• BANNER-utili-patrimonio.png
  • BANNER-osmcoin.png
  • guru jobs
  • BANNER-virtual-coac.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • BANNER-mastermind.png
  • carlo partipilo
  • osmcoin promo
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • polidori
  • medical
  • bella vita cinzia
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • sogi
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • osmcoin promo mobile
  • guru mobile
  • carlo partipilo
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • polidori
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • sogi
  • banner-mobile-mastermind.png

I 5 punti che ti bloccano come imprenditore e persona – introduzione con Gaetano Balsamo

imprenditore
Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Essere un imprenditore e avere un’azienda di successo è questione di fortuna? 

Perché ci sono persone che sembrano avere un grande successo senza fare il minimo sforzo ed altre che fanno una corsa a ostacoli in cui non vedono mai il traguardo?

Ho chiesto a Gaetano Balsamo, imprenditore di successo e fondatore di Spiritual Economics, di rispondere a queste domande. Grazie alla sua esperienza sul campo, Gaetano ha avuto modo di aiutare tantissimi imprenditori a riconoscere e superare i 5 punti che li bloccavano. In questi anni li ha osservati in maniera approfondita in ambito aziendale e li ha rintracciati nei collaboratori, manager e negli imprenditori stessi.

Ecco perché oggi ci troviamo qui, perché ha deciso di condividere con noi le lezioni che ha imparato in questo legame tra business e spiritualità.

Quali sono i 5 punti e come facciamo a risolverli?

“Parliamo delle nostre credenze limitanti, che sono figlie delle ferite emozionali che subiamo tra il primo e il sesto anno di anno di vita. 

Magari in questo momento non ricordi degli episodi specifici, ma se continui a rivivere determinate situazioni nella tua vita è proprio a causa di ciò che hai vissuto in passato.

Guarda alla tua realtà aziendale e capirai la misura in cui riesci ad amarti e accettarti come individuo.

Si può imparare tutto per diventare un bravo imprenditore o un ottimo manager, ci sono grandi organizzazioni che, insieme alla tua volontà, ti possono insegnare tutto e puoi davvero raggiungere qualunque obiettivo. 

Ma è importante risolvere (e solo noi possiamo farlo) la questione dell’amor proprio, fondamentale per essere sempre al top nel relazionarsi con se stessi e con gli altri. 

Altrimenti, come spesso accade, anche se magari puoi aver avuto fortuna all’inizio, prima o poi crei casini e rischi di distruggere tutto quello che hai creato.

Come quelli che vincono al superenalotto e poi finiscono per distruggere le loro vite e quelle degli altri. Perché i soldi amplificano i difetti o i pregi, a seconda di dove stai nel tuo percorso di crescita spirituale e personale.

Ciò che conta alla fine è che abbiamo un’unica missione in questo mondo, e se la vinciamo, prosperità, amore e una vita agiata sono alla portata di tutti: AMARCI TOTALMENTE. 

Naturalmente è necessario che impariamo anche a gestire l’economia, le regole dei mercati e avere competenze secondo i nostri sogni. 

Il punto è che, fino a quando non risolveremo quei punti che ci bloccano, ci sembrerà spesso di essere così vicini ai nostri sogni da poterli toccare, ma finiremo inevitabilmente per creare e attrarre delle situazioni e delle persone che ci porteranno indietro come se fossimo legati ad un elastico.” – Gaetano Balsamo

Le 5 ferite emozionali in azienda

Lise Bourbeau è stata la prima persona ad analizzare a fondo i 5 punti di cui parliamo oggi e lo ha fatto nel libro Le 5 ferite e come guarirle. L’autrice identifica nel suo testo tutte le caratteristiche che presentano le persone che hanno sviluppato una determinata ferita e le maschere correlate che sviluppano per sopravvivere.

Quello che faremo oggi e nei prossimi articoli di questa serie, è andare ad analizzare quegli stessi punti applicati al business. In questo modo saremo in grado di identificare e comprendere meglio quegli atteggiamenti e quelle situazioni che così di frequente ci troviamo a rivivere.

  1. Rifiuto 

Maschera: Fuggitivo – L’imprenditore o il manager che al primo problema scappa o va nel panico. Parla poco, viene considerato un po’ un solitario. Diventa aggressivo rapidamente, si preoccupa molto di apparire, specialmente se si sente osservato. Si impegna molto, tende ad essere un perfezionista. Quando è sotto pressione potrebbe rifugiarsi nelle dipendenze. 

A livello fisico è smilzo, esile.

  1. Abbandono 

Maschera: Dipendente – L’imprenditore o il manager che quando qualcosa non va, tende a fare la vittima. Stringe dei rapporti particolari che secondo la sua visione devono andare anche oltre al lavoro e quando poi succede qualcosa, la vive molto male. Se trova qualcuno che urla, si fa piccolo. Si fa mettere in scacco dai collaboratori.

A livello fisico ha il petto incavato e la schiena curva. 

  1. Umiliazione 

Maschera: Masochista – L’imprenditore o il manager che giustifica sempre gli altri per farsi benvolere, non prende posizione. Non si vuole sentire in difetto, deve aiutare sempre tutti e quindi accetta compromessi. Ha difficoltà ad accettare che gli altri si prendano cura di lui. Conosce i suoi bisogni, ma non li ascolta. 

A livello fisico è in carne, perché compensa le sue mancanze con il cibo. 

  1. Tradimento 

Maschera: Controllore – L’imprenditore o il manager che controlla e manipola gli altri. Si dimostra sempre super performante, perché pensa che questo significhi essere leader. Fa di tutto per convincere gli altri che è forte, non gli piace mostrare le sue vulnerabilità. Quando le cose non vanno però accusa gli altri, lui non si sente mai responsabile. Si prende lo spazio, è egocentrico e la sua reputazione è molto importante. Ha molte aspettative dagli altri e quando delega va a trovare il pelo nell’uovo per dimostrare la sua superiorità. Intollerante e impaziente con gli altri che giudica troppo lenti. 

A livello fisico è palestrato, ha il petto in fuori e la voce forte.

  1. Ingiustizia 

Maschera: Rigido – L’imprenditore o il manager freddo, che rifiuta la propria sensibilità. Ammette raramente di avere problemi, minimizza sempre e vuole mostrarsi ottimista e positivo. Fa di tutto anche per controllare la sua rabbia perché teme di perdere il controllo. Mostra difficilmente i propri sentimenti e passa per essere insensibile, è dunque incapace di instaurare una relazione intima soddisfacente. Rimane in azione finché le cose che deve concludere non sono perfette, non si risparmia. I pigri con lui non possono stare perché è molto esigente. Può diventare duro, sarcastico e intransigente. Non dà soddisfazioni e non gratifica molto le persone.

A livello fisico ha la postura dritta, le spalle quadrate, la vita piccola e la mascella serrata, lo sguardo brillante e vivace, la voce secca e rapida.

Cosa fare a questo punto?

“Se hai riconosciuto uno di questi atteggiamenti tra i tuoi manager e collaboratori, probabilmente ti è venuta voglia di andare in azienda e risolvere subito la situazione.

Per favore, non farlo!

L’azienda altro non è che uno specchio di quello che portiamo dentro, ma non riflette esattamente chi siamo.

Se guardi la tua azienda, che cosa vedi tu?

La prima cosa che facciamo in Spiritual Economics è aiutare l’imprenditore a smettere di identificarsi con la sua azienda. Questo perché succede fin troppo spesso di sentire che un’azienda fallisce e l’imprenditore non riesce a superare la cosa, come se fosse lui stesso ad aver fallito come essere umano.

Poi andiamo a lavorare con loro per risolvere i blocchi che li frenano, e lo facciamo aiutandoli a scaricare la rabbia. Durante il corso utilizziamo 3 esercizi che sono proprio dedicati a questo e che hanno portato gli imprenditori a eliminare dei blocchi veramente importanti.

Ci concentriamo tanto anche sulla respirazione, d’altronde la responsabilità di un imprenditore o manager è direttamente proporzionale all’ampiezza del suo respiro.” – Gaetano Balsamo

Conclusioni

Ciò che emerge chiaramente dalle parole di Gaetano è che il successo imprenditoriale e personale non è solo una questione di competenze tecniche o di fortuna, ma è strettamente legato alla nostra capacità di affrontare e superare le ferite emotive del passato. Questi blocchi, spesso radicati nella nostra infanzia, influenzano profondamente le nostre azioni e le nostre relazioni, compresa quella con il nostro business.

Se quanto hai letto oggi ti ha aiutato ad identificare degli atteggiamenti legati a queste ferite in te o nei tuoi collaboratori, ti consiglio di leggere i prossimi appuntamenti con i punti che ti bloccano come imprenditore e persona. 

Continua a seguirci per approfondire questo importante percorso di crescita e trasformazione personale.

Su cosa vorresti che scrivessimo? Manda una mail a redazione@imprenditore.info per farcelo sapere

Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • banner-mobile-mastermind.png
  • polidori
  • carlo partipilo
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner medical mobile
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • osmcoin promo mobile
  • sogi
  • sogi
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • guru mobile

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avversità
Intelligenza Spirituale

Affrontare avversità e cattive notizie

Come trasformare le avversità in opportunità di crescita e guarigione? Ti invito a continuare questa emozionante intervista con Teresa Laviola per scoprirlo.

Continua a leggere
conflitti in azienda
Intelligenza Spirituale

3 consigli per gestire i conflitti in azienda seguendo la Bibbia

Perché un imprenditore dovrebbe dedicare il suo tempo a comprendere come gestire i conflitti in azienda attraverso un approccio ispirato a princìpi biblici? Lo scopriamo con Brunella Velasquez.

Continua a leggere
Abbondanza nell’economia
Intelligenza Spirituale

Abbondanza nell’economia: approcci spirituali per attrarre prosperità nel business – con Giancarlo De Luca

L’abbondanza nell’economia non è solo una questione di strategie finanziarie, ma anche di connessione profonda con il nostro sé interiore. Ce ne parla Giancarlo De Luca.

Continua a leggere