• polidori
  • bella vita cinzia
  • osmcoin promo
  • BANNER-mastermind.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • carlo partipilo
  • BANNER-virtual-coac.png
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • mazzotta desktop
  • BANNER-osmcoin.png
  • guru jobs
  • medical
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • guru mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • osmcoin promo mobile
  • sogi
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • mazzotta
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • carlo partipilo
  • banner medical mobile
  • polidori
  • sogi
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png

Qualità e People Strategy: Cantine Milano, l’azienda di ristorazione in cui tutti vogliono lavorare

Segui Aline Improta
( 7 Followers )
X

Segui Aline Improta

E-mail :*

Angelo Altieri, il fondatore di Cantine Milano, è un giovane imprenditore che ha saputo trasformare la passione per il mangiare bene e il buon vino in una vera e propria idea rivoluzionaria.


Cantine Milano, situato in Via Traù (Milano) è un format unico: è il primo wine restaurant italiano dove si sceglie prima il vino e poi il cibo!

Attraverso un percorso di crescita personale e professionale, Angelo ha dato inizio ad una nuova fase dell’azienda, mettendo in discussione il suo management appreso sui libri e aprendosi ad uno completamente nuovo: quello incentrato sul capitale umano. Angelo, dopo essersi posizionato come un vero innovatore nel settore del food and beverage con un format unico nel suo genere, è ora pronto all’espansione dell’azienda con l’apertura di altri ristoranti.

Analizzando lo scenario post pandemia del settore della ristorazione, una voce unanime lamenta la difficoltà di trovare personale. La storia di un imprenditore giovane e illuminato come Angelo può aiutarci ad aprire gli occhi su cosa cercano oggi i giovani per lavorare in un settore come la ristorazione e cosa dare loro per ottenere il meglio.

Bisogna reinventare il settore della ristorazione a partire dalla politica di gestione delle persone, rendendolo attraente per i giovani e per i talenti. Vediamo come!

Perché secondo noi è una Best Place To Work?

Ricordiamo i parametri di valutazione:

  1. Possibilità di crescita rapida di guadagno e carriera
  2. Bel clima
  3. Formazione offerta
  4. Caratteristiche specifiche distintive

Caratteristiche che rendono Cantine Milano una “Best Place To Work”

Turnover: normale effetto centrifuga. “Sono andate via solo le persone che non erano allineate con i nostri valori e la nostra meta. In nove mesi abbiamo rivoluzionato Cantine Milano!”

Clima: siamo una squadra giovane (under 30 esclusi me e mia sorella) e affiatata. Ci tengo tanto al fatto che ogni membro del team diventi un professionista del settore e auspichi a diventare una persona migliore attraverso la formazione e possa crescere ogni giorno.

Stipendio: “Da quello che mi dicono i ragazzi che lavorano con me o che hanno fatto un colloquio, quello che offriamo con la nostra azienda è più alto. Un cameriere guadagna solitamente e di base intorno ai 1.200/1.400 euro, da Cantine 1.700/1.800 euro.”

Formazione: è un aspetto fondamentale per me. La formazione è continua e multidisciplinare, lavoriamo sia sulle soft skills (la maggior parte di questa formazione viene erogata con OSM, sia sulle hard skills, quindi le abilità tecniche per diventare un professionista del settore (corso sommelier, corso di cucina, pasticceria, corsi di lingua).

Che cos’ha fatto l’imprenditore che lo distingue da tutti gli altri?

Caratteristiche distintive dell’azienda

  • Visite con degustazioni nelle cantine a carico dell’azienda.
  • Omaggio di libri di formazione a tutto il team.
  • Corso di Sommelier dell’AIS per tutti i membri del team (dalla reception alla sala) a carico dell’azienda.

Quali sono state secondo le azioni di successo nel campo delle HR che ti hanno permesso di fare la differenza?

Durante un periodo di introspezione e riflessione, ho avuto la fortuna di incontrare Patrizio Cappella, imprenditore e titolare di OSM Partner Bergamo, attraverso un fornitore che mi ha suggerito di contattarlo.

Inizialmente, ho chiamato Patrizio per un consiglio sul reclutamento del personale, poiché stavo affrontando delle difficoltà nella ricerca dei candidati giusti per le mie aziende. Quello che avrebbe dovuto essere solo un consiglio si è trasformato in qualcosa di più significativo, ho iniziato un percorso di
crescita personale e imprenditoriale che mi ha portato a guardare la mia attività e la mia vita da una
prospettiva diversa. Ho conosciuto un nuovo tipo di formazione, i libri di Paolo Ruggeri mi hanno cambiato la vita.

HO APPLICATO TUTTO QUELLO CHE HO STUDIATO CON OSM E GURU JOBS!

L’azione di successo è stata proprio questa: STUDIARE E CAMBIARE PROSPETTIVA SUL MANAGEMENT E SULL’HR CHE AVEVO FINO A POCO PRIMA.

Per me, è stato come risvegliarmi da un lungo letargo e tornare a essere la persona autentica che ero da bambino. Non posso dire di aver fatto scoperte sorprendenti, ma ho ricevuto molte conferme sul fatto che essere una persona buona ed etica può portare al successo anche dal punto di vista economico.
Mi sono reso conto che non era necessario seguire il modello dello “squalo degli affari” per avere successo.

In che modo ha impattato il clima aziendale in rapporto alla produttività dei membri del team e la crescita aziendale?

Ho le prove tangibili che il clima aziendale, ovvero il fatto che in azienda ci sia positività, entusiasmo, “leggerezza”, ecc… è direttamente proporzionale alla produttività: più alto è più la produttività dei collaboratori e i numeri aziendali migliorano! In un anno il fatturato è duplicato e stiamo crescendo ancora!

Talmente tanto importante che oggi per me è un dogma: “la felicità della squadra ad ogni costo”. Il fatto che un collaboratore non abbia determinate competenze tecniche non è un problema, con la formazione si risolve, ma se con il suo modo di porsi nei confronti degli altri rovina il clima aziendale… questo sì che è un problema! Ed è l’unico motivo per il quale debba essere eventualmente invitato a cercarsi un altro lavoro.

Quali sono gli obiettivi di Cantine Milano e del tuo gruppo?

Ad oggi siamo cresciuti un bel po’, siamo circa in 20, ad ottobre ci sarà una nuova apertura sempre a Milano, in zona Brera e saremo 60 in tutto. Nel futuro intendo espandere il format in ogni città, nel 2024 apriremo a Firenze e nel 2026 a Venezia. La nostra vision è un Cantine Milano in ogni città perché la vita è troppo breve per bere vini mediocri!

SIAMO ALLA RICERCA DI TUTTE LE FIGURE, ABBIAMO TANTO DA REALIZZARE ANCORA E ABBIAMO BISOGNO DI TANTI TALENTI!

Cosa consigli agli altri imprenditori?

Formati, formati, formati perché se vuoi che le cose cambino prima devi cambiare tu!
Ero arrivato ad un punto che non riuscivo più ad entrare nel mio ristorante, succedeva che magari qualche volta andavo lì con l’intenzione di cenare tranquillamente con amici e mi ritrovavo a girare per il ristorante ad intervenire ovunque. Ora non è più così.
Ancora, altro consiglio, esci dai compromessi, crea l’azienda che desideri.
E infine, cambia il modo di selezionare le persone, il modo di porti nei loro confronti.

Io l’ho fatto e ora sono un imprenditore felice! Trascorro sempre del tempo con il mio team, ma è di qualità, facciamo affiancamento, riunioni, team building ma non sono più all’interno del ristorante!

La storia di Cantine Milano ci dimostra che non è vero che i giovani non vogliono lavorare, vogliono sentirsi considerati e valorizzati come persone, una migliore qualità di vita, un salario equo e la possibilità di crescere insieme al progetto al quale dedicano la lavoro vita.

Sito web Cantine Milano
Pagina Facebook
Pagina Instagram

Conosci altre aziende Best Place To Work?
Segnalacele, scrivi alla redazione!

redazione@imprenditore.info

Vuoi inviare la tua candidatura per lavorare in una delle
aziende protagoniste della rubrica?

Invia una e- mail a info@gurujobs.it con il tuo CV!

a cura di Aline Improta

Segui Aline Improta
( 7 Followers )
X

Segui Aline Improta

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • carlo partipilo
  • sogi
  • mazzotta
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • polidori
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner medical mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • osmcoin promo mobile
  • sogi
  • guru mobile
Avatar photo

Aline Improta

La scrittura è fin da piccola il mio grande amore. Giornalista pubblicista dal 2010, negli ultimi dieci anni, ho riversato la mia passione in un altro settore: il marketing. Dopo anni a scrivere per le aziende, ritorno all'anima che c'è dietro ognuna di loro: gli imprenditori e tutte le persone che vivono in quell'ecosistema. Vi starete chiedendo come... Sono Editor e Ghostwriter per Engage Editore. la prima casa editrice italiana che pubblica libri dedicati agli imprenditori scritti da imprenditori. Amo le persone e credo che in ognuna di esse ci sia una luce da tirare fuori e una bellissima storia da raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

best place to work
Best Place To Work

Il sapore del successo: Come Paolo e Sandro Maritani hanno trasformato la loro pasticceria in una Best Place To Work

Qual è la storia che porta la Pasticceria Maritani a diventare una Best Place To Work? Attraverso la coesione e la determinazione.

Continua a leggere
Empowerment delle risorse umane
Best Place To Work

Empowerment delle risorse umane: Il cuore della cultura aziendale di BE Srl

Cosa significa empowerment delle risorse umane? 

Ce lo spiega Sara Renossi, CEO di BE Beauty-Experience.

Continua a leggere
smart working
Best Place To Work

Clima aziendale e smart working come driver del successo aziendale: il caso di OTO agency

In che misura le politiche HR come lo smart working influiscono sul successo di un’azienda? Come si gestisce un team che eroga i servizi e vende da remoto? Oggi ne ho parlato con Giorgio Ghisalberti, CEO della OTO Agency.

Continua a leggere