• medical
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • osmcoin promo
  • BANNER-osmcoin.png
  • bella vita cinzia
  • BANNER-mastermind.png
  • BANNER-virtual-coac.png
  • osm artigiani piu utili
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • guru jobs
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Il giusto mindset dell’investitore

mindset dell’investitore
Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Se pensi al mindset dell’investitore di successo, ti viene in mente il classico lupo di Wall Street con anni e anni di esperienza finanziaria? 

Ebbene, non sempre è così! 

Oggi ti racconto la storia di Gianluca Barbagallo, un odontoiatra che ha osato oltrepassare la linea tra il dentista e l’investitore. Così, non solo ha superato l’esame di abilitazione dell’OCF per diventare consulente finanziario autonomo, ma ha deciso di rivoluzionare il modo in cui concepiamo gli investimenti. 

Se pensi che gli affari e gli investimenti appartengano a mondi separati, lascia che la storia di Barbagallo ti mostri come un mindset dell’investitore innovativo possa essere il trampolino per il successo finanziario, anche partendo da un background completamente diverso. 

Unisciti a noi in questo viaggio, dove l’audacia incontra la finanza e scopri come anche tu puoi ridefinire il tuo percorso negli investimenti.

Come hai iniziato questo viaggio finanziario parallelo alla tua carriera di odontoiatra? Cosa ti ha ispirato a iniziare e cosa hai imparato da quella prima avventura finanziaria?

Come un qualsiasi libero professionista con un reddito, sono stato avvicinato da promotori finanziari e agenti assicurativi che mi proposero di investire in piani di accumulo, in pensioni integrative, in polizze da investimento etc…

Durante il lockdown del Covid19 ho avuto il tempo per studiare molto queste tematiche sulla finanza personale che mi stavano molto appassionando. In quel periodo capii come funzionava l’industria del risparmio gestito in Italia; il pensiero che tutte le persone che conoscevo e che incontravo (a causa del fatto che fossero ignoranti dal punto di vista finanziario) fossero “vittima” di situazioni poco trasparenti, con portafogli inutilmente costosi, che non fossero a conoscenza dei veri costi pagati, mi ha smosso qualcosa dentro. 

Quindi nel mio piccolo ho deciso di provare ad innovare questo mercato.

Per farlo, ho fatto corsi, master, ho studiato molto ed ho superato l’esame di abilitazione dell’OCF per fare il consulente finanziario autonomo. Da quel momento ho orientato questa professione nel realizzare gli obiettivi di vita del cliente:

– Università per i figli

– Capitale per sostenere i figli da grandi (matrimonio, acquisto prima casa, progetto imprenditoriale…)

– Smettere di lavorare a 60 anni

– Acquisto di casa al mare etc…

E questo è l’approccio su cui si basa l’investimento per obiettivi. Il punto è che chi non affronta il processo di investimento con una prospettiva basata sui propri obiettivi molto difficilmente avrà successo sui mercati.

Ricordo che “le persone” siamo noi, siete voi, sono i vostri parenti, i vostri genitori, nonni, zii, i vostri figli, i vostri colleghi, i vostri dipendenti, il vostro datore di lavoro. Le persone che non stanno ottenendo alcun valore da questa “intermediazione di prodotti finanziari” non sono un’entità astratta, che si fa fregare in qualche ufficio astratto da impiegati e promotori astratti.

È tutto molto reale, e riguarda tutti voi, e le vostre famiglie. Io voglio cambiare tutto questo. 

Qual è, secondo te, il mindset cruciale per avere successo negli investimenti, specialmente partendo da una professione diversa?

Fino ad un po’ di tempo fa si pensava che negli investimenti comandasse la logica…se ti do 1 oggi o 10 domani tutti scelgono 10 domani. In realtà non è così.

Può sembrare difficile capire come il mondo della finanza, che è intriso di numeri e matematica, in realtà sia governato dalla psicologia. Kahneman, fu uno psicologo che vinse il premio Nobel per l’economia inventando quella che è conosciuta oggi come finanza comportamentale. Quando dobbiamo prendere una decisione lo facciamo in base a dei bias, delle euristiche, dei pregiudizi, delle scorciatoie di pensiero.

In finanza i baias più comuni degli investitori li portano a fare determinate scelte, vediamone alcuni:

  • Avversione alla perdita

L’avversione alle perdite avviene quando gli investitori sentono maggiore peso psicologico nel sopportare le perdite rispetto al piacere del trarre guadagni dai mercati. Nell’ambito degli investimenti, questo bias si concretizza nel fatto che gli investitori preferiranno vendere gli strumenti che sono in guadagno mentre vorranno sperare fino all’ultimo che gli strumenti in perdita recuperino piuttosto che vendere in perdita.

  • Home bias

Porta l’investitore a preferire ciò che conoscono o che sente vicino, come gli strumenti finanziari nazionali (es: azioni o obbligazioni italiane, nel nostro caso). Questo causa una scarsa diversificazione di portafoglio e dunque una sovraesposizione a specifiche aree geografiche. Lo stesso può avvenire con riferimento a strumenti finanziari già noti perché usati da genitori o amici ma che non necessariamente rappresentano la scelta migliore in generale, anzi sappiamo che spesso si tratta di strumenti inefficienti e con costi molto elevati.

  • Bias dello status

Il bias dello status quo consiste nel preferire la situazione attuale rispetto ad altre soluzioni possibili ma che richiedono cambiamenti. Tenendo conto del mondo degli investimenti, un esempio può essere facilmente riscontrato nella preferenza della maggior parte degli investitori a mantenere il proprio portafoglio di investimenti in banca, nonostante l’evidente conflitto di interessi e i costi spesso molto elevati, anziché rivolgersi ad un consulente finanziario indipendente.

Il mindset cruciale per avere successo negli investimenti è invece scegliere con cura e un’attenta pianificazione i propri obiettivi di vita e mantenere nel tempo la propria visione senza farsi influenzare negativamente dai rumors del momento e restando coerenti con il proprio profilo di rischio e orizzonte temporale. La battaglia si vince tutta qui. Sembra banale, ma è davvero tutto qui.

Quali sono, secondo te, gli errori che andrebbero evitati?

Errore n.1: Ignorare l’educazione finanziaria 

Secondo me non puoi permetterti di non sapere. Stiamo parlando del fatto che lavoriamo una vita intera per poi vedere il frutto del nostro lavoro così maltrattato?

Se hai un patrimonio che desideri proteggere, fai parte di quel gruppo molto numeroso di italiani con una ricchezza privata degna di attenzione. Gli italiani infatti godono di uno standard di vita tra i più elevati al mondo, abbiamo seconde e terze case, andiamo sempre in vacanza etc. etc…

Tantissimi studi dimostrano come in Italia il grado di alfabetizzazione finanziaria sia da ultimi al mondo. Non è un caso che molte persone perdono soldi in truffe (trading online, NFT, Crypto, Forex) e che brucino decine di migliaia di euro perché confondono i mercati finanziari con il casinò.

Il problema è che imparare a gestire i soldi dovrebbe essere il tuo primo lavoro!

Errore n.2: Troppa preoccupazione per il breve termine

Solitamente tutti cerchiamo di investire per il lungo termine, dal momento che il nostro orizzonte temporale è lunghissimo. A volte però subentra la paura e ci fa prendere delle decisioni di breve termine deviando tutti gli obiettivi di lungo termine che dovremmo perseguire. E quindi entriamo e usciamo dai mercati senza reale motivo.

Errore n.3: Puntare su investimenti di nicchia o inutili

Non bisogna investire sulla base delle mode e quindi andare una volta sugli ESG, poi sull’Idrogeno, poi sulle auto elettriche, poi i mercati emergenti etc etc… Esempi di investimenti inutili invece possono essere: azioni bancarie, immobili acquistati a caso magari vicino casa nostra o dove andiamo in vacanza.

Errore n.4: Sovrastimare le proprie abilità.

Spesso alcune persone prese dall’overconfidence si credono bravi perché hanno investito in determinate azioni che sono andate bene. Qui il problema è che se fate trading senza esserne all’altezza prima o poi andrete a schiantarvi. Ricordate che uno dei capisaldi del buon investitore è la diversificazione.

Errore n.5: Inseguire il market timing

«Far more money has been lost by investors trying to anticipate corrections, than lost in the corrections themselves» – Peter Lynch (Molti più soldi sono stati persi dagli investitori provando ad anticipare le correzioni di quelli persi nelle correzioni stesse).

Con il termine “market timing” si intende il tentativo di entrare ed uscire dal mercato in anticipo rispetto a future salite e discese. L’investitore vende un titolo dopo aver conseguito un guadagno che ritiene congruo e poi si aspetta di riacquistarlo in futuro ad un prezzo più basso, per poi rivenderlo ad un prezzo più alto. E così via nel tempo, cercando sempre di essere nella direzione giusta nel momento giusto.

Nell’immaginario di molte persone questa è la cosa corretta da fare e questa è la capacità che ogni “esperto” dei mercati finanziari dovrebbe avere. Nella realtà tutti gli studi concordano con il ritenere il market timing assolutamente ininfluente nelle dinamiche di lungo periodo. 

Considerando la tua esperienza, quali consigli daresti a un imprenditore che sta pensando di iniziare a investire? 

Per definizione, l’investimento si riferisce all’acquisizione e alla gestione di un portafoglio di attività finanziarie, al fine di generare profitti a lungo termine.

Fare trading si riferisce a tutte le operazioni di acquisto e vendita effettuate sui mercati finanziari, al fine di trarre vantaggio dalle variazioni del prezzo degli asset, nel breve periodo. Questa attività può essere assimilabile al più noto “giocare in borsa”.

Per un imprenditore, non posso che ritenere obbligatorio il fatto di rivolgersi ad un consulente finanziario indipendente. 

Iniziamo con il distinguere cosa sono la consulenza finanziaria e la consulenza finanziaria indipendente.

Quanto un aggettivo può fare la differenza?

Il consulente finanziario indipendente è un professionista nella finanza che non lavora per nessuna banca o rete commerciale, ma solo per il cliente a parcella. La parcella è la sua unica fonte di remunerazione che gli garantisce imparzialità nelle scelte e assenza di conflitti di interesse nell’offerta del servizio di consulenza finanziaria. Il consulente finanziario indipendente, a differenza dei consulenti che lavorano per banche e reti commerciali, non percepisce nessuna commissione o provvigione da parte di intermediari o emittenti finanziari in quanto gli è vietata la vendita.

Perché non ne hai mai sentito parlare?

La professione del consulente finanziario indipendente rappresenta ad oggi la novità più assoluta del mercato finanziario italiano, composto fino a poco tempo fa da soli dipendenti bancari e agenti di vendita monomandatari. Il riconoscimento della professione del consulente finanziario indipendente da parte delle istituzioni è avvenuto nel 2019 con la partenza dell’Albo Unico dei consulenti finanziari OCF. Negli USA esiste dagli Anni ‘70!

Totalmente differente inoltre il processo di consulenza. In Italia c’è questa fiducia reverenziale verso le banche e i soggetti a cui si affidano i propri risparmi. Dal canto loro, i risparmiatori si aspettano che questa fiducia venga ripagata con una consulenza adeguata, che magari preveda anche degli investimenti sicuri e con un ottimo rendimento. 

Tuttavia, questa è solo illusione.

Il problema è infatti il modo in cui operano queste società finanziarie (banche, promotori, assicurazioni). 

Qual è il loro processo? 

Prima creano il prodotto (o un portafoglio di investimenti) e poi cercano di venderlo. E lo fanno senza prima acquisire una benché minima informazione riguardo al loro potenziale cliente. Non è importante se hai 25 anni e ti hanno appena assunto con uno stipendio minimo, oppure se sei un imprenditore che vuole andare in pensione.

Anche se questi due profili sono differenti, e hanno dunque necessità diverse, ti venderanno comunque gli stessi prodotti: ovvero quelli che più convengono a LORO, in termini di commissioni guadagnate.

L’approccio corretto è invece quello analizzare la posizione personale del cliente e capire insieme a lui quali possano essere gli obiettivi di vita che vorrebbe raggiungere. E questo è l’approccio su cui si basa l’investimento per obiettivi. Il punto è che chi non affronta il processo di investimento con una prospettiva basata sui propri obiettivi molto difficilmente avrà successo sui mercati. Chi invece sa dove vuole arrivare, con la giusta strategia e la giusta pianificazione, giungerà sereno alla meta.

Conclusioni

In conclusione, la storia di Gianluca Barbagalli ci insegna che il mindset dell’investitore di successo non è prerogativa esclusiva di figure stereotipate di Wall Street. Attraverso impegno, studio, e una visione centrata sugli obiettivi, anche chi proviene da ambiti diversi può ottenere risultati straordinari nel mondo degli investimenti.

Il suo percorso, segnato dalla volontà di innovare l’approccio alla finanza personale in Italia, dimostra l’importanza di un’educazione finanziaria solida e di un cambiamento di prospettiva. Lontano dai cliché, Barbagalli ci invita a considerare l’investimento come un mezzo per realizzare i nostri obiettivi di vita, che siano legati all’istruzione dei figli, all’acquisto di una casa al mare o alla tranquillità finanziaria in pensione.

Nel suo impegno a cambiare il paradigma dell’intermediazione finanziaria, emerge un appello a tutti noi: comprendere, pianificare e investire in base ai nostri obiettivi personali. Solo così, abbracciando un mindset orientato al futuro, possiamo sperare di navigare con successo nei complessi mari degli investimenti.

Per saperne di più:

Gianluca Barbagallo | LinkedIn

Gianluca Barbagallo

Su cosa vorresti che scrivessimo? Manda una mail a redazione@imprenditore.info per farcelo sapere

Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • guru mobile
  • osmartigiani piu utili mobile

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

investire 10-20k
Investimenti

Come investire 10-20K

Oggi scopriremo insieme come fare di 10-20 K un trampolino di lancio verso una crescita finanziaria significativa.

Continua a leggere
diamanti
Investimenti

Investire nei materiali preziosi: diamanti

I diamanti sono così attraenti non solo per la loro bellezza estetica, ma anche per la loro versatilità come risorsa finanziaria. Leggendo questa intervista, potrai ottenere preziosi consigli su come avvicinarsi ai diamanti come investimento, quali aspetti considerare e quali errori evitare.

Continua a leggere
iniziare ad investire
Investimenti

Cosa fare per iniziare ad investire nel pratico

Come affrontare concretamente un percorso finanziario ed iniziare ad investire? Ce ne parla Felipe Orrego

Continua a leggere