• osmcoin promo
  • osm artigiani piu utili
  • BANNER-virtual-coac.png
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • medical
  • BANNER-mastermind.png
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • bella vita cinzia
  • guru jobs
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Investire nel franchising, istruzioni per l’uso

Segui Enrico Tosco
( 0 Followers )
X

Segui Enrico Tosco

E-mail :*

Intervista a Enrico Tosco

Ti piace diversificare i tuoi business? Stai pensando di investire in una nuova attività con il franchising?
Bene, questo articolo fa a caso tuo!

Il franchising è un modello di sviluppo aziendale destinato a crescere, sempre più imprenditori o aspiranti imprenditori, infatti, scelgono questa tipologia di investimento per ampliare il proprio business o iniziare il proprio primo progetto imprenditoriale. Per diventare un franchisee di successo è necessario investire in un’attività a cui si è appassionati, credere nei prodotti e nei servizi del marchio e instaurare un buon rapporto di con il franchisor e il team della casa madre.

Prima di investire in una nuova attività in franchising, è fondamentale avere quante più informazioni possibili sul mercato, sulla legislazione e sull’azienda a cui si desidera affiliarsi per comprendere quali sono le migliori opportunità sul mercato.

Enrico Tosco, CEO e Founder di Reting, società di consulenza specializzata nello sviluppo franchising, ci racconta di come lui ha conosciuto questo mondo e condivide con noi alcuni preziosi consigli sugli elementi da analizzare e valutare prima di scegliere l’azienda o il settore nel quale investire con il franchising.

Come hai conosciuto quell’investimento? Perché hai iniziato in quel settore?

Ho iniziato in questo settore nel 2014 affiancando lo sviluppo e la gestione di una rete in franchising nel settore della posta privata. Mi sono avvicinato al mondo del franchising perché penso sia un modo vincente di aprire un’attività locale avendo tutti i benefici delle economie di scala delle grandi aziende: marketing, software, consulenza e formazione.

Purtroppo, scontrandomi con la realtà, mi sono reso conto che non era tutto rose e fiori come immaginavo e che la maggior parte delle reti in franchising attive in Italia erano delle scatole vuote che non davano nessun vantaggio di questo tipo al franchisee.

Per questo nel 2018 ho fondato Reting che in poco meno di 5 anni è diventata l’azienda italiana più grande del settore per lo sviluppo e la creazione di reti in franchising.

Che risultati può ottenere l’investitore?

Chi investe nel franchising può ottenere un ritorno sul suo capitale che va dal 30% al 60% annuo, raddoppiando l’intero capitale nel giro di 2, 3 massimo 4 anni.

Il franchising, quando realizzato da un’azienda seria e strutturata, permette di abbassare talmente tanto il rischio imprenditoriale che rende questo investimento molto più sicuro di fondi o azioni speculative su cui non si ha controllo sul business.

Nel franchising si ha il pieno controllo dell’azienda che si andrà ad aprire con il vantaggio di riuscire ad influenzare i risultati della stessa.

Come si fa a scegliere?

Fortunatamente in questo settore ci viene incontro una legge, la 129/2004, davvero ben scritta. Per la legge è obbligatorio – e la cito testualmente – fornire al franchisee, oltre ai materiali pubblicitari:

1 – “principali dati relativi all’affiliante, tra cui ragione e capitale sociale e, previa richiesta dell’aspirante affiliato, copia del suo bilancio degli ultimi tre anni o dalla data di inizio della sua attività, qualora esso sia avvenuto da meno di tre anni;

2 – “una lista degli affiliati al momento operanti nel sistema e dei punti vendita diretti dell’affiliante;”

3 – “l’indicazione della variazione, anno per anno, del numero degli affiliati con relativa ubicazione negli ultimi tre anni o dalla data di inizio dell’attività dell’affiliante, qualora esso sia avvenuto da meno di tre anni;”

Questi tre punti sono fondamentali e la maggior parte delle reti in franchising operanti in Italia, sembrerà assurdo, non sono a norma su questo adempimento.

È quindi importante, quando ci si approccia ad un investimento in franchising, OSSERVARE e non CHIEDERE questi documenti. Già il fatto che vengano forniti in trasparenza è un segno di essere davanti ad un brand serio, preparato e strutturato.

È inoltre importante studiare i bilanci della casa madre con il proprio commercialista, i bilanci dei franchisee e visitare i punti attualmente aperti per chiedere informazioni direttamente ai titolari riguardo la coerenza tra quanto prospettato dalla pubblicità e quanto effettivamente ottenuto sul campo.

Una nota importante va spesa per tutte le reti in start up, ovvero tutti i franchising con meno di 5 unità. In questo caso sarà davvero fondamentale analizzare a fondo i dati di casa madre e diffidare da chiunque operi con soggetti giuridici diversi da Srl o Spa.

Come si fa a farlo?

Per farlo è necessario impostare la ricerca su tre parametri:

1. L’impegno di tempo che si desidera mettere nell’attività.
2. Il denaro che si ha a disposizione.
3. Il settore in cui si desidera investire.

Con questi tre punti chiari si può iniziare una ricerca che parte di solito sempre da Google, portali di settore, riviste o società d’intermediazione specializzate.

È molto importante confrontare più proposte in franchising fra di loro al fine di comprendere quale potrebbe essere la più in linea con le proprie esigenze e, prima d’investire, chiedere sempre una consulenza (diffidando da quelle gratuite, che hanno il solo scopo di vendere i propri brand) con un esperto di franchising.

Che cosa non si dovrebbe fare?

Gli errori più importanti che si commettono nell’aprire un franchising sono:

  1. Aprire senza fare analisi di bilancio di casa madre e degli affiliati.
  2. Avviare un’attività con l’idea che sia un secondo lavoro, QUALSIASI attività, anche la più automatizzata, richiede un periodo di avviamento in cui l’investitore sia coinvolto full time.
  3. Scegliere in autonomia la location / affidarsi a brand che non diano consulenza di geo marketing (in caso di locali aperti al pubblico, come ad esempio ristoranti o cura della persona).
  4. Scegliere in autonomia il personale dipendente, se la casa madre non da’ supporto mai mai fare da soli, meglio cambiare rete.

Ci sono altri consigli per il lettore? Se potessi dare un solo importantissimo consiglio ad un imprenditore oggi, che cosa gli diresti?

Quando si apre un franchising è fondamentale evitare di farsi prendere dall’emotività e studiare nel dettaglio il modello di business e i bilanci dell’attività a cui ci si affida. In seconda battuta è importante che si crei un rapporto di stima con le persone che gestiscono casa madre, saranno come soci per te, quindi è fondamentale che ci sia feeling e confidenza.

Il tema del Franchising ti ha incuriosito? Leggi anche “Espandi la tua azienda in tutta Italia con il franchising”

Desideri ricevere una consulenza personalizzata? Compila il questionario!

Enrico Tosco
Linkedin
Pagina Fb Reting
Sito web Reting

a cura di Aline Improta

Segui Enrico Tosco
( 0 Followers )
X

Segui Enrico Tosco

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

oro
Investimenti

Investire nei materiali preziosi: oro

In questa intervista esploreremo il mondo dell’oro con un esperto del settore, Stefano Andolfi, che ci darà consigli pratici e approfondimenti preziosi su come integrare l’oro nei portafogli di investimento in modo efficace e ponderato.

Continua a leggere
investire 10-20k
Investimenti

Come investire 10-20K

Oggi scopriremo insieme come fare di 10-20 K un trampolino di lancio verso una crescita finanziaria significativa.

Continua a leggere
diamanti
Investimenti

Investire nei materiali preziosi: diamanti

I diamanti sono così attraenti non solo per la loro bellezza estetica, ma anche per la loro versatilità come risorsa finanziaria. Leggendo questa intervista, potrai ottenere preziosi consigli su come avvicinarsi ai diamanti come investimento, quali aspetti considerare e quali errori evitare.

Continua a leggere