• BANNER-mastermind.png
  • medical
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • desktop barbagallo
  • carlo partipilo
  • osmcoin promo
  • valentini desktop
  • barbagallo mobile
  • giro in mongolfiera desktop
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • BANNER-virtual-coac.png
  • bella vita cinzia
  • guru jobs
  • polidori
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • Valentini mobile
  • giro in mong mobile
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • barbagallo mobile
  • osmcoin promo mobile
  • polidori
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • carlo partipilo
  • sogi
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • guru mobile
  • banner medical mobile
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • sogi
  • banner-mobile-mastermind.png

Metodo Kakebo per migliorare i conti – con Giorgio Freydoz

metodo Kakebo
Segui Francesca Turriciano
( 14 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Nel mondo degli affari, dove la precisione finanziaria e la capacità di gestire con saggezza le risorse sono cruciali, il metodo Kakebo emerge come una soluzione efficace, non solo per le finanze personali ma anche per quelle aziendali. 

Oggi ne parlo con Giorgio Freydoz, CEO di partner OSM – Open Source Management ed esperto in strategie finanziarie, che ci introdurrà nel dettaglio a questa antica filosofia giapponese di gestione dei conti.

Il Kakebo, tradizionalmente noto come il libro dei conti per la casa in Giappone, si rivela uno strumento di riflessione e disciplina, essenziale per chi desidera avere un controllo maggiore sulle proprie finanze. Giorgio Freydoz ci spiegherà come applicare efficacemente questo metodo non solo a livello personale ma anche nel contesto più ampio di un’azienda.

In molti trascurano ancora oggi la pianificazione finanziaria, esponendosi a rischi non calcolati. Il Kakebo offre un approccio sistemico e profondamente riflessivo per prevenire tali rischi e garantire una gestione finanziaria ottimale. 

Scopriremo insieme come, seguendo semplici ma efficaci principi di questo metodo, si possano ottenere non solo un risparmio sostanziale ma anche una maggiore chiarezza nelle decisioni finanziarie quotidiane.

Quali sono i principi fondamentali del Kakebo e come possono essere applicati per ottimizzare la gestione delle risorse finanziarie?

Per far quadrare i conti di casa è bene fare un bilancio preventivo del mese e poi verificare se stiamo rispettando budget e previsioni o se dobbiamo aggiustare il tiro, anche all’interno dell’impresa è lo stesso, molti imprenditori non fanno ancora il piano finanziario e questo può creare difficoltà ai conti

In che modo il Kakebo può favorire la consapevolezza finanziaria e la gestione oculata delle risorse?

Il Kakebo (“kakeibo”) è il libro dei conti di casa a cui i giapponesi affidano il proprio budget personale. In pratica è una specie di agenda in cui potrai registrare le entrate e le uscite ma soprattutto riflettere sulle tue abitudini di spesa, per imparare a risparmiare e a migliorare la gestione delle tue finanze.

Alla base del metodo giapponese di risparmio c’è la necessità di prendersi un momento di riflessione per stabilire quanto vogliamo risparmiare e in che modo. Tenere un Kakebo evita lo stress da cattiva gestione finanziaria, sviluppa l’autodisciplina e la conoscenza di sé. Per queste ragioni, i giapponesi lo considerano uno strumento che favorisce la tranquillità dell’anima e libera energie mentali.

Quali sono i vantaggi principali di adottare il metodo Kakebo?

Ci sono 5 vantaggi principali nell’usare il metodo Kakebo:

  1.  ORDINE – è uno strumento pratico per riordinare le tue spese in modo semplice e sistematico. Prendere in mano la penna e scrivere, ci obbliga a riflettere ad assimilare meglio le informazioni che mettiamo nero su bianco. Diamo maggior peso a quello che scriviamo su carta, perché resta fissato lì anche per le letture successive.
  2. CONTROLLO – ti aiuterà a controllare le spese quotidiane ed a classificarle in funzione della necessità, così possiamo avere un’idea chiara delle nostre priorità. Alcune spese sono fisse, come ad esempio il mutuo, l’affitto o l’assicurazione, mentre altre sono variabili e cambiano in base alle nostre necessità e desideri. È proprio su queste ultime spese che possiamo concentrarci per stabilire a cosa dare importanza e cosa possiamo invece lasciare andare.
  3. RISPARMIO – ti farà ottenere un risparmio del 20-30% aiutandoti ad individuare le voci critiche su cui agire. Dopo un mese di utilizzo del metodo Kakebo, avremo un’idea chiara di come spendiamo i nostri soldi. Sperperiamo troppo denaro nello shopping? Le cene al ristorante incidono molto sul bilancio familiare? Capire su quali categorie di spesa si concentrano le uscite è importante per valutare se cambiare qualcosa il mese successivo per correggere il tiro.
  4. AUTODISCIPLINA – annotare a mano tutte le spese effettuate, innesca una sorta di condizionamento psicologico che ti farà desistere dagli acquisti inutili, incentivando l’autodisciplina. Questo metodo ci obbliga a riflettere sulle priorità che vogliamo darci, per compiere scelte più consapevoli. Annotare con costanza entrate e uscite, ci aiuta a desistere dagli acquisti d’impulso, che spesso sono dettati solo da un desiderio momentaneo di qualcosa di futile.
  5. SERENITÀ – una gestione controllata delle spese ti darà maggior sicurezza, oltre che fiducia nelle tue capacità, riducendo lo stress e favorendo la tranquillità dell’anima

Quali sono i passaggi pratici per implementare il metodo Kakebo?

0) DIVIDI LE SPESE in 4 categorie principali:

  • spese di prima necessità;
  • optional
  • cultura e tempo libero
  • extra ed imprevisti

1) PIANIFICAZIONE: all’inizio del mese scrivi nero su bianco quali sono le

entrate e le uscite fisse, così da capire qual è la tua reale disponibilità. La differenza fra questi 2 importi è il budget su cui potrai fare affidamento nel mese. Una volta che hai scritto il denaro che hai a disposizione per il prossimo mese, ci sono maggiori probabilità di rispettare il budget mensile.

2) OBIETTIVI: sono il passo successivo e ti aiutano a decidere su quali spese risparmiare e quanto. Stila una lista di buoni propositi per raggiungerli. Monitora l’obiettivo settimana e mensile con cadenza regolare, così avrai sempre il polso della situazione. Fai una previsione del risparmio che, grazie alle nuove abitudini, pensi di riuscire a realizzare. Gli obiettivi di risparmio mensili possono anche avere uno scopo ben preciso, come ad esempio per mettere da parte il denaro capitale per la previdenza integrativa o per un viaggio importante o per i figli.

3) PRECISIONE E COSTANZA: ogni giorno devi annotare tutte le uscite sostenute, alla sera prima di andare a dormire. Compilare con regolarità e precisione le tabelle Kakebo può fare davvero la differenza. Conserva gli scontrini ogni volta che fai un acquisto. Col tempo scrivere le entrate e le uscite diventa un’abitudine preziosa che amplifica la possibilità di raggiungere gli obiettivi di risparmio.

4) VERIFICA DEI CONTENUTI: somma i totali giornalieri di tutte le categorie per avere il totale delle spese della settimana. Il momento del bilancio settimanale e mensile è una fase cruciale del processo, sia per raccogliere i frutti del lavoro fatto durante il mese, sia per individuare eventuali errori commessi durante il cammino. Condividere le riflessioni con la famiglia, è un modo per rendere consapevoli tutti i componenti del nucleo familiare dell’importanza di gestire con consapevolezza i conti di casa.

Conclusioni sul metodo Kakebo

Durante la nostra conversazione con Giorgio Freydoz, abbiamo scoperto non solo i principi del metodo Kakebo, ma anche come essi possono essere trasformati in strumenti efficaci per una gestione finanziaria meticolosa e consapevole all’interno di un’azienda. 

L’approccio metodico del Kakebo, che privilegia l’ordine, il controllo, il risparmio, l’autodisciplina e la serenità, si rivela essenziale per gli imprenditori che cercano di ottimizzare le loro risorse finanziarie.

Giorgio ci ha dimostrato che il Kakebo non è solo un semplice libro dei conti, ma una filosofia di vita che incoraggia a riflettere su ogni spesa, grande o piccola, garantendo decisioni più informate e sostenibili. Attraverso l’adozione di questo metodo, ogni imprenditore può non solo aspettarsi di migliorare la propria situazione finanziaria, ma anche contribuire alla salute e alla crescita sostenibile dell’intera organizzazione.

Segui Francesca Turriciano
( 14 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • polidori
  • sogi
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • sogi
  • barbagallo mobile
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-mastermind.png
  • Valentini mobile
  • guru mobile
  • osmcoin promo mobile
  • giro in mong mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner medical mobile
  • carlo partipilo

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ETF
Investimenti

Come valutare un ETF – Con Felipe Orrego

Gli Exchange-Traded Fund (ETF) offrono agli imprenditori un’opportunità unica per diversificare il loro portafoglio in modo interessante. Ne parlo con Felipe Orrego.

Continua a leggere
Investimenti

GLI ERRORI PIU’ COMUNI DEGLI INVESTITORI ALL’INIZIO

Segui Alberto Lazzaro ( 1 Followers ) X Segui Alberto Lazzaro E-mail :* Segui Alberto Lazzaro Smetti di seguire Alberto Lazzaro Entrare nel mondo degli investimenti può sembrare come avventurarsi in una foresta inesplorata. Si cammina su un sentiero sconosciuto, dove ogni passo può creare dubbi e incertezze. E non importa se stai mettendo piede […]

Continua a leggere
Barbagallo TFR
Investimenti

Cosa fare con il TFR dei propri collaboratori

Scopri come fare del TFR un’opportunità di crescita sia per la tua azienda che per i tuoi collaboratori. Ne parlo con Gianluca Barbagallo.

Continua a leggere