• bella vita cinzia
  • polidori
  • BANNER-osmcoin.png
  • barbagallo mobile
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • valentini desktop
  • guru jobs
  • giro in mongolfiera desktop
  • BANNER-mastermind.png
  • carlo partipilo
  • BANNER-virtual-coac.png
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • desktop barbagallo
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • osmcoin promo
  • medical
  • carlo partipilo
  • sogi
  • giro in mong mobile
  • Valentini mobile
  • polidori
  • banner medical mobile
  • sogi
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • barbagallo mobile
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • osmcoin promo mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png

Quanto ti costa non avere una holding?

holding
Segui Francesca Turriciano
( 14 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Una delle soluzioni che sta guadagnando popolarità per i suoi numerosi vantaggi, soprattutto in termini di gestione fiscale e patrimoniale, è la costituzione di una holding. 

Ma quali sono i reali benefici di tale scelta e cosa si rischia lasciando le cose come stanno?

Per rispondere a queste domande e offrire una panoramica dettagliata sull’argomento, abbiamo il piacere di intervistare Giovanni Canzano, esperto di strategie aziendali presso Partner d’Impresa

La nostra conversazione toccherà temi cruciali come i vantaggi fiscali, la gestione del rischio, la pianificazione successoria e la soluzione di potenziali conflitti interni, gettando luce sulle implicazioni concrete di non avere una holding in termini di costi e opportunità mancate.

Scopriamo insieme a Giovanni quali strategie possono realmente fare la differenza nella gestione e nell’evoluzione delle imprese contemporanee.

Quali sono i principali vantaggi fiscali che le imprese possono ottenere attraverso l’istituzione di una holding?

Le società holding offrono una serie di vantaggi sia per le aziende che per gli investitori. Alcuni dei principali vantaggi includono: 

  1. Diversificazione del rischio: Le holding consentono agli investitori di diversificare il proprio portafoglio, riducendo il rischio complessivo attraverso investimenti in diverse industrie e settori. Del tutto evidente è come la struttura propria della holding consenta di relegare i rischi delle diverse attività economiche alle singole società partecipate. Ad esempio, in caso di attribuzione di alcuni beni alla holding (immobili utilizzati dalle società operative, marchi, brevetti ecc.), è possibile ridurre il rischio inerente ad un eventuale andamento negativo delle società controllate o partecipate, preservando tali beni da eventuali pretese dei creditori delle società controllate
  1. Efficienza fiscale: Le holding possono beneficiare di vantaggi fiscali attraverso l’ottimizzazione della struttura aziendale e la riduzione dell’imposta sul reddito. 
  1. Migliore gestione della liquidità e maggiore solidità finanziaria spendibile nei confronti del sistema bancario: la holding diviene un vero e proprio collettore della liquidità generata dal gruppo; i dividendi possono confluire al vertice della catena e ridiscendere verso le società a cui occorre liquidità. Inoltre, l’aggregazione connessa a tale tipologia societaria, genera una solidità finanziaria che chiaramente la favorisce nei confronti del sistema bancario.
  1. Gestione efficiente delle risorse: Le holding consentono una gestione efficiente delle risorse attraverso la supervisione e il coordinamento delle attività aziendali. 
  1. Continuità aziendale: Le holding possono favorire la continuità aziendale attraverso la pianificazione della successione e la gestione dei passaggi generazionali. 
  1. Creazione di filtri per gestire i conflitti tra i soci o per tenere unito un gruppo di soci: in tale tipologia di società, i possibili conflitti tra i soci, che, come noto, spesso conducono ad una compromissione dell’attività delle società partecipate, possono essere gestiti al “livello superiore” e, quindi, consentire la creazione di un vero e proprio filtro rispetto alle società operative sottostanti. La sua creazione, ancora, consente di esprimere un univoco indirizzo nelle assemblee delle società partecipate, nelle quali potrebbero anche esserci soci estranei al gruppo familiare o addirittura fondi di investimento.   
  1. Gestione unitaria della governance del gruppo: la creazione di una holding permette, chiaramente, di far entrare nelle assemblee delle società partecipate il proprio Consiglio di amministrazione e, quindi, di poterle gestire.
  1. Gestione ordinata di un passaggio generazionale: la creazione di una holding può anche essere utile per attuare una gestione ordinata del passaggio delle quote ai discendenti. Immediato, invero, è come risulta senz’altro più vantaggioso che certi fasi delicate della vita sociale vengano gestite dalla capogruppo, piuttosto che a livello delle singole società operative, sulle quali potrebbero ripercuotersi i problemi connessi a tale fase, con conseguenti influenze negative sull’attività di impresa.

Potresti spiegare in modo chiaro e semplice quali sono le implicazioni fiscali di avere una struttura di holding per la gestione delle aziende?

I principali vantaggi fiscali derivanti dalla costituzione di una holding sono:

  1. La possibilità di usufruire del regime della Participation Exemption (PEX): Esenzione fiscale sulle plusvalenze derivanti dalla vendita di azioni o quote, a condizione che siano rispettati certi requisiti come il possesso delle partecipazioni per almeno dodici mesi.
  1. L’utilizzo del consolidato fiscale: Opzione per consolidare la tassazione delle società di un gruppo, calcolando l’imposta sul reddito in modo unitario.  
  1. L’Iva di gruppo: Concentrazione degli obblighi fiscali relativi all’IVA da parte della società controllante per tutto il gruppo, consentendo di compensare posizioni creditorie e debitorie. 
  1. La possibilità di utilizzare i finanziamenti infragruppo: Possibilità di coordinare finanziamenti tra le società del gruppo, ottimizzando la pianificazione finanziaria e beneficiando di agevolazioni fiscali sugli interessi.
  1. Lo sfruttamento della tassazione agevolata sui dividendi: Possibilità di distribuire l’utile della società figlia alla società madre (Holding) pagando le imposte soltanto sul 5% dei dividendi che significa soltanto l’1,2% di tasse sui dividendi. In questo modo l’imprenditore si trova a gestire il risparmio in maniera più efficiente. In più subisce una tassazione che possiamo definire irrisoria, se pensiamo quanto costa la distribuzione degli utili.

In che modo una holding può favorire una migliore gestione del patrimonio aziendale e personale dal punto di vista fiscale?

Sfruttare la tassazione agevolata sui dividendi consente all’imprenditore di massimizzare la liquidità disponibile per nuovi investimenti da effettuare in attività che favoriscono l’accrescimento del patrimonio aziendale. Inoltre, nel caso di attribuzione di alcuni beni alla holding (immobili utilizzati dalle società operative, marchi, brevetti ecc.), l’imprenditore riduce il rischio inerente ad un eventuale andamento negativo delle società controllate o partecipate, preservando tali beni da eventuali pretese dei creditori delle società controllate.

Infine, quali consigli o suggerimenti daresti agli imprenditori che stanno valutando se istituire una holding per migliorare la loro situazione fiscale e patrimoniale?

Consiglierei di costituire una holding che acquisti partecipazioni in altre società operative. Questo permetterà di beneficiare di regimi fiscali agevolati sui dividendi provenienti da queste società. Inoltre, la holding può aiutare a gestire eventuali conflitti tra diverse componenti sociali, concentrandoli all’interno della holding stessa. Questo evita che i conflitti influenzino la gestione del patrimonio o interferiscano direttamente con le società operative controllate dalla holding.

Conclusioni

Nel corso di questa intervista con Giovanni Canzano, abbiamo esplorato la gamma di benefici che una holding può offrire alle imprese, dalla gestione efficiente delle risorse alla notevole ottimizzazione fiscale. La costituzione di una holding si rivela non solo una scelta strategica per la diversificazione e la protezione del patrimonio, ma anche un efficace strumento di pianificazione successoria e di gestione dei conflitti interni.

Se sei un imprenditore o gestisci un’azienda e vuoi comprendere meglio come una holding possa migliorare la tua situazione fiscale, patrimoniale o gestionale, ti invitiamo a contattare gli esperti di Partner d’Impresa.

Su cosa vorresti che scrivessimo? Manda una mail a redazione@imprenditore.info per farcelo sapere

Segui Francesca Turriciano
( 14 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • sogi
  • giro in mong mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • barbagallo mobile
  • guru mobile
  • Valentini mobile
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner medical mobile
  • sogi
  • osmcoin promo mobile
  • polidori
  • carlo partipilo
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-mastermind.png

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

responsabilità degli amministratori
Risparmio Fiscale

Responsabilità degli amministratori: come gestire il rischio d’impresa

Matteo Zelli ci guida attraverso le complesse sfaccettature delle responsabilità che gli amministratori aziendali affrontano quotidianamente e ci spiegherà quali precauzioni possono essere prese.

Continua a leggere
difesa patrimoniale
Risparmio Fiscale

Strategie di difesa patrimoniale contro le crisi 

La difesa patrimoniale è una priorità costante per gli imprenditori, soprattutto in periodi di incertezza economica. Ne parlo con Manuel Verde.

Continua a leggere
diritti e doveri nel lavoro
Risparmio Fiscale

Diritti e doveri nel lavoro: equilibrio necessario

Il concetto di equilibrio tra diritti e doveri nel lavoro è fondamentale per promuovere una cultura aziendale sostenibile e responsabile, specialmente nell’ambito degli ESG (Ambiente, Società e Governance). 

Continua a leggere