• BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-mastermind.png
  • carlo partipilo
  • bella vita cinzia
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • polidori
  • BANNER-virtual-coac.png
  • medical
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • guru jobs
  • osmcoin promo
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • osmcoin promo mobile
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • carlo partipilo
  • polidori
  • sogi
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • guru mobile
  • sogi

Investire in Altcoin

altcoin
Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Hai mai sentito parlare delle Altcoin? 

Queste criptovalute alternative stanno guadagnando sempre più attenzione nel mondo degli investimenti digitali. Ogni Altcoin ha il proprio protocollo, regole e caratteristiche uniche che la distinguono dalle altre. Cosa le rende così interessanti per gli investitori? E quali sono le migliori Altcoin in circolazione? 

Per rispondere a queste domande e svelare i segreti dietro il loro successo, oggi ci accompagna Siro Marras, Executive e Co-fondatore di Mab Finance ed esperto nel campo delle criptovalute.

Per gli imprenditori interessati a esplorare nuove opportunità di investimento e a comprendere meglio il settore, la lettura di questa intervista con Siro Marras offre un’occasione preziosa. Attraverso le sue parole e la sua esperienza, Marras fornisce consigli pratici e informazioni approfondite su come approcciare l’investimento nelle Altcoin in modo informato e strategico.

Raccontaci un po’ della tua storia, come hai conosciuto l’investimento in Altcoin? Quando hai iniziato? Cosa ti ha attratto?

Fin da ragazzo l’innovazione tecnologica mi ha sempre appassionato tantissimo, cosa che mi ha portato negli anni ad essere sempre informato sugli sviluppi più recenti e sulle potenziali applicazioni future che sarebbero potute diventare dei trend di domani. 

Armato di curiosità e determinazione, ho deciso di tradurre questa passione in una carriera, da prima con la programmazione, poi con l’analisi dei dati e infine con gli investimenti digitali.

Per lavoro ho viaggiato tanto e ho collaborato tramite consulenze tecnologiche e strategiche con diverse aziende leader di settore. È stato così che nel 2014 ho fatto un incontro che avrebbe cambiato radicalmente la mia visione degli investimenti e delle possibilità offerte al tempo: le criptovalute e il magico Bitcoin. 

L’opportunità di essere parte di un movimento che prometteva di rivoluzionare il concetto stesso di moneta e transazioni finanziarie mi ha affascinato fin da subito, quasi stregandomi.

Bitcoin, come molti di voi sapranno, è stata la prima criptovaluta creata nel lontano 2009, dalla mente di “Satoshi Nakamoto”, con lo scopo di rivoluzionare il concetto stesso di moneta, che nel tempo è stata caratterizzata da una grande crescita e da una grande volatilità. 

Tutte le valute digitali caratterizzate dalla stessa volatilità di valore e create dopo il Bitcoin sono chiamate Altcoin, e oggi ce ne sono più di 24000 sul mercato. Al contrario, le monete che hanno un valore stabile vengono chiamate Stablecoin. 

Le Altcoin o Alternative Coin si chiamano così proprio perché rappresentano un’alternativa al Bitcoin, letteralmente questa parola significa ‘moneta alternativa’. Il termine è stato coniato per stabilire una differenza con Bitcoin, la prima moneta digitale creata.

“Ether” di Ethereum e “XRP” di Ripple sono due esempi di Altcoin che negli ultimi tempi hanno riscosso un particolare successo. Lo stesso si può dire per “DOGE” di Dogecoin, per “BNB” Binance Coin e per una lista di altre valute virtuali. Mentre le Altcoin sono volatili, le Stablecoin hanno un valore  stabile, ed è ciò che contraddistingue queste criptovalute di nuova generazione.

Le Stablecoin sono un’alternativa ai Bitcoin e a tutto il resto delle altcoin, perché il loro valore è ancorato a una valuta come fiat, come il dollaro, o a beni tangibili, ad esempio l’oro. Ciò significa che il loro valore è più stabile rispetto alle Altcoin, e sono soggette a oscillazioni di prezzo meno brusche rispetto al resto delle criptomonete. Tra le Stablecoin più famose troviamo Thether, Binance USD e DAI, tutte ancorate al Dollaro USD, Stasis all’Euro, CryptoFranc al Franco Svizzero, mentre Paxos Gold e Digix Gold all’oro (che potreste approfondire come investimenti a lungo termine).

Che risultati si ottengono? 

All’inizio ho investito subito su Bitcoin, Litecoin, Xrp, (ethereum doveva ancora nascere vedi screenshot 2014) portando a casa nel tempo dei bei risultati. A quei tempi i miei guadagni si limitavano a qualche centinaio di euro al mese, dovevo ancora capire bene come muovermi. 

Ovviamente ho registrato anche delle perdite e mi è capitato di investire in dei progetti che si sono rivelate delle vere e proprie truffe. 

In quegli anni in pochi ne parlavano, visto anche la complessità del settore, ma sotto tutto questo si stava muovendo un nuovo tipo di finanza, decentralizzata e che dava pieni poteri al possessore dei “Titoli” e che si slegava dalla finanza che tutti conosciamo. 

Screenshot del Gennaio 2014

A screenshot of a computer screen

Description automatically generated

Dal 2014 ad oggi, il mondo delle criptovalute ha subito una trasformazione straordinaria, influenzata in gran parte dalla crescita esponenziale dei social media e dalle molteplici applicazioni tecnologiche che hanno visto la luce nel corso degli anni. Piattaforme come Twitter, Reddit e Telegram hanno fornito spazi di discussione e di condivisione di idee senza precedenti per la comunità. 

Questi canali hanno consentito agli investitori di rimanere costantemente aggiornati sulle ultime notizie, sviluppi e tendenze nel settore, permettendo un dialogo aperto e trasparente tra gli attori del mercato, sono nate guide, videoguide, esperti e finti guru, ma tutto questo fervore di sviluppo ha dato nuova linfa vitale al suo ecosistema, consentendo l’emergere di progetti innovativi e facilitando una maggiore accettazione da parte delle istituzioni finanziarie. 

Di fatto hanno riconosciuto il valore intrinseco della tecnologia blockchain nel migliorare l’efficienza, la trasparenza e la sicurezza delle transazioni finanziarie. Di conseguenza, molte di esse hanno avviato progetti pilota e partnership con aziende del settore delle criptovalute, al fine di sfruttare appieno il potenziale di questa tecnologia innovativa. 

Screenshot Gennaio 2016

A screenshot of a computer screen

Description automatically generated

Nell’ultimo incontro Finance, dal pubblico mi hanno chiesto: “C’è ancora tempo per investire in questo settore?”

Rispondo qui come ho risposto a lui: 

“SI!, oggi come prima c’è la super possibilità di investire in una miriade di Criptovalute, ma non è un mondo semplice, bisogna studiare, studiare, studiare, perché le oscillazioni dei mercati sono pericolose e un giorno potresti trovarti in profit del 100% un altro di meno 150%”. 

Come si fa a farlo?

Quando ho iniziato io, era più facile perdersi dei pezzi, oggi invece grazie alla varietà degli strumenti offerti dalle piattaforme di scambio citate prima, che scremano oltre 24.000 criptovalute, potresti utilizzare degli strumenti che ti permettono di avere degli interessi anche senza fare operazioni dirette sul mercato. Esistono tante piattaforme centralizzate (exchange), come Binance, Crypto.com, Coinbase, Bybit che facilitano l’ingresso in questo mondo oppure per i più esperti Pancakeswap, exchange decentralizzato che offre l’opportunità di scovare nuove “gemme” nelle loro prime fasi di avvio (parleremo di questo strumento in un articolo dedicato).

Se iniziassi ad investire ora, in cosa investiresti? Qual è il minimo budget da investire ? 

Iniziando ora ad investire, il primo consiglio che darei è quello di investire una parte del tempo e del denaro nella formazione in primis, almeno per avere delle basi. Una volta acquisite le basi, da un mio punto di vista, suggerisco di iniziare con un Exchange centralizzato (vedi Binance) che offre maggiore sicurezza, poi consiglio di scegliere un progetto che ha un significato e uno scopo. 

Io, per esempio, oggi seguo e sostengo con entusiasmo progetti come: 

  • Bitcoin 
  • Ethereum 
  • Solana 
  • Bnb
  • Avalance 
  • Chainlink

Sono progetti che nel tempo cresceranno e stanno portando innovazioni, che hanno un utilità. 

La bellezza di questo mondo è che le soglie di accesso per investire sono basse e  potrebbero partire da 10 – 100€ (e ovvio che ci metterai tanto a farli fruttare se non hai esperienza), quindi tutti potrebbero prenderne parte. 

Che cosa non si dovrebbe fare? 

Quello che dovresti evitare è innanzitutto affidarti a siti che ti promettono grandi guadagni (solitamente sono schemi ponzi ) o dare il controllo delle cripto a siti o persone esterne sono solo alcune delle cose da non fare.

Personalmente seguo un decalogo scrupolosamente che vi condivido: 

1. Non investire il capitale che non potete permettervi di perdere su progetti ad alto rischio 

2. Non tenere posizioni nel lungo termine su criptovalute come Bitcoin, Litecoin, Ethereum, Stellar e Monero, per esempio, e investire tutto per speculazione (trading), senza preparazione. 

3. Non Analizzare i white paper. Molto spesso non farlo ti porta a prendere parte a progetti senza fondamenti. 

4. Non essere emotivamente pronti a un percorso molto accidentato. È importante che i potenziali investitori in cripto-attività ricordino spesso che i massicci cambiamenti di prezzo sono la norma anziché l’eccezione per le cripto-valute in libera fluttuazione.

5.  Pensare che un basso prezzo del token sia un affare. Solo perché un token crittografico ha un prezzo per unità estremamente basso, non significa necessariamente che sia un affare. Il prezzo di una singola unità di un token senza contesto è quasi privo di significato. Tenerlo a mente aiuterà tanto. 

6. Farvi guidare dalla FOMO (fear of missing out). La paura di essere tagliati fuori, spesso abbreviata come FOMO, è quasi onnipresente nel settore cripto, per questo evitate di buttarvi solo perché hai paura di perdere quell’occasione. 

7. Inviare una grossa quantità di cripto ad un altro wallet senza prima aver fatto una prova con una porzione del capitale del valore di qualche euro. In questo caso basterebbe un errore e perdereste nell’etere le cripto. 

8. Scambiare l’investimento con il trading. Sono due mondi diversi che hanno approcci differenti. Il primo è per I risparmiatori che credono nel lungo periodo. Il secondo è vittima delle oscillazioni di mercato e comporta lo studio del mercato nel breve periodo e con un tasso di rischio alto. 

Ci sono altri consigli per il lettore?

Come investitori, è fondamentale comprendere che il mondo delle criptovalute è in costante evoluzione. È un settore caratterizzato da alta volatilità e cambiamenti rapidi. Tuttavia, è anche un campo ricco di opportunità per coloro che sono disposti a fare le ricerche necessarie, ad assumersi dei rischi e ad adottare un approccio diligente e informato agli investimenti.

Allo stesso tempo, è importante rimanere consapevoli dei rischi associati agli investimenti in criptovalute e adottare una strategia di gestione del rischio adeguata. Non bisogna mai investire più di quanto si possa permettere di perdere e ricordatevi,  è fondamentale diversificare il proprio portafoglio, “Don’t bet all your money in one egg”. 

Conclusioni

L’intervista a Siro Marras ci ha fornito una preziosa panoramica sul mondo delle Altcoin e sugli investimenti in criptovalute. Grazie alla sua esperienza e alle sue parole, siamo stati in grado di comprendere meglio le sfide e le opportunità presenti in questo settore in continua evoluzione.

Se desideri approfondire ulteriormente questo tema e ottenere consigli personalizzati da parte di esperti del settore, ti invitiamo calorosamente a partecipare all’evento “Utili, Patrimonio e Rendite”, che si terrà a Cagliari il 26-27 marzo. 

E-mail: siromarras@mabmanagement.it

Su cosa vorresti che scrivessimo? Manda una mail a redazione@imprenditore.info per farcelo sapere

Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • sogi
  • sogi
  • banner-mobile-mastermind.png
  • osmcoin promo mobile
  • polidori
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • carlo partipilo
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • guru mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-virtual-coach.png

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

opportunità di investimento
Investimenti

Opportunità di investimento immobiliare a Vicenza con Capital Home

Se sei un imprenditore alla ricerca di opportunità di investimento promettenti, il mercato immobiliare di Vicenza potrebbe essere esattamente ciò che stai cercando.

Continua a leggere
Investimenti

Perché l’imprenditore accorto dovrebbe avere una parte dei suoi investimenti all’estero

Investire all’estero conviene sotto diversi punti di vista, motivo per cui avere una parte dei propri investimenti all’estero sta diventando sempre una scelta e una pratica comune tra gli investitori esperti e un’opportunità attraente per molti imprenditori. Dove conviene investire? In questa intervista con Ivan Cervellin, andremo ad approfondire perché un imprenditore accorto che vuole far crescere il proprio patrimonio personale dovrebbe avere una parte dei suoi investimenti all’estero e sfateremo alcuni dei timori più diffusi di coloro che sono attratti dagli investimenti esteri ma che non hanno ancora avuto il coraggio di iniziare.

Continua a leggere
utili
Investimenti

Strategie per fare più utili in azienda

Se desideri massimizzare gli utili della tua azienda, è essenziale adottare una serie di strategie mirate e metodologie di gestione finanziaria efficaci. 

Ne parliamo oggi con Stefano Ciotti.

Continua a leggere