• BANNER-imp.info-nuovo.png
  • gh garda dektop
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • bella vita cinzia
  • BANNER-virtual-coac.png
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-mastermind.png
  • giro in mongolfiera desktop
  • polidori
  • desktop barbagallo
  • gh dubai desk
  • guru jobs
  • osmcoin promo
  • medical
  • carlo partipilo
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • valentini desktop
  • augurale desktop
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • polidori
  • Valentini mobile
  • giro in mong mobile
  • augurale mobile
  • gh Garda
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • osmcoin promo mobile
  • guru mobile
  • sogi
  • barbagallo mobile
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • sogi
  • gh dubai mob
  • banner-mobile-mastermind.png
  • carlo partipilo
  • banner medical mobile

Come migliorare il rapporto con i figli – intervista a Luca Mazzucchelli

migliorare il rapporto con i figli
Segui Francesca Turriciano
( 14 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Tutti i genitori desiderano trovare un modo per migliorare il rapporto con i figli, anche quelli che non riscontrano particolari problematiche con i loro ragazzi.

Ecco perché oggi mi sono rivolta a Luca Mazzucchelli, che è uno psicologo, psicoterapeuta e divulgatore italiano, per approfondire questo tema. 

Luca è il fondatore del primo canale di psicologia su YouTube in Italia, con oltre 150.000 iscritti e 800 video gratuiti. È stato direttore della rivista “Psicologia Contemporanea” e ha scritto diversi libri, tra cui il bestseller “Fattore 1%” e “L’era del cuore”. Insieme alla moglie, Giulia Telli, ha pubblicato i libri della collana “SerenaMente”, che aiutano i bambini a familiarizzare con alcuni concetti tratti dal mondo della psicologia e della crescita personale. È stato anche premiato come miglior “Psychological Coach” italiano nel 2018 e ha lavorato come Mental Coach per X Factor nel 2019. 

Oggi Luca sta dedicando le sue energie al corso Genitore migliore, che aiuterà ogni padre e madre a tirare fuori il loro massimo potenziale per migliorare il rapporto con i figli.

  • Con questo progetto darai ai genitori gli strumenti per trasformare un compito difficile e delicato, rendendolo semplice e gratificante. Come è nata l’idea di creare un corso per genitori sul miglioramento del rapporto con i figli e quali sono gli obiettivi principali?

Quella del genitore è veramente la professione più difficile ed è una cosa che non puoi assolutamente delegare.

Tutti noi proviamo ad essere genitori perfetti per i nostri figli, abbiamo certamente le migliori intenzioni. Ma questo è un obiettivo irraggiungibile e può trasformarsi in una fonte di frustrazione. Volevo offrire ai genitori gli strumenti per trasformare questa sfida in qualcosa di più semplice e gratificante.

Tra l‘altro avere un genitore perfetto per un figlio è proprio una gran rottura!

Non è di questo che i nostri figli hanno bisogno, anzi. Spesso mostrare le nostre vulnerabilità è il modo migliore per creare un legame sincero con loro.

Cercare sempre di migliorare, anche solo di un piccolo 1% alla volta, è un approccio molto più realistico e sostenibile per costruire un rapporto significativo con i nostri figli.

  • Nella tua esperienza come psicologo hai avuto modo di aiutare tanti genitori che desideravano migliorare il rapporto con i figli. Quali sono gli errori più comuni che i genitori commettono e quali strategie possono adottare per evitarli?

Io nasco come psicoterapeuta della famiglia, quindi mi sono approcciato a diverse dinamiche familiari. 

Uno degli errori che ho visto più di frequente fare ai genitori era relativo al loro mindset, perché spesso venivano in studio con l’atteggiamento di chi pensa: “È rotto, me lo cambi?” 

Invece di puntare solo sul cambiamento del figlio, è fondamentale che i genitori si impegnino a lavorare su loro stessi, sulla propria comunicazione, sullo sviluppo di una relazione empatica e sull’adozione di un approccio positivo e costruttivo.

La mia stella polare è questa: La mia vita sarà migliore, quando io sarò migliore. E questo vale per me in ogni ambito, dal mio lavoro, al mio essere marito e padre. 

Così, con i miei figli il rapporto non sarà migliore quando impareranno ad ascoltarmi, ma quando io diventerò un genitore migliore.

Il nostro compito è quello di alfabetizzare i bambini alle emozioni. Ma se siamo noi i primi a non aver sviluppato una buona intelligenza emotiva, finiamo solo per fare dei grossi danni nella loro vita.

Ecco perché ogni genitore dovrebbe lavorare per continuare a crescere. Perché quando hai un buon rapporto con le tue emozioni, riesci a vedere i dati con maggiore chiarezza e allora sì che potrai essere veramente d’aiuto anche ai tuoi figli.

  • Gli imprenditori spesso sono guidati proprio dal desiderio di crescere e dalla ricerca di risultati. Molti di loro continuano anche a formarsi per migliorare come persone e a livello lavorativo. Come possono allora applicare questa mentalità nel rapporto con i figli per aiutarli a loro volta a raggiungere il successo nella vita?

Io ho come valore guida la crescita e spesso è lo stesso che hanno anche gli imprenditori. 

Quello che mi sento di dire loro, è di fare attenzione a non essere rigidi nei loro valori. Perché se il mio valore cardine è la libertà, con un atteggiamento rigido rischio di diventare un anarchico. Allo stesso modo in questo caso il rischio è quello di finire per imporre il valore crescita anche ai ragazzi, invece di capire quello che per loro è importante.

A volte è bene fermarli e fermarti ed imparare a rispettare i tempi dei bambini è fondamentale.

Altra cosa importantissima è diventare un esempio dei valori che vogliono trasmettere, perché i bambini imparano più dalle azioni che dalle parole.

E infine essere disposti a cambiare il proprio modo di essere genitore negli anni, perché ogni età ha bisogno di un approccio diverso.

Quindi, qualsiasi siano i valori importanti per gli imprenditori, il mio consiglio per loro è di mantenere comunque un atteggiamento orientato alla flessibilità.

  • Io e mia figlia siamo grandi fan dei tuoi libri per bambini della collana “SerenaMente” e tra i suoi preferiti c’è “Cresci come un fiore”. Ho visto che anche all’interno del tuo corso per genitori riprendi il concetto del genitore-giardiniere che aiuta i figli a coltivare le loro inclinazioni. Uno stile educativo totalmente diverso da quello che tu definisci genitore-falegname, che cerca (a volte inconsapevolmente) di plasmare suo figlio e rischia così di renderlo infelice. In che modo essere un genitore del tipo uno aiuta a migliorare il rapporto con i figli?

Il tuo compito come genitore è quello di capire che tipo di seme è tuo figlio, perché per farlo fiorire devi sapere come prendertene cura. Le cose cambiano se è una rosa o un agave, diversa è la quantità di acqua e di sole di cui ha bisogno. E se tu non sai quello che devi fare, quella pianta rischi di ucciderla.

Ecco perché dobbiamo fare attenzione a non imporre i nostri valori ai figli, perché rischiamo di violare la loro natura. E dobbiamo lavorare per costruire un ponte, invece che un muro.

Questo compito non è facile, ci vuole impegno e soprattutto ci vuole CORAGGIO! Come in tutto quello che fai nella tua vita e in cui ottieni le maggiori soddisfazioni.

La cosa più importante che puoi fare per tuo figlio è fargli capire che fai il tifo per lui, che sei nella sua squadra e vuoi che vinca. E che lo fai per la sua felicità, non per il tuo orgoglio o la tua soddisfazione personale.

  • Qual è il consiglio più importante che daresti a un imprenditore che desidera migliorare il rapporto con i figli, considerando la gestione del tempo che è spesso un fattore critico per loro?

Voglio sfatare un mito comune: che riguardo al tempo trascorso con i figli non conta tanto il quanto, ma più il come. 

Io penso che questo sia vero solo in parte

Certo, tra un padre che passa poco tempo giocando con il figlio e quello che ne passa con lui molto ma lo picchia, ovviamente è preferibile il primo.

Ma questi sono casi limite, per il resto credo che il tempo di qualità e la quantità di tempo siano ugualmente importanti.

Soprattutto finché i figli sono piccoli e ci “permettono” di stare con loro (perché poi inizieranno a stare maggiormente fuori casa), dobbiamo cercare di trascorrere insieme quanto più tempo possibile.

Tra l’altro è proprio in questo periodo che puoi creare le basi per il vostro rapporto negli anni a seguire. Quel tipo di fiducia che gli darà l’impulso di venire da te a chiedere aiuto nelle situazioni difficili che può sperimentare in adolescenza. Sviluppare un buon rapporto con i tuoi figli, quindi, è il miglior metodo di prevenzione per i problemi che si possono presentare quando i ragazzi crescono.

Io lavoro molto, ma con i miei figli cerco di essere presente più tempo possibile. 

Nelle mie statistiche e nei miei obiettivi monitoro anche quante volte porto i miei figli a scuola, quante volte li porto in gita o al parco. E programmo più volte all’anno delle vacanze entusiasmanti, perché so che sono le esperienze significative che costruiscono il nostro rapporto.

I tuoi figli non ricorderanno il regalo che gli hai fatto a 10 anni, ma stai certo che non potranno dimenticare quel viaggio all’insegna dell’avventura che avete condiviso.

Luca oggi ci ha mostrato l’importanza di lavorare su noi stessi, di sviluppare l’intelligenza emotiva e di comunicare in modo empatico per migliorare il rapporto con i figli. Ci ha ricordato che non esiste il genitore perfetto, ma che possiamo diventare genitori migliori giorno dopo giorno. E che per farlo dobbiamo accettare la sfida di crescere insieme ai nostri figli ed impegnarci a metterci in gioco ogni giorno.

Ricorda che il tuo impegno come genitore avrà un impatto duraturo sulla vita dei tuoi figli e sulla tua stessa felicità. Non temere di fare errori, ma usa ogni esperienza come un’opportunità per crescere e imparare insieme. Sii presente, ascolta con attenzione e celebra i successi di ogni piccolo passo compiuto insieme.

Puoi fare la differenza nella vita dei tuoi figli e costruire un legame profondo e significativo che durerà per sempre. 

Prendi quel coraggio che ti ha portato al successo in altri ambiti della tua vita e trasformalo nella forza motrice che ti aiuterà a creare un legame solido con i tuoi amati figli. Perché il rapporto con loro è uno dei tesori più preziosi che possiedi. 

Inspira, ama e lavora per essere il genitore migliore che puoi.

Segui Francesca Turriciano
( 14 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • carlo partipilo
  • sogi
  • banner medical mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • guru mobile
  • polidori
  • giro in mong mobile
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • Valentini mobile
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • gh dubai mob
  • gh Garda
  • augurale mobile
  • barbagallo mobile
  • osmcoin promo mobile
  • sogi
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gestione dei soldi all'interno della coppia
Genitori ed Education

Gestione dei soldi all’interno della coppia – con Sonia Canal

Chi non si è mai chiesto se sia possibile conciliare serenamente la gestione dei soldi all’interno della coppia? Ne parliamo con Sonia Canal.

Continua a leggere
fare squadra tra genitori
Genitori ed Education

Fare squadra tra genitori e coinvolgere il coniuge nella vita imprenditoriale – Intervista a Barbara Cattani

Davvero è possibile fare squadra tra genitori e coinvolgere il coniuge nella vita imprenditoriale? Ne parliamo con Barbara Cattani, CEO di OSM.

Continua a leggere
aiutare un figlio che va male a scuola
Genitori ed Education

Come aiutare un figlio che va male a scuola – Intervista a Elena Cavani

In questa intervista con Elena Cavani, abbiamo esplorato modi pratici per comprendere e  aiutare un figlio che va male a scuola. 

Continua a leggere