• osmcoin promo
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • BANNER-mastermind.png
  • guru jobs
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • BANNER-osmcoin.png
  • medical
  • BANNER-virtual-coac.png
  • bella vita cinzia
  • osm artigiani piu utili
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Il potere delle mete nell’espansione aziendale, dal sogno all’impresa

Segui Aline Improta
( 7 Followers )
X

Segui Aline Improta

E-mail :*

Paolo Valentini ci racconta la sua storia dal sogno alla creazione di un grande gruppo

Molti di noi hanno un sogno imprenditoriale, un’idea che brucia dentro di noi e che desideriamo trasformare in realtà. Ma come si passa dal sogno alla realizzazione?

La prima fase per creare un’impresa di successo è l’ideazione. Tutte le cose vengono create due volte, la prima nella tua mente.

“If you can dream it, you can do it”, “Se puoi sognarlo, puoi farlo” diceva il Walt Disney, fondatore dell’omonima azienda. Questo modo di pensare, vive anche negli stessi film di Walt Disney, dove viene ripetutamente insegnato a coltivare il proprio sogno e a credere in sé stessi. Prima di essere conosciuto in tutto il mondo, Walt ha ricevuto tanti rifiuti e fondato aziende che hanno fallito poco dopo, ma lui grazie alla forza del suo sogno non si è mai arreso, era sicuro che la sua idea avrebbe funzionato. Oggi Walt Disney è una delle aziende più famose al mondo, e direi impossibile non conoscere uno dei suoi film d’animazione.

Ecco il potere delle mete: trasformare un sogno imprenditoriale in una realtà tangibile.

Le mete rappresentano l’obiettivo finale che l’azienda si propone di raggiungere e forniscono una direzione chiara per il suo sviluppo. Quando i leader aziendali hanno una visione chiara di ciò che vogliono raggiungere e lo comunicano a tutti i membri del team, creano un senso di scopo e di appartenenza permettendo a tutti di lavorare insieme verso un obiettivo comune, massimizzando così le possibilità di successo.

È fondamentale quindi che un leader aziendale abbia e definisca mete chiare e stimolanti, coinvolgendo il team nel processo e monitorando costantemente l’avanzamento verso il raggiungimento di tali obiettivi. Solo così sarà possibile trasformare i sogni imprenditoriali in una realtà di successo.

In questa intervista, conosceremo meglio Paolo Valentini, l’imprenditore e l’uomo con il suo sogno. Paolo, socio di OSM I-Profile e dei Partner OSM Triveneto (Veneto, Friuli, Trentino e Alto Adige) ci ha raccontato la sua storia dagli esordi fino ad oggi, condividendo con noi i passaggi che hanno reso possibile passare dal sogno all’impresa!

Paolo, raccontaci un po’ di te!

Sono di un piccolo comune della provincia di Rovigo. La vita della mia piccola cittadina girava attorno alle attività che organizzava la mia parrocchia. Mi è sempre piaciuto stare a contatto con le persone e creare gruppo, quindi in quel contesto divenni l’incaricato di organizzare gli eventi, le gite e di coinvolgere le persone del paese in tutto quello che organizzava il parroco.
La mia famiglia aveva un’azienda agricola, in cui ho lavorato fin da ragazzo. Ricordo che quando ero alle superiori, d’estate, dopo la scuola andavo a lavorare nelle campagne e portavo con me a lavorare anche i miei amici per guadagnare qualcosina. Organizzavo il lavoro e la squadra. Questa cosa mi ha stimolato fin da giovane ad avere iniziativa e organizzazione.
Poi, ho frequentato la Facoltà di Economia a Venezia e mentre studiavo, per mantenermi, insieme a dei compagni, mettemmo su una società che si occupava di consulenza e servizi alle aziende. Seguì una parentesi milanese in un’azienda del gruppo Sole24ore in cui mi occupavo di marketing e commerciale e a 29 anni, decisi di ritornare in Veneto e aprire una società assieme ad un socio, anche lui veneto, nel settore dell’ottica. Tra il 2002 e il 2012 abbiamo creato una bella realtà nazionale e abbiamo sviluppato il primo CRM per i negozi di ottica che permetteva ai negozi di poter lavorare con iniziative di marketing sui propri database.

Ad un certo punto io e il mio socio ci ritrovammo ad avere due mete diverse: io volevo far diventare la nostra azienda una grande realtà e portarla in tutta Europa e da lì nacque poi la decisione di dividerci.
Dopo quell’esperienza, mi ero convinto di voler rimanere da solo, avevo messo da parte il mio sogno di costruire una grande squadra. Poi iniziando a lavorare con OSM prima da cliente e poi da consulente mi si è riacceso il sogno: nell’ottobre 2013 Ho aperto il quarto partner I-Profile Osm in Italia.

Ricordo bene, che dopo aver seguito il corso Leadership tra mie mie mete scrissi: Guido un gruppo di 100 persone.

Il desiderio di creare espansione e una grande squadra si era riacceso in me come il primo giorno.
Poi, nel 2016 ho riscritto le mie mete: espandere la società in tutta la Regione.

Alcune persone mi chiedevano: “Paolo perché non sviluppi OSM Ottica? Tu sei un esperto del settore puoi aiutare tanti imprenditori!” La mia risposta fu: “aiuterò gli imprenditori del settore ottica e non solo. Mi sembra stretto limitarmi solo ad un settore, voglio gestire qualcosa di più grande, voglio creare una grande rete in tutto il TRIVENETO!”

Oggi, febbraio 2024, in tutto il Veneto ci sono 22 partner e 108 persone!

Mentre Paolo mi raccontava questo traguardo, ricordando gli inizi, quando era lui da solo e tutto questo non esisteva, ma lo immaginava, i suoi occhi emanavano una grande luce. Guardando negli occhi di una persona mentre parla dei propri sogni e aspirazioni, spesso si può notare una luce speciale, un bagliore che illumina il loro sguardo. Questa luce è l’espressione della passione e della determinazione che si nasconde dietro i loro desideri più profondi. Quando abbiamo un obiettivo che ci appassiona, si accende una fiamma dentro di noi che ci spinge a fare tutto il possibile per realizzarlo. Questa motivazione ci dà la forza di superare le difficoltà e ci dà il coraggio di affrontare le sfide che incontriamo lungo il percorso.

Quali sono state le difficoltà e come le hai superate?

In tutti i percorsi arrivano dei momenti in cui ti sembra che le cose stiano diventando più difficili. Più grandi sono le tue ambizioni, più grandi sono le sfide che ti si presenteranno. Io cosa faccio? Ricordo di quando ero bambino o quando ero all’università, ritorno a quel pensiero: “farò qualcosa di grande!” E mi dico: “VAI AVANTI COSÌ, NON PERDERE LA FIDUCIA IN TE STESSO E IN QUELLO CHE PUOI FARE, VAI E COINVOLGI UN SACCO DI PERSONE! E poi c’è una bussola importantissima: i TUOI PRINCIPI, persegui la tua vita e i tuoi progetti seguendo quelli che sono i tuoi valori.

Come si trasforma una meta in un progetto chiaro e perseguibile?

Il desiderio di rivincita ti dà tutta la forza per realizzare ciò che desideri. In Osm ho trovato gli strumenti tecnici per realizzare i sogni in realtà, è questo quello che facciamo oggi con i nostri clienti attraverso la consulenza e la business school. Le mete diventano espansione se tu continui ad alimentare con l’entusiasmo che avevi da bambino e poi, le altre componenti indispensabili sono le persone, i numeri e il management!

La traduzione delle mete ho compreso che si basa su un principio: sulla vincita delle persone.
Coinvolgi le persone nella tua visione e in un progetto comune!

Non c’è espansione se non passi attraverso il successo di altre persone.

PAOLO VALENTINI

La meta e il tuo team

Per realizzare grandi mete, coinvolgere il tuo team è fondamentale perché solo attraverso il sogno di ognuno di loro puoi pensare a costruire di qualcosa di davvero grande. Deve arrivare loro l’amore e l’interesse, “la mia meta è grande e coinvolge anche la tua!“

I nuovi progetti passano attraverso dei nomi, solo così puoi pensare di duplicare i tuoi obiettivi!
Guarda le persone negli occhi e cerca di capire che sogno aveva e perché non ci è riuscito, cerca di vedere il potenziale nascosto dentro di lui, quello che lui stesso si è dimenticato di avere e riaccendiglielo.

A chi ha abbandonato la sua meta…

Sappi che puoi sempre ricominciare. A volte ci vuole del tempo per ritornare a sognare, lo so. Fai una cosa, torna a pensare a quando eri bambino o a quando hai deciso di aprire la tua azienda, pensa alla cosa che ti ha fatto emozionare di più: lì dentro c’è il tuo perché! Abbandona tutto il resto, tu sei quella roba li.

Bisogna più togliere che mettere, così si arriva all’essenza! Se puoi ancora immaginarlo, puoi farlo!

Torna a credere e senza indugio a quella grande idea che ti ha permesso quel giorno di iniziare e chiediti che emozione stai provando adesso mentre ti stai ricordando quell’emozione lì. Questo è il segnale che è ancora tutto li, tutto il resto si deve eliminare

Dal sogno iniziale alla sua realizzazione, il percorso può essere lungo e pieno di sfide, ma seguendo i passi giusti è possibile trasformare il proprio sogno imprenditoriale in una realtà di successo.

Su cosa vorresti che scrivessimo?

Manda una mail a redazione@imprenditore.info per farcelo sapere!

a cura di Aline Improta

Segui Aline Improta
( 7 Followers )
X

Segui Aline Improta

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile
Avatar photo

Aline Improta

La scrittura è fin da piccola il mio grande amore. Giornalista pubblicista dal 2010, negli ultimi dieci anni, ho riversato la mia passione in un altro settore: il marketing. Dopo anni a scrivere per le aziende, ritorno all'anima che c'è dietro ognuna di loro: gli imprenditori e tutte le persone che vivono in quell'ecosistema. Vi starete chiedendo come... Sono Editor e Ghostwriter per Engage Editore. la prima casa editrice italiana che pubblica libri dedicati agli imprenditori scritti da imprenditori. Amo le persone e credo che in ognuna di esse ci sia una luce da tirare fuori e una bellissima storia da raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Azioni Vincenti nella Gestione di Impresa Storie di Imprenditori

La responsabilità sociale delle imprese nella lotta alla fuga dei talenti dall’Italia: la campagna di rientro in Patria dell’azienda campana PLC-City

Parlando di mete che fanno la differenza per le aziende, per il futuro e per il nostro Paese, non possiamo non parlare dell’importanza della responsabilità sociale delle imprese verso i giovani. Le aziende e gli imprenditori di ogni regione, giocano un ruolo fondamentale e cruciale per bloccare questo fenomeno. La responsabilità sociale delle imprese nella lotta alla fuga dei talenti dall’Italia è la meta che davvero può fare la differenza per il futuro del nostro Paese. Dalla Campania che arriva la grande notizia di un’azienda che si è contraddistinta come esempio di eccellenza non solo nel suo settore, ma anche in termini di impegno sociale per il territorio: PLC city .

Continua a leggere
Azioni Vincenti nella Gestione di Impresa Storie di Imprenditori

Costruisci qualcosa di più grande con il tuo business: supporta uno scopo nobile e realizzerai mete oltre l’immaginabile

Nel mondo degli affari, l’obiettivo principale di molte aziende è spesso quello di generare profitti e crescere costantemente. Tuttavia, c’è un movimento in crescita tra gli imprenditori che mirano a costruire qualcosa di più grande con i loro business, integrando uno scopo nobile nella loro attività. In questo articolo, conosceremo un realtà che ispira il cambiamento grazie alla sua missione nobile: lo Studio Massaiu del dottor Giuseppe Massaiu.

Continua a leggere
Azioni Vincenti nella Gestione di Impresa

Come gestire uno s-collaboratore in azienda?

Negli scorsi articoli abbiamo visto come, attraverso la selezione di persone di valore e creando un ambiente positivo, meritocratico e collaborativo è possibile attirare a sé i migliori profili sul mercato e far crescere la propria azienda grazie al nuovo paradigma: IL CAPITALE UMANO GENERA IL CAPITALE ECONOMICO. In quest’ultimo articolo della nostra miniserie su HR Management, il segreto per costruire un’azienda di successo, parleremo invece di un altro tipo di situazione, sicuramente poco piacevole per un imprenditore, avere degli s-collaboratori in azienda.

Continua a leggere