• bella vita cinzia
  • osm artigiani piu utili
  • saldo e stralcio
  • guru jobs
  • banner medical mobile
  • saldo e stralcio mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Ottenere ritorni con la Decentralized Finance (DE.FI.)

Segui Paolo Ruggeri
( 6 Followers )
X

Segui Paolo Ruggeri

E-mail :*

De.Fi. è l’abbreviazione dell’espressione inglese Decentralized Finance e si riferisce all’azione di prestare o “mettere in staking”, cioè bloccare, le proprie crypto monete o token in cambio di un interesse.

Qui riporto alcune definizioni semplici per il lettore che si approcci a questo argomento per la prima volta:

Le Crypto monete sono dei gettoni virtuali esistenti all’interno di specifici ecosistemi (per esempio OSM Coin è un gettone che viene usato all’interno della comunità di OSM) che hanno utilizzi specifici (OSM Coin viene usato per giochi a premi e incentivazione dei clienti; BNB viene usato per pagare le commissioni legate alle transazioni effettuate su Binance o nella loro rete; Noku per acquistare e vincere figurine elettroniche utilizzate in giochi a squadre online, ecc, ecc). Esistono moltissime crypto monete o gettoni.

Il più famoso è senz’altro Bitcoin, o BTC, che nel tempo è diventato uno strumento che, torto o ragione, le persone utilizzano per proteggere il valore dei propri risparmi (in Turchia, per esempio, l’inflazione è intorno al 100% all’anno e tante persone cambiano la Lira Turca in BTC perché credono che quest’ultimo manterrà il proprio valore meglio della moneta nazionale).

Alla maggior parte delle crypto monete viene assegnato un valore e questo ha fatto sì che nascesse un fiorente mercato dove queste vengono scambiate, creando immense fortune ma anche immense perdite a chi si è approcciato a questo nuovo “mercato” in modo superficiale facendosi irretire dal desiderio di facili guadagni. Nonostante oggi come oggi non stiano passando un bel momento storico, ne parlerò nel mio prossimo articolo sulla rubrica Scenari Futuri e Analisi Economiche, è comunque fuori discussione che le crypto abbiano creato delle grandi fortune e che, nel futuro, potrebbero rappresentare un’occasione importante per innovare il mondo della finanza.

In questo articolo non ci concentreremo tanto sulla possibilità di avere dei guadagni in conto capitale con l’acquisto di crypto monete (compro il BTC a 24.000 dollari e poi lo rivendo a 28.000…) ma sui guadagni che è possibile ottenere prestando le proprie crypto valute o “bloccandole” con un sistema chiamato Staking.

Spieghiamo innanzitutto come è possibile che questi gettoni possano portare a una remunerazione.

Esistono due tipi principali di crypto valute:

  1. I gettoni veri e propri, come BTC, OSM Coin, Ethereum, BNB, ecc
  2. Gli Stable Coin che sono dei gettoni che rappresentano il dollaro USA e che mantengono la parità con la moneta statunitense grazie al fatto di avere delle riserve di dollari per ogni gettone emesso. USDT (letteralmente USD Token) ne è un esempio: ogni USDT vale 1 dollaro e per ogni USDT emesso Tether (la società emittente) mantiene 1 dollaro USA in banca.

    Altre Stable Coin sono BUSD (il dollaro di Binance) e FDUSD (First Digital USD). Gli Stable Coin vengono usati nel mondo crypto al posto delle monete nazionali e, di solito, sono immediatamente convertibili in dollari o in euro.

Alcuni exchange (i luoghi dove si scambiano le crypto valute con altre crypto valute o si acquistano con le valute nazionali tipo euro, sterline, ecc) si fanno prestare gli Stable Coin e pagano un interesse a chi glieli lascia. Utilizzano poi questi Stable Coin in loro possesso per espandersi o, a loro volta, li riprestano ad altri utenti.

Altri exchange, invece, si fanno prestare non solo gli Stable Coin ma anche le crypto vere e proprie, tipo BTC o Ethereum, per poi prestarle ad altri utenti in cambio di un interesse più elevato. Questi utenti le usano per fare gli short, cioè vendere allo scoperto – senza possederla – quella valuta oppure per prestarla ad ancora altri exchange che offrono un interesse più elevato.

Alcuni emittenti di crypto valute, invece, pagano con un piccolo interesse tutti i possessori della propria crypto moneta a patto che questi si impegnino a non venderla ma la lascino bloccata, cioè “in staking”, su un portale specifico.

La Decentralized Finance, quindi, è l’attività di ottenere un interesse dalle proprie crypto valute o prestandole agli exchange o mettendole in staking.

Dobbiamo premettere che, vista la forte oscillazione dei prezzi delle crypto valute (a volte possono salire o scendere anche del 10% in un giorno, oppure ancora è possibile che salgano o scendano del 50% in un singolo mese), questa attività, quando svolta con le crypto monete e non con gli Stable Coin, è piuttosto rischiosa (si rischia di avere sì un interesse del 5% all’anno ma nel mentre il valore del sottostante – cioè la crypto moneta che abbiamo prestato – casomai è sceso del 40% azzerando tutti i guadagni…).

Se invece si prestano gli Stable Coin è un’attività abbastanza sicura in quanto 1 USDT, a meno di grandi sconvolgimenti, continuerà a valere 1 Dollaro USA anche nel futuro, e il rischio principale è quello legato al fallimento dell’Exchange a cui si sono prestati (è accaduto diverse volte). Di solito un’avvisaglia di questa possibilità la si ha quando quell’exchange inizia a pagare interessi molto elevati, intorno o superiori al 10% annuo.

Fatte queste importanti premesse, vediamo come mi sono approcciato a questo investimento.

Perché ho investito in quel prodotto?

Possedevo varie crypto valute e, nonostante le oscillazioni del prezzo, era mia idea quella di tenerle per il lungo termine. L’idea di avere un ritorno economico prestandole mi piaceva. Inoltre avevo una certa disponibilità di Stable Coins che usavo per acquistare le crypto quando si creava il momento opportuno. Mi piaceva l’idea di avere un ritorno prestandoli.

Che risultato ho ottenuto prestando gli Stable Coin ?

Negli ultimi tre anni ho prestato i miei Stable Coin a Waves, Binance, Nexo ottenendo dei ritorni importanti, talvolta anche del 10% all’anno, soprattutto nel momento di grande crescita delle crypto (2020-2021). A un certo punto ho iniziato a dubitare dell’affidabilità di Waves e mi sono limitato a prestare a Binance e a Nexo. Recentemente ho tolto i prestiti a Nexo e ho tenuto, invece, le posizioni su Binance.

Oggi come oggi (settembre 2023) Binance paga l’1,35% all’anno sugli USDT che gli vengono prestati e il 7,02% sui FDUSD (First Digital USD). Poco ma, ovviamente, meglio che nulla.

Nexo, invece, paga l’8,25% all’anno sugli USDT. Come ho già detto prima, prestare a Nexo è più rischioso ma, anche se spesso circolano voci che potrebbe fallire, questo exchange oggi ha tutte le approvazioni dei regolatori europei e ha una collaborazione con Master Card. Tengo ancora delle posizioni su Nexo ma infinitesimali rispetto al mio patrimonio crypto.  

Oltre a Binance e Nexo esistono altre piattaforme che pagano un interesse per il fatto di prestar loro gli Stable Coins ma non le ho esplorate: in questo mondo avventurarsi su exchange che non si conoscono davvero potrebbe portare alla perdita di tutto il capitale.

Prestando i miei Stable Coins ho avuto svariate migliaia di dollari all’anno di guadagno.

Che risultati ho ottenuto prestando le crypto

Ho prestato le mie crypto a Binance, Coinbase, Waves e Nexo, ottenendo ritorni diversi.

Binance oggi paga intorno al 2-3% di interesse annuo sui BNB, il 4% annuo sugli XMR (Monero), il 5% annuo sui MATIC, lo 0,39% annuo sui BTC e l’1,04 % sugli Ethereum. Questo interesse è corrisposto accreditando giornalmente o settimanalmente il relativo interesse, nella stessa cryptovaluta che si è prestata, sul portafoglio dell’utente.

  • Nexo paga intorno al 4,25% annuo sui BTC con pagamento giornaliero o mensile.
  • Coinbase paga il 4,35% annuo sui Solana e il 2% annuo sugli ADA (Cardano).
  • A Waves ho smesso di prestare anche se paga interessi elevati in quanto, secondo me, l’exchange è ballerino e potrebbe saltare.

Ad essere onesto, visto come sono andati i mercati delle crypto negli ultimi due anni, ho sicuramente incrementato le unità di crypto possedute, ma il valore totale in euro del portafoglio prestato è calato in quanto molte monete nel corso degli ultimi due anni hanno perso anche il 30 o il 40% del valore. Siccome, però, sono tutt’ora fiducioso sul fatto che questi assets potrebbero riprendersi nel futuro prestarli è stato un modo per tenere le posizioni ed incrementarle a costo zero.

Per quel che dicevamo prima circa la sicurezza della piattaforma, oggi tengo una posizione molto piccola su Nexo e la maggior parte delle mie crypto le sto prestando a Binance. Certo i rendimenti proposti da Nexo talvolta mi fanno cadere in tentazione.

Come si fa?

Se ancora non sei addentrato nel mondo delle crypto, il mio consiglio sarebbe quello di iniziare in modo semplice: scarica la App di Coinbase sul telefono e apri una posizione. Investi 100 o 200 euro in Bitcoin o Ethereum e, prima ancora di iniziare a lanciarti nel mondo del DE.FI, segui per alcuni mesi questo mondo per farti un’idea di come funziona. Scarica qualche guida e informati. Potresti studiare, per esempio, il Capitolo XI di Guida alla Prosperità dove spiego nel dettaglio come funzionano questi strumenti, oppure consultare delle altre Guide online.

Se invece hai già operato con le crypto nel passato, scarica la App di Binance e trasferiscici delle crypto. Poi vai nella sezione Earn e inizia a prestare. In fase iniziale ti consiglierei di cominciare con piccole somme per poi, man mano che ne comprendi il funzionamento, semmai espandere le posizioni. Invece che perderti su valute “esotiche” che spesso perdono anche il 90% del proprio valore, ti consiglierei di restare sulle major: BTC, ETH, BNB, Stable Coins, XMR, Matic.

Cerca di CAPIRE come funziona una crypto valuta e che cosa fa, prima di investire. Fare il contrario significa affidarsi alla fortuna e, spesso, perdere anche tutto il proprio capitale.

Dopo che hai operato un poco con Binance puoi iniziare a guardare altre piattaforme.

Cosa non fare

Dimenticarti che le crypto monete sono un mondo selvaggio che possono dare grandissimi guadagni ma anche grandissime perdite. Devi SEMPRE conoscere quello che stai facendo o ciò su cui stai investendo.

Fai attenzione che quando metti in staking o presti le crypto monete (piuttosto che gli Stable Coins) le loro oscillazioni di prezzo potrebbero azzerare, e anche molto di più, tutto l’interesse che hai guadagnato. Facciamo un esempio: mentre Binance ti pagava il 5% all’anno sui Matic che gli prestavi, il prezzo di Matic è calato del 25% nel corso degli ultimi dodici mesi. Quindi: se il tuo interesse era avere più Matic, hai raggiunto l’obiettivo. Se invece il tuo interesse fosse stato quello di guadagnare di più per poi cambiare tutto in dollari, avresti invece perso il 20%.

Se investi nelle crypto dovresti anche ogni tanto incontrarti con qualcuno che si occupa di questo mondo, o di persona o seguendo la persona su Twitter/X. Ciò ti permetterà di avere delle news riguardo a quello che sta succedendo, per esempio se un exchange naviga in cattive acque, oppure se è proprio ora di liberarsi di una moneta definitivamente. Il mondo delle crypto non è ancora al livello dove puoi investire e dimenticarti di quello che hai fatto. Per esempio: Binance oggi, a detta di chi scrive, è un exchange ancora tutto sommato “sicuro” ma tra tre mesi potrebbe non essere più così. Tieniti informato.

Muovendosi con attenzione e cautela, studiando per bene quello che stai facendo, seguendo le persone giuste, è possibile ottenere un rendimento seppur minimo dalle crypto valute che si possiedono e, perché no, casomai posizionarsi in un mondo che, nonostante le difficoltà di oggi, potrebbe riservare ancora grandi opportunità per il futuro.     

Paolo Ruggeri
Sito web
Pagina Facebook

Segui Paolo Ruggeri
( 6 Followers )
X

Segui Paolo Ruggeri

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • banner medical mobile
  • saldo e stralcio mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Paolo Ruggeri

Paolo A. Ruggeri è un imprenditore che gestisce numerose aziende in diversi paesi nel mondo. Socio fondatore di OSM, società Italiana di consulenza che aiuta gli imprenditori a comunicare con i dipendenti, a far crescere il loro business e ritrovare la motivazione in azienda, con più di quindici sedi distribuite in Europa, Stati Uniti, Canada, Russia e Medio Oriente. Inoltre, dirige o possiede partecipazioni in aziende in svariati altri settori intorno al mondo, dall'immobiliare all'Editoria, dalla consulenza per l'internazionalizzazione d'impresa al marketing e alla ristorazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Investire nell'immobiliare in Italia
Investimenti

Investire nell’immobiliare in Italia

Investire nell’immobiliare in Italia è un percorso affascinante e intriso di opportunità, un viaggio che spesso va ben oltre l’aspetto puramente finanziario. Scopri come farlo al meglio con Edoardo Cappelli.

Continua a leggere
Investimenti

Investimenti immobiliari all’estero: possedere direttamente o tramite una società?

Acquistare una proprietà in un paese straniero può offrire molteplici vantaggi, la diversificazione del portafoglio, l’opportunità di generare reddito passivo e la possibilità di ottenere rendimenti interessanti nel lungo termine. Tuttavia, quando si tratta di decidere se possedere direttamente un immobile o farlo attraverso una società, è importante considerare attentamente i pro e i contro di entrambe le opzioni.
In questo articolo, io e Ivan Cervellin, abbiamo elaborato un’analisi approfondita delle due possibilità per fornirvi tutti gli strumenti utili per poter scegliere tra le due opzioni. Ivan Cervellin, COO di Flor de Pacifico e il suo gruppo di professionisti, sono da anni a fianco dei potenziali investitori della scelta dell’opzione di acquisto più adatta alle sue esigenze fino a fornire tutti i servizi correlati nel campo dell’immobiliare. Dopo aver letto questa intervista a Ivan, sono certa che avrete tutte le informazioni per avere le idee più chiare e… partire con il vostro investimento!

Continua a leggere
previdenza integrativa
Investimenti

Come guadagnare con le polizze di previdenza integrativa per gli imprenditori

Massimo Tedeschi, esperto di assicurazioni e finanza ci guiderà attraverso il mondo degli investimenti in polizze di previdenza integrativa. 

Continua a leggere