• bella vita cinzia
  • desktop barbagallo
  • BANNER-virtual-coac.png
  • valentini desktop
  • BANNER-mastermind.png
  • medical
  • BANNER-osmcoin.png
  • osmcoin promo
  • barbagallo mobile
  • guru jobs
  • giro in mongolfiera desktop
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • polidori
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • carlo partipilo
  • polidori
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • osmcoin promo mobile
  • carlo partipilo
  • Valentini mobile
  • guru mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • giro in mong mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner medical mobile
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • barbagallo mobile
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • sogi
  • sogi

I segreti della pandemia

Pandemia
Segui Gerardo Orlandi
( 0 Followers )
X

Segui Gerardo Orlandi

E-mail :*

Quello che seguirà è l’articolo più importante che potessi scegliere di scrivere, perché le informazioni contenute, oltre che essere ovviamente certificate e ormai facilmente verificabili, hanno fatto, fanno e faranno la differenza tra la vita e la morte, sia metaforica che fisica. 

Il mio compito è, infatti, portarvi punti di vista inusuali, diversi dalla vulgata comune, ma non per questo meno reali … anzi!!!

In questo caso lo farò cercando di evidenziare le incredibili incongruenze ed omissioni che ci hanno visto vittime più o meno inconsapevoli. Uso il pronome NOI per solidarietà, io per fortuna li ho sgamati. Ma tutto è uno, senza separazione, quindi sono solidale. Probabilmente perché, per dirla con Sherlock Holmes, “L’EMOZIONE OSTACOLA IL RAGIONAMENTO”.

Ergo, se sottoposto a forte stress, difficilmente avrò lucidità. Questo conosciutissimo principio base di psicologia, un’abbondante ignoranza diffusa (si parla, in Italia, di quasi un 80% di ANALFABETI FUNZIONALI, gente a cui una principale e due subordinate fanno sanguinare le orecchie!!) ed una necessità ancora più forte di omologazione ed accettazione, soprattutto in epoca di social, sono stati gli ingredienti di questa pozione magica, un incantesimo ingigantito dai media mainstream. Media, che insieme ai mandanti dell’operazione CORONA … anzi, “commissariati” dagli stessi, sono il fattore in comune con gli eventi ucraini. Come i cani di Pavlov, sbavano o abbaiano a comando! 

Guerra e pandemia, infatti, sono due pilastri della strategia che vuole portare l’umanità verso l’AGENDA 2030, tanto cara a Davos ed al suo leader KLAUS SCHWAB (il famigerato GREAT RESET, quello del “NON POSSIEDERAI NIENTE E NON SARAI MAI STATO COSI’ FELICE”). Sono come le pareti che portano i capi al macello, si stringono e non lasciano via di uscita. Quando ti accorgi del pericolo, ormai è troppo tardi. Per averne conferma basta leggere i saggi del buon Klaus, tra cui “LA QUARTA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE”, nel quale, oltre ad enunciare i “bei” propositi di cui sopra, definisce gran parte dell’umanità “USELESS EATERS”, mangiatori inutili … simpatico, Klaus!!! (già il nome odora un po’ di KAPO’!!) 

Abbiamo già visto (e purtroppo temo vedremo meglio più avanti), come le conseguenze del conflitto, questa volta, ci tocchino per il momento non direttamente (nessuna chiamata alle armi), ma comunque molto da vicino. Grandi sembrerebbero i cambiamenti di cui sarà foriero questo fattore esogeno. Evidentemente, però, andava alzata la soglia di percezione delle persone, nella gran parte dei casi indifferenti. E quale miglior propellente se non la paura?

É infatti la paura, propagandata ad arte dai pennivendoli di regime, il fattore chiave che ha reso possibile LA PIU’ GRANDE PSYOPS DI SEMPRE.  Con il termine di PSYOPS si intendono quelle operazioni di guerra psicologica atte a modificare o indirizzare il comportamento di un determinato target. Uno degli esempi più classici è la strategia della tensione italiana degli anni ’70. Eventi reali e non (come le cosiddette operazioni FALSE FLAG) che puntano ad indirizzare opinione pubblica e governi verso la direzione desiderata, spingendoli a prendere decisioni che, senza quel preciso innesco, non avrebbe mai preso. 

Ebbene, l’OPERAZIONE CORONA (mutuando il nome dal fantastico saggio di Bizzi, Bosco e Martini) è stata la più imponente ed invasiva manipolazione antropologica e sociale di massa mai messa in atto. Sono certo che alla fine di questo mio articolo avrò seminato il dubbio, unica vera fonte di conoscenza. Purtroppo per noi, sarà anche chiaro che la VERA GUERRA É NEI NOSTRI CONFRONTI IN QUANTO GENERE UMANO, TROPPO “NATURALI” per i futuri disegni tecnocratici, iper tecnologizzati, disumanizzanti e “PANOPTICON STYLE” di Herr Klaus e dei suoi sodali. Non per niente, la SCIENZAHHH è l’arma prescelta per questo attacco. Eletta a dogma religioso, assolutista, quando di dogmatico e religioso non dovrebbe avere un bel niente.

Non esiste la SCIENZA, esiste il METODO SCIENTIFICO, il quale, per sua natura, non può mai essere statico, ma sempre in evoluzione. Da ogni ipotesi non confermata sperimentalmente nascono nuove ipotesi, e riparte il giro. Il nostro progresso (quanto meno tecnologico, per il resto sembra più regresso) lo dimostra. Così non fosse, praticheremmo ancora i salassi con le sanguisughe. Se poi parliamo di andare contro l’eventuale dogma ufficiale, i nomi e le vicende di Giordano Bruno e Gesù Cristo (posto che uno ci creda) dovrebbero averci insegnato qualcosa.

Veniamo al dunque. 

Innanzitutto vi chiedo, cari i miei novelli “NEO” di MATRIXIANA memoria, nel leggere queste mie righe, di sospendere per un attimo il giudizio. Immagino, infatti, che la prima reazione possa essere quella di bollarle come “le solite fantasie complottiste”. Osho spiega bene questi meccanismi nel suo “LA MENTE CHE MENTE”.

Mi urge, a questo punto, premettere una cosa. Il termine “COMPLOTTISTA” venne coniato dalla CIA per delegittimare le teorie ritenute scomode in merito all’omicidio JFK  ed alla famosissima “pallottola pazza” (veramente esilarante!!). Quindi, la fonte non è che mi ispiri molta fiducia, visti i precedenti. In secondo luogo, converrete con me che per prendere qualsiasi decisione, è sempre meglio avere più informazione possibile. E’ la base del DATA ANALYSIS. Se non ho chiaro tutto il quadro, il rischio che la scelta si riveli fallace è molto più alto. Nel caso specifico, mi piange veramente il cuore, fratelli, dover constatare che ormai “I BUOI SONO SCAPPATI”, la scelta è già stata fatta.

Resta, però, fondamentale, a mio parere, identificare i trucchi del nemico, così che la prossima volta non ci si caschi più. Sono i meccanismi psicologici innestati che mi interessa smontare, in vista del secondo round. Perchè, BROS, mi spiace dirvelo, ma ci sarà un secondo round, … anzi …già la guerra in Ucraina ne ha i connotati, è la stessa operazione, ma fatta con oggetto diverso … torneranno ancora con la paura della morte, funziona sempre. Ecco perché resta un problema attualissimo, i fiori di domani nascono dai semi di oggi. O, al contrario, mutuando il più grande comico di sempre, Bill Hicks, “ SE SI TRATTA DI DATE DI SCADENZA, NON PARLATEMI DI GESU’”!!! Capire il passato aiuta nel presente a prendere decisioni per il futuro.

Quindi, amici, mente aperta, in alto i cuori (anche i calici, se li avete!!), logica a portata di mano (quella non deve mai mancare. Con i nostri principi investigativi del CUI PRODEST e FOLLOW THE MONEY pronti sul tavolo) … e VIA … GIU’ NELLA TANA DEL BIANCONIGLIO!!!! 

Prima domanda: PILLOLA ROSSA O PILLOLA BLU? Sto scherzando … PILLOLA ROSSA, tutta la vita … altrimenti che sarei qui a fare … 

Bene, cominciamo dall’ennesima confessione: IO SONO UN NO-VAX. Non uno dell’ultima ora, spuntato negli ultimi tre anni. Ovviamente, fino a quando hanno scelto per me i miei genitori (parliamo degli anni ’70), ho ricevuto tutti i vaccini richiesti. Penso di aver fatto l’ultimo a militare, nel 1994. Da allora, fortunatamente, ho avuto accesso ad una serie di informazioni che mi hanno fatto, per così dire, drizzare le antenne. Innanzitutto, il nostro corpo è fatto in maniera tale che tutto ciò che entra (tramite respirazione, traspirazione, o dal cavo orale) è filtrato da organi addetti, i quali cercano di “ripulire” le sostanze, creando scarti da eliminare e immettendo quanto di buono rimasto nel sangue, per farlo trasmettere a tutto l’organismo.

Questo, a spanne, il nostro funzionamento biologico, ovviamente in buone condizioni. Va da sé che uno squilibrio in questi processi può causare problemi di salute. Tornando a bomba, per quel che mi riguarda quindi, non vedo di buon occhio il farmi iniettare direttamente sostanze nel flusso sanguigno, saltando a piè pari le mie difese … fossi nella Milano manzoniana, forse forse potrei fare eccezione … ma non mi sembra questo il caso. 

Al di là della ridicola questione meramente lessicale sul termine NO-VAX, che ho già trattato nel primo articolo su commissione del gruppo “NO GEGIA”, è altrettanto divertente notare come per moderno NO-VAX si debba intendere, oggi, a termini di legge, chiunque non si sia iniettato l’ultima dose “consigliata” da governo, AIFA, OMS, e compagnia cantando … “NE HAI FATTE TRE? SIAMO ALLA SESTA … NOOOOVAAAXXX!!! FUORIIIII!!! Se poi penso che, per quante una persona ne abbia fatte, ha comunque firmato un consenso informato che deresponsabilizza i medici da qualsiasi conseguenza, la faccenda comincia a prendere connotati grotteschi. 

UNO, perché, come già evidenziato nel mio primo articolo, CONSENSO ed OBBLIGATORIO insieme sono un ossimoro, non ci azzeccano. Se in mancanza del mio SI mi neghi lavoro e scuola, converrete con me che assomigli più al consenso di colui che viene rapito. Ed infatti, “O FAI QUESTO O NON FAI QUELLO”, si chiama ricatto, lo si usa anche con i figli … Se poi parliamo dell’INFORMATO, beh … siamo nell’ambito della fantascienza. Perchè per avere sicurezza sulle conseguenze, buone o cattive che siano, di un vaccino qualsiasi ( funziona o meno, reazioni avverse, etc …) occorrono anni e anni di vigilanza attiva, perchè non è detto che le conseguenze siano immediate, visto che ogni persona è biologicamente diversa.  Quindi, cambiando il terreno, cambiano le interazioni. 

DUE, perché lo stesso inventore della tecnica ad MRNA, DR Robert Malone, nutre dubbi sulla sicurezza, dato che le variabili della fisiologia umana sono infinite e la nostra conoscenza di esse infinitamente inadeguata. 

TRE, perchè se l’informazione che mi arriva è fornita dallo stesso produttore (o da organi ufficialmente istituzionali, ma nella pratica controllati e finanziati dagli stessi produttori, quindi i controllori finanziati dai controllati … bah, mi sembra clamorosamente folle, ma forse sono io che sono pazzo!!!) capirete che potrebbe esserci un leggerissimo conflitto di interesse… il contadino non potrà mai parlare male del suo latte!!! 

QUATTRO, perchè chiamarli VACCINI è un trick, un trucco lessicale. Vaccinarsi è, infatti, sempre consistito nel farsi iniettare una dose minima del virus da combattere, quanto bastava per far sì che il nostro sistema immunitario cominciasse a produrre le difese. Nel caso specifico attuale, con la tecnologia MRNA (parente della CRISPR) si deve parlare di TERAPIA GENICA. E siccome, per questioni di “urgenza”, non si sono potuti fare i necessari e routinari passaggi, che avrebbero richiesto tempo ma soprattutto montagne di soldi, dobbiamo ritenerla per di più SPERIMENTALE, dato che è stata per la prima volta testata su di un numero importante di soggetti. Quindi, abbiamo fatto da cavie a BIG PHARMA. E, solitamente, le cavie vengono quanto meno retribuite.

CINQUE, per il fenomeno della TRASCRITTASI INVERSA, iniettare RNA modificato provoca modifiche al DNA, cosa con la quale non sarebbe mai bene giocare. Tanto che in altre parti del mondo si sono adottati vaccini, diciamo, “classici”, e non questa nuova tecnologia “frankenstein”. E poi, vogliamo ricordare l’arrivo da sbarco sulla Luna dei primi lotti di vaccino (“conservare a -30, -80, le tute …), per poi, due mesi, dopo, vederseli somministrare in spiaggia, con tanto di Spritz in omaggio … ah, la dissonanza cognitiva!!! 

Ma da dove è arrivato questo nemico mortale? Possibile non fossimo preparati? La risposta ad entrambe le domande è l’ennesima tanica di benzina sul fuoco “complottista”.  

Per quanto riguarda l’origine, si è partiti col pipistrello che si accoppiava con la mangusta, poi il pangolino con il panda, la teoria dello SPILLOVER, il salto di specie … già all’epoca quei delinquenti dei NO-VAX sostenevano fossero baggianate, il tempo gli ha dato ragione. Oggi si sa che il luogo di origine è stato il laboratorio di WUHAN, un bio-lab nel quale operano scienziati di tutte le nazioni del mondo, non solo cinesi. In questa struttura vengono finanziati studi per il GAIN OF FUNCTION, il guadagno di funzione. Tradotto per noi mortali, si tratta di ingegnerizzare virus e vedere per cosa possono tornare utili … ma a che c…o mai potrà servire ingegnerizzare un virus, se non a fini bellici??

Ma sono l’unico che pretende un mondo normale, dove un virus può al massimo finire nelle mani delle istituzioni sanitarie, che lo dovranno studiare per eventualmente trovare una cura? Ora, stabilire se veramente sia uscito qualcosa, se l’eventuale fuga sia stata accidentale o intenzionale, è una storia a cui i ricercatori indipendenti si stanno dedicando. Tra l’altro, proprio in queste ore si sta tentando di installare uno di questi bio-lab in quel di Pesaro, situazione a cui dovremmo prestare molta più attenzione, visti i precedenti. 

Ci tengo, infine, a ricordare come anche due massimi esponenti della virologia mondiale, il professor DIDIER RAOULT ed il compianto scopritore del fantomatico virus dell’HIV, professor MONTAGNIER, avessero tempestivamente espresso dubbi sull’origine naturale del virus, ritenendolo, per le caratteristiche molto particolari se non uniche, più un prodotto da laboratorio. 

E qui si innesta il discorso sul virus. 

Ci avevano già provato negli anni passati con aviaria, suina, mucca pazza, ultimamente il vaiolo delle scimmie. Solo che la propaganda, evidentemente, non era riuscita ad essere così pervasiva e convincente. E sapete perché? Non esistevano gli smartphone con i social network, che hanno portato a ciascuno di noi, nel bene e nel male, miliardi di informazioni disponibili prima solo tramite TV, giornali o libri, amplificando ego e paure. E siccome sono diventati il prolungamento virtuale della nostra vita reale, quasi una second life, invasività ed influenza dello strumento sono oltre ogni precedente esperienza, quindi sconosciute, un salto nel buio.

Il nostro  SARS-COV2 è parente stretto del SARSCOV1, che abbiamo affrontato già anni fa. Ed infatti, di terapie mediche per combattere l’infiammazione ne esistono tantissime. VITAMINA D, VITAMINA C, CORTISONICI, EPARINA, PLASMA TERAPIA, LATTOFERRINA, IDROSSICLOROCHINA sono solo i rimedi ufficiali più famosi che, se somministrati precocemente, hanno consentito a centinaia di medici di ridurre i rischi per i propri pazienti, evitando ospedalizzazione ma soprattutto morti.

Sono le famose “CURE NEGATE”, conoscenze decennali di medicina ufficiale sacrificate sull’altare del DIO VACCINO (grazie Tiziana Alterio!!!), unica salvezza. Tutte demonizzate da istituzioni sanitarie e media mainstream, all’unisono. Alcune di queste, addirittura, denigrate quando proposte in Italia, ma accettate ed osannate se riproposte successivamente all’estero. Penso alla PLASMATERAPIA, scandalo per il quale si sarebbe tolto la vita quello che definirei l”eroe borghese” di oggi, il grandissimo DR. DE DONNO. Una persona per bene la cui anima non avrebbe retto di fronte al silenzio complice della classe medica di cui faceva parte. Impedire l’emersione di qualsiasi soluzione che non fosse il vaccino è stato un passo fondamentale, poiché l’approvazione, anche in via eccezionale, di un vaccino diventa legittima solo in mancanza di cure alternative valide. Quindi, se si fosse dimostrata la validità delle cure già esistenti, bye bye miliardi di dollari!!

Resta però il fatto che tutti i personaggi famosi ed abbienti che hanno contratto la malattia nel periodo clou se la sono cavata egregiamente in pochi giorni, segno che per loro non è valsa la pagliaccesca prescrizione di TACHIPIRINA E VIGILE ATTESA, ma che piuttosto si è usato quanto già si sapeva. Come potessimo essere impreparati è anch’esso un mistero, visto che a Settembre 2019 Bill Gates con la sua GAVI e l’Oms avevano appena simulato, nel famoso EVENT 201, una pandemia di livello globale, immagino per stabilire quali strategie seguire (pensate che colpo di c… fortuna? Simulo una pandemia che curo con i vaccini da me prodotti, e due mesi dopo …zac … COVID… piove sempre sul bagnato, … o ci stanno pisciando in testa???). Fatto sta che, evidentemente, gran parte dei partecipanti era distratta, vista l’incapacità di reagire dimostrata.

In questo momento le indagini che si stanno tenendo a Bergamo stanno evidenziando le lacune del nostro piano pandemico, ma soprattutto i clamorosi conflitti di interesse di tutti. Dai medici pagati per vaccinare, ai virologi televisivi al soldo di BIG PHARMA. Dalle farmacie che moltiplicavano i costi dei tamponi per 10 e quindi i relativi guadagni, agli straordinari strapagati degli infermieri che, con le terapie intensive teoricamente imballate, in piena emergenza pandemica …“ballavano Jerusalem”(AAARRRGGGHHH … DIVENTO HULK!!!!). Dai politici bisognosi di prebende ai media tradizionali sempre più in crisi e quindi anelanti quella mancia che il governo dava a chi sosteneva la versione ufficiale (chiedere a Fabio Duranti di RADIO RADIO per conferma). 

Lo strumento utilizzato per certificare la malattia è il tampone, bene. Sappiate che il suo inventore, Kary Mullis, purtroppo recentemente scomparso, ci ha vinto il Nobel, per questa scoperta. Bene. Lui stesso ha sempre sostenuto di aver creato una tecnica di osservazione che mai sarebbe potuta servire a fini diagnostici, in quanto foriera di un numero incredibile di falsi positivi, quasi il 90%. Per di più, l’osservazione andrebbe fatta “ingrandendo l’immagine di massimo 20-22 volte” (uso termini che sia io che voi possiamo facilmente comprendere). Bene. Nel verificare i nostri tamponi, i cicli usati erano più del doppio, 40-50 … ovvero fare di un granello di sabbia una montagna.

Ancora più in là. Il professor Stefano Scoglio, con altri medici, ha chiesto in via ufficiale a 126 istituzioni sanitarie mondiali la sequenza isolata del virus in questione. Bene, nessuno l’ha potuta fornire. Ma c’è di più. Negli Usa un cittadino ha preteso, con un FOIA (Freedom of information act, la possibilità di richiedere al governo informazioni sensibili in nome della libertà) al CDC (Center for Disease Control, il nostro ministero della salute, circa), che gli venisse fornita la sequenza ISOLATA (con tanto di definizione del dizionario) del virus SARSCOV2.

Bene. Il CDC risponde che, se per isolamento intendiamo separare un qualche virus dal proprio terreno di coltura, … tenetevi forte … “E’ UNA PRATICA CHE VA AL DI LA’ DELLE NOSTRE CAPACITA’ TECNICHE”!!!! Quindi, se non ho una sequenza genica da cercare, cosa possono trovare i tamponi? Ecco perché aumentare i cicli. Più positivi, più pandemia, più restrizioni, più vaccini. Positivi asintomatici … ma se sei asintomatico (senza sintomi) NON HAI NIENTE!!!!!! 

Ripeto, ragazzi, non sono qui a portarvi stupidate che penso io. Tutto quello che vi sto dicendo è informazione elementare, facilmente recuperabile e verificabile. Bisogna solo metterla vicino a quella che già abbiamo e provare a montare qualcosa di credibile. E’ sempre una questione di fiducia. Si è venduto l’AULIN per 20 anni, per poi scoprire quanto fosse dannoso. Ci si è fidati di qualcuno che l’ha prodotto, di qualcun altro che lo ha prescritto, di chi già lo aveva preso, di chi lo ha promosso. Si è sbagliato, succede. Ma è sempre questione di fiducia, ci fidiamo della versione ufficiale, del gruppo … quindi, piuttosto che buttare nel gabinetto, prima verificate, conviene … 

Torniamo alla infopandemia. Parliamo dell’uso delle mascherine. Siccome la memoria degli italiani, se non si parla di calcio, latita, vi sblocco un ricordo. Agli inizi della storia, non avevamo abbastanza mascherine, quindi il carrozzone sosteneva, giustamente, la tesi dell’inutilità. Ricordo che le mascherine chirurgiche vengono indossate dai medici per non “sputare nel paziente”, non certo per ripararsi da virus o cose del genere. Anche perché, viste le dimensioni di entrambi, sarebbe come voler tenere fuori le zanzare con un cancello. Anzi, al contrario, il fatto di continuare a respirare per ore i propri “GAS DI SCARICO” provoca acidificazione del sangue, ipossia, ipercapnia, dovute alla non corretta ossigenazione.

Inoltre, a livello pedagogico, la museruola ha creato danni relazionali e psicologici imponenti, stordendo generazioni innocenti, imbavagliando ed omologando le loro anime uniche, negando ai loro amici ed ai loro nonni la dolcezza di un sorriso, la franchezza di un abbraccio, elementi epigenetici fondamentali per la guarigione.

Immagino tutto finalizzato a creare quelle monadi ibrido-umane, iperconnesse e asessuate, desensibilizzate da anni di invasività Hollywodiana nel nostro immaginario e videogiochi sempre più realistici. Ricordo che il cervello non distingue tra realtà ed immaginazione (maschietti, pensate all’erezione …). Per lui sono identiche, quindi pensate quanto ci possano aver modificato … fondamentalmente, qualsiasi cosa possa succedere nella realtà, il nostro inconscio l’ha già vissuta. Quindi quando accadrà, la mia reazione non sarà veemente, non ne resterò sconvolto, tenderò a normalizzare, ad acquietarmi. Direi scenario ideale per la società da BIG BROTHER orwelliana auspicata dai nostri amici del WEF. E quanti di questi personaggi si sono visti ad eventi pubblici senza la museruola mentre i cittadini normali erano costretti ad indossarla … proprio dei “marchesi del c… Grillo”!!

Vogliamo parlare delle truffe dei politici e loro amici su mascherine, banchi a rotelle, plexiglas? Non credete a me, credete al buon Ranucci di REPORT che ci ha fatto intere serate. Lockdown e distanziamento sociale che sono stati anche propellente per l’acuirsi di una crisi economica che già mordeva le chiappe, complice la globalizzazione con la sua liberalizzazione selvaggia. Soprattutto in questi tre anni l’Italia ha perso gran parte se non tutto ciò che si poteva definire MADE IN ITALY, e che ci distingueva e potrebbe ancora distinguerci nel mondo. Le nostre migliori aziende ormai sono in mano straniera, grazie anche adi una classe politica quanto meno inadatta al compito, quando non proprio complice.

La follia delle restrizioni, … il virus vampiro che esce solo dalle 18 in poi. Il caffè in piedi si seduto no, come se ad un virus facesse differenza … neanche le finestre di casa potrebbero fermarlo. O vai in giro con una maschera NBC (chi ha fatto il militare sa di cosa parlo) o vivi in una tenda ad ossigeno asettica, come raccontano le leggende su Michael Jackson. I termini di guerra, per aumentare il pathos e la paura. Le sirene delle ambulanze che giravano a vuoto (sembra incredibile, lo so, ma ci sono decine di video … per tutto ho documentazione, chi volesse averla non ha che da chiedere, anzi, sarei grato a chi fosse in grado di dimostrarne l’eventuale falsità, un’angoscia in meno …) 

E le bare di Bergamo???? Classica domanda da dibattito sul tema … bene. Innanzitutto ancora non si sa di preciso quanto ce ne fossero, sembrerebbe una per mezzo di trasporto. E poi non sappiamo di cosa siano morti, visto che da quel momento sono state vietate le autopsie. Ora, in una situazione del genere vietare le autopsie è il più grande autogol che ci si possa fare, poiché, oltre ad essere contro la pratica scientifica, è l’unico modo di capirci qualcosa … chissà perché questa strana stortura della prassi? Misteri della fede. 

E le terapie intensive al collasso?? Altro classico. Anche qui ci viene in soccorso la storia. Negli anni passati abbiamo avuto influenze molto peggiori di questa, che ha avuto, se non vado errato, mortalità dello 0,7%. Ci sono titoli di giornale e telegiornali che raccontano, in ogni epoca recente, di inverni tragici, con milioni di persone a casa, … è l’influenza. Solo che prima non c’erano i social, che moltiplicano ogni cosa all’ennesima potenza. Da qui il termine infopandemia. 

Provate invece a documentarvi (anche se basterebbe l’esperienza di chi vuole prenotare una visita in un ospedale pubblico, con i suoi tempi di attesa biblici) su quanti tagli sono stati fatti dalla politica negli ultimi 20-30 anni alla sanità pubblica, per seguire il modello americano di una sanità privata. Se negli anni 80 avevo 100 sale di terapia intensiva ed ora ne ho 10, forse che possa essere questo il problema?

Certo, se decido che la medicina domiciliare e preventiva è fuffa (perché se no “si danneggia il vaccino”, giustificazione usata nelle mail dell’AIFA svelate da Mario Giordano) e consiglio tachipirina e vigile attesa, da lì a trovarsi nella melma il passo è brevissimo (fuori contesto, la seconda domanda che dovrei pormi è: ma con tutte le tasse che pago, possibile che debba “sperare” nella sanità pubblica o comprare la carta igienica per mio figlio a scuola?? C’è qualquadra che non cosa, o mi stanno derubando, o chi amministra è incapace, there’s no way out!!). 

Chiudo, per modo di dire (perché di cose ce ne sarebbero ancora tante), con il tanto agognato PASSAPORTO VERDE … perché VERDE? Forse perché verrà buono come permesso di vivere nella società carbon free? Quella dei crediti di carbone e del conseguente controllo su ogni aspetto della nostra vita? E poi, se è una questione sanitaria, perché il pass è uno strumento del Ministero delle Finanze? Chevvordì?? Conoscendo i miei polli (gli stessi di Ruby Rubacuori marocchina ma votata dal parlamento come egiziana nipote di Mubarak), ghè poc de fidas … tradotto in italiano, pariamoci il sedere.  

Finisco questo mio delirio di onnipotenza (la speranza di accendervi almeno dubbio e curiosità per evolverci poi insieme verso un mondo migliore) ricordando che se io annunciassi ora al Tg che domani ci sarà il terremoto, nel caso soprattutto in cui non si verificasse, sarei responsabile per gli eventuali danni che questo mio allarme ha causato e, di conseguenza, come minimo passibile di denuncia per “procurato allarme” (fatta eccezione per lo straordinario caso del ricercatore Giuliani, il quale ha predetto un terremoto che effettivamente c’è stato … ma lo hanno condannato lo stesso … altra storia, magari un giorno …).

Ora, non dovrebbe valere la stessa cosa per qualcuno che dicesse a reti unificate “CHI NON SI VACCINA MUORE, OPPURE SI AMMALA, CONTAGIA E FA MORIRE”???  Questo qualcuno, a questo punto, o non era troppo ben informato, e quindi lascia dubbi sulle sue capacità … o molto più prosaicamente, sapeva benissimo quello che stava facendo.

Anche perché, tra l’altro, ed ormai ne avrete riprova tutti, è un assunto clamorosamente falso. Anzi, è vero il contrario. Si ammalano più facilmente coloro che hanno accettato la terapia, perché il sistema immunitario è indebolito. E poi, guardatevi intorno con animo onesto ed aria disincantata, e ditemi che non avete notato un aumento delle morti improvvise o una recrudescenza di malattie, anche nei giovani, con un’incidenza che prima non c’era … dovuta a cosa, secondo voi? Qual è l’unica variabile intervenuta, se non la famigerata proteina SPIKE, notoriamente genotossica e neurotossica? Per di più, tornando ad inizio articolo, direttamente nel mio sangue, senza che i miei soldati possano alzare le necessarie difese?

E … scusate … nel caso ne riportassi danni, non dovrei ritenere responsabile chiunque abbia anche solo avallato per convenienza questo atteggiamento? Per fortuna abbiamo Norimberga che ha stabilito che la frase “HO SOLO OBBEDITO AGLI ORDINI” è, per dirla alla Fantozzi “UNA CAGATA PAZZESCA!!” 

Ho ancora un miliardo di segreti da condividere ed analizzare con voi, ma credo ne avremo il tempo … spero non svanisca l’effetto della pillola rossa … nel caso sapete dove trovarne ancora … 

Oh, ragazzi, non traditemi,conto di diventare il vostro “SPACCIATORE DI REALTA’” preferito.

Comunque, anche fosse veramente tutto come qua scritto ( e temo lo sia), NO PANIC, se siamo a questo punto è perché così doveva andare, è sempre la scelta del momento che fa la differenza, passato e futuro non esistono, c’è solo il qui ed ora … fortunatamente, abbiamo soluzione a tutto, essere consapevoli del problema è già tanta roba, NEO. 

Ci “RISUONIAMO” presto, un abbraccio 

MORPH … ops, scusate, GERARDO 

Link per approfondire :

La quarta rivoluzione industriale (francoangeli.it)

False Flag. Sotto Falsa Bandiera – Enrica Perucchietti (ariannaeditrice.it)

Operazione Corona – Colpo di Stato Globale — Libro di Nicola Bizzi (macrolibrarsi.it)

La mente che mente. Commenti al Dhammapada di Gautama il Buddha – Osho – Libro – Feltrinelli – Universale economica. Oriente | IBS

Robert Malone: “SE C’È UN RISCHIO DEVE ESSERCI UNA SCELTA.” – Come Don Chisciotte

I Misteri di Wuhan — Libro di Franco Fracassi (macrolibrarsi.it)

COVID: LE CURE PROIBITE – Massimo Mazzucco (byoblu.com)

Fuori dal Coro, Mario Giordano svela le carte segrete sui vaccini – Il Tempo

Covid: spike danneggia direttamente cellule di vasi sanguigni – Medicina – ANSA.it

Invisibili – di Paolo Cassina (playmaster.it)

docufilm – il blog di Martina Pastorelli

Segui Gerardo Orlandi
( 0 Followers )
X

Segui Gerardo Orlandi

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • barbagallo mobile
  • banner medical mobile
  • sogi
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • polidori
  • guru mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • sogi
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • carlo partipilo
  • osmcoin promo mobile
  • giro in mong mobile
  • Valentini mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png

Gerardo Orlandi

Fortunatamente per me, che sono un lettore molto molto curioso, ho fatto il libraio per 20 anni … una scoperta continua!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dibattito e Confronto

Europa – Questi strumenti informatici saranno utilizzati per censurare e manipolare le informazioni?

Segui Francesco Iavarone ( 1 Followers ) X Segui Francesco Iavarone E-mail :* Segui Francesco Iavarone Smetti di seguire Francesco Iavarone Se c’è un vantaggio nell’essere un blog indipendente e che non riceve finanziamenti da un pubblico politico, questo è proprio la libertà di parlare e fare domande senza dover sorvolare su certi argomenti ritenuti […]

Continua a leggere
Dibattito e Confronto

Vaccini anti-covid: quanti politici non si sono sottoposti perché preoccupati degli effetti?

Segui Francesco Iavarone ( 1 Followers ) X Segui Francesco Iavarone E-mail :* Segui Francesco Iavarone Smetti di seguire Francesco Iavarone Il tema dei vaccini rimane uno dei più discussi e delicati.  Abbiamo intercettato recentemente notizie su diffusi effetti avversi al vaccino e sono ancora fresche le dichiarazioni che giustificano il ritiro del prodotto AstraZeneca […]

Continua a leggere
Cosa c’è dietro l’attentato a Fico, il premier slovacco
Dibattito e Confronto

Cosa c’è dietro l’attentato a Fico, il premier slovacco

Segui Matteo Gardelli ( 4 Followers ) X Segui Matteo Gardelli E-mail :* Segui Matteo Gardelli Smetti di seguire Matteo Gardelli Cosa c’è dietro l’attentato a Fico, il premier slovacco. Robert Fico, 59 anni, sta ancora lottando fra la vita e la morte. È in coma farmacologico dopo l’intervento, durato quattro ore, all’ospedale di Roosevelt di […]

Continua a leggere