• guru jobs
  • BANNER-mastermind.png
  • mazzotta desktop
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-virtual-coac.png
  • bella vita cinzia
  • polidori
  • osmcoin promo
  • medical
  • carlo partipilo
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • carlo partipilo
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • sogi
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • mazzotta
  • sogi
  • banner medical mobile
  • guru mobile
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • polidori
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • osmcoin promo mobile

Differenza tra consulente finanziario indipendente e consulente bancario tradizionale

consulente finanziario indipendente
Segui Francesca Turriciano
( 13 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Quando si tratta di scegliere tra un consulente finanziario indipendente e uno bancario tradizionale, non è solo una questione di preferenze personali, ma di decisioni finanziarie che possono influenzare il tuo futuro. 

Oggi ne parliamo con Felipe Orrego di Investitore Efficace. Con la sua esperienza nel settore e la sua passione per l’educazione finanziaria, ci aiuterà ad esplorare a fondo la tematica per consentirci di prendere scelte consapevoli sul nostro futuro finanziario.

Questo articolo è una risorsa accessibile per chiunque stia cercando di fare chiarezza sulle proprie opzioni di investimento. Sia che tu sia un investitore alle prime armi o un esperto del settore, ti offriremo informazioni chiare e pratiche per aiutarti a prendere decisioni informate sulle tue finanze.

Quali sono le principali differenze tra un consulente finanziario indipendente e un consulente bancario tradizionale?

Immagina di entrare in un negozio di vestiti nel centro della tua città e di essere accolto da un commesso determinato a venderti ciò che ha in negozio. “Questa maglia è dell’ultima collezione, provala! Ti starà benissimo” E tu pensi: “Ma veramente… io stavo cercando un pantalone per…” Non finisci di parlare che già di propone un pantalone senza sapere ancora per quale occasione ti serve e come lo vuoi.

Ecco, una situazione simile potresti viverla con alcuni promotori finanziari in banca. Perché la verità è che nonostante ci siamo abituati a chiamarli consulenti, sono più che altro agenti di vendita monomandatari che ti propongono appunto gli strumenti finanziari che hanno in casa… proprio come il commesso dell’esempio di prima.

D’altra parte, rivolgerti a un consulente finanziario indipendente potrebbe essere paragonato all’esperienza di avere un sarto che si presenta a casa tua o nel tuo ufficio. Questo professionista ti fa domande per comprendere le tue esigenze specifiche, ti ascolta attentamente e si impegna a creare una soluzione su misura per te. 

Come un sarto che prende le misure e seleziona i migliori tessuti per creare un abito su misura, così il consulente finanziario indipendente sceglie i migliori strumenti finanziari per creare il miglior portafoglio per i tuoi obiettivi finanziari.

Come i consulenti finanziari indipendenti selezionano i prodotti finanziari rispetto ai consulenti bancari tradizionali?

Nell’immaginario comune il consulente in giacca e cravatta dietro la scrivania nel suo ufficio in banca rappresenta ancora un sinonimo di affidabilità.

La domanda è questa: sei proprio sicuro che il consulente della banca faccia i tuoi interessi? 

La ragione principale per cui potrebbe non farlo è che purtroppo gli conviene tradire la tua fiducia. Ovvero viene remunerato di più se piazza certi prodotti di casa rispetto ad altri…non solo… non può vendere prodotti finanziari che non siano di casa.

Per tornare all’esempio del negozio, è come il commesso della Nike che può vendere solo questo tipo di scarpe, anche se un’altra marca potrebbe essere più adatta alle esigenze del cliente.

Proprio per questo i clienti Mediolanum hanno il portafoglio pieno di fondi Mediolanum e quelli di Intesa quelli di Eurizon Capital, SGR di Intesa San Paolo.

D’altra parte, il consulente finanziario indipendente non è vincolato ai prodotti di una singola istituzione finanziaria. Invece di essere un venditore di prodotti, si impegna nella consulenza vera e propria. Questo significa che analizza l’intero mercato finanziario per individuare i prodotti migliori e più adatti alle esigenze specifiche del cliente. Dunque ti aiuta a scegliere i migliori strumenti offerti su tutto il mercato in base alla tua situazione e per raggiungere i tuoi obiettivi finanziari a prescindere che i prodotti siano polizze assicurative, fondi comuni oppure ETF iShares o xTrackers.

Come si differenziano le tariffe e i compensi dei consulenti finanziari indipendenti da quelli dei consulenti bancari tradizionali?

Ti sei mai chiesto come viene remunerato il consulente della banca?

Molte persone non lo sanno e altre ancora pensano di non pagarlo. La verità è che il consulente della banca viene remunerato a seconda dei prodotti che ti piazza e della quantità che ne vende.

In primis ha un enorme conflitto di interessi: dovrebbe lavorare per te, ma non sei tu che lo paghi direttamente, lo paga la banca e proprio per questo è tenuto a fare gli interessi della banca.

La fonte di reddito principale del promotore bancario deriva dalle commissioni sul patrimonio in gestione.

Facciamo un esempio. Immagina di aver investito €100.000 in un fondo come questo, consigliato dal tuo consulente della banca:

Senza concentrarci sull’evidente svantaggio della gestione attiva del fondo che sistematicamente fa ottenere risultati peggiori rispetto al rendimento del benchmark (la linea rossa è il rendimento del fondo, mentre quella verde è quella del benchmark) concentriamoci sui costi del fondo:

  • Le spese correnti indicano il costo di gestione annua. In questo caso 3,29%. Dunque nel nostro esempio €3290.
  • E le commissioni di entrata fino al 5,5% ovvero fino a €5500.

Il cliente, quindi, non si rende conto dell’esborso perché non gli viene evidenziato e continuerà a vedere il valore dei propri investimenti al netto di queste spese. Proprio per questo molti non si rendono conto di pagare, davvero caro, il servizio.

Queste commissioni vengono distribuite come compenso tra il gestore (Mediolanum), la Banca (Mediolanum stessa) e il promotore.

Dalle commissioni che paghi alla banca il consulente ricava il suo reddito. La quantità precisa che va a lui dipende dagli accordi che ha con la sua mandante. Tendenzialmente invece di proporre i migliori prodotti che ci sono sul mercato, i promotori sono portati a consigliare e vendere i prodotti che li fanno guadagnare di più.

Il consulente finanziario indipendente invece offre il servizio di consulenza che consiste nell’ascoltare e capire i bisogni e gli obiettivi del cliente, fare una pianificazione finanziaria in linea con questi obiettivi e scegliere in base a questi i migliori strumenti finanziari facendo risparmiare migliaia e migliaia di euro ogni anno al proprio cliente. Per questo enorme valore che porta, il cliente paga al consulente finanziario indipendente una parcella che varia in base al patrimonio gestito e al lavoro da fare nel caso specifico.

Quali considerazioni dovrebbe tenere presente un cliente nel scegliere tra un consulente finanziario indipendente e un consulente bancario tradizionale?

Abbiamo visto che ci sono alcuni aspetti chiave da tenere in considerazione. 

Prima di tutto, il costo è un fattore cruciale che può incidere notevolmente sulle performance di lungo termine degli investimenti. Inoltre, è importante essere consapevoli del potenziale conflitto di interessi che può sorgere quando il consulente ha un incentivo a indirizzare il cliente verso determinati investimenti, anche se non sono i più adatti alle sue esigenze.

Tuttavia, un aspetto altrettanto importante da considerare è il tipo di servizio offerto dai consulenti. 

Mentre alcuni consulenti si concentrano esclusivamente sulla consulenza finanziaria, limitandosi a consigliare gli strumenti di investimento senza una visione d’insieme della situazione finanziaria del cliente, altri, come nel nostro caso, adottano un approccio più completo. I nostri consulenti comprendono l’importanza di una consulenza completa, che tenga conto non solo degli aspetti finanziari, ma anche di quelli patrimoniali, previdenziali e successori. Solo dopo aver acquisito una visione completa della situazione del cliente (come avevamo visto in questo articolo: Cosa fare per iniziare ad investire nel pratico), si procede con la definizione di una strategia di investimento su misura.

Anche per quanto riguarda i costi, molti consulenti indipendenti si fanno pagare l’1% del capitale investito per la consulenza finanziaria. Noi ci facciamo pagare una percentuale compresa tra lo 0,3% e l’1% e garantiamo allo stesso tempo un servizio di consulenza personalizzata completa.

Se desideri saperne di più su come un consulente finanziario indipendente possa aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi finanziari, prenota una consulenza personalizzata.

Su cosa vorresti che scrivessimo? Manda una mail a redazione@imprenditore.info per farcelo sapere

Segui Francesca Turriciano
( 13 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • mazzotta
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • sogi
  • banner medical mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • guru mobile
  • polidori
  • carlo partipilo
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • sogi

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

piano finanziario
Investimenti

Perché è importante avere il piano finanziario e come si fa più modello da scaricare

Tutto quello che devi sapere sul piano finanziario per garantire la prosperità a lungo termine del tuo business. Ne parliamo con Stefano Ciotti.

Continua a leggere
opportunità di investimento
Investimenti

Opportunità di investimento immobiliare a Vicenza con Capital Home

Se sei un imprenditore alla ricerca di opportunità di investimento promettenti, il mercato immobiliare di Vicenza potrebbe essere esattamente ciò che stai cercando.

Continua a leggere
Investimenti

Perché l’imprenditore accorto dovrebbe avere una parte dei suoi investimenti all’estero

Investire all’estero conviene sotto diversi punti di vista, motivo per cui avere una parte dei propri investimenti all’estero sta diventando sempre una scelta e una pratica comune tra gli investitori esperti e un’opportunità attraente per molti imprenditori. Dove conviene investire? In questa intervista con Ivan Cervellin, andremo ad approfondire perché un imprenditore accorto che vuole far crescere il proprio patrimonio personale dovrebbe avere una parte dei suoi investimenti all’estero e sfateremo alcuni dei timori più diffusi di coloro che sono attratti dagli investimenti esteri ma che non hanno ancora avuto il coraggio di iniziare.

Continua a leggere