che, come genitore, ti chiedono di orientare e guidare tuo figlio nell’era digitale.

La sfida più grande non è soltanto tenere il passo con le innovazioni tecnologiche, ma anche impartire saggezza, responsabilità e discernimento ai giovani che crescono in un mondo saturo di informazioni e stimoli.

Sì, il digitale ha il suo fascino, e i social possono essere fonti inesauribili di apprendimento e connessione. Tuttavia, come ogni strumento, la loro utilità dipende dalla mano che li guida. 
Ecco dove entra in gioco la tua esperienza e la tua intuizione. Scegli con saggezza, educa con amore e guiderai tuo figlio verso un futuro sicuro e brillante nel mondo digitale.

Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gestione dei soldi all'interno della coppia
Genitori ed Education

Gestione dei soldi all’interno della coppia – con Sonia Canal

Chi non si è mai chiesto se sia possibile conciliare serenamente la gestione dei soldi all’interno della coppia? Ne parliamo con Sonia Canal.

Continua a leggere
fare squadra tra genitori
Genitori ed Education

Fare squadra tra genitori e coinvolgere il coniuge nella vita imprenditoriale – Intervista a Barbara Cattani

Davvero è possibile fare squadra tra genitori e coinvolgere il coniuge nella vita imprenditoriale? Ne parliamo con Barbara Cattani, CEO di OSM.

Continua a leggere
aiutare un figlio che va male a scuola
Genitori ed Education

Come aiutare un figlio che va male a scuola – Intervista a Elena Cavani

In questa intervista con Elena Cavani, abbiamo esplorato modi pratici per comprendere e  aiutare un figlio che va male a scuola. 

Continua a leggere