• desktop barbagallo
  • barbagallo mobile
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • BANNER-mastermind.png
  • guru jobs
  • osmcoin promo
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • carlo partipilo
  • BANNER-virtual-coac.png
  • bella vita cinzia
  • polidori
  • giro in mongolfiera desktop
  • medical
  • valentini desktop
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • Valentini mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • sogi
  • guru mobile
  • sogi
  • carlo partipilo
  • banner medical mobile
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • polidori
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • giro in mong mobile
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • barbagallo mobile
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png

Come investire negli ETF mantenendo basso il rischio specifico

Investire negli ETF mantenendo basso il rischio specifico
Segui Cristian Reho
( 1 Followers )
X

Segui Cristian Reho

E-mail :*

Gli ETF (Exchange Traded Funds) sono fondi o SICAV (società di investimento a capitale variabile) a basse commissioni di gestione negoziati in Borsa come le normali azioni. Gli ETF permettono di gestire in maniera autonoma il mio denaro evitando vincoli e clausole che si trovano affidandosi a terzi.

In questo articolo, parlerò della mia esperienza con gli ETF/ETC e condividerò alcuni consigli per investire in modo intelligente e evitare gli errori comuni.

Prima di iniziare a parlavi degli EFT, ci tengo a ricordarvi una cosa: per diventare un investitore di successo è necessario acquisire conoscenze, competenze e programmare un buon piano di investimento.

Appassionato di investimenti da quando avevo 17 anni (oggi ne ho ben 39), dal 2013 investo principalmente in questi fantastici strumenti finanziari con i quali riesco ad ottenere dei rendimenti importanti (una media annua del 6/7 %).

Ci sono diversi siti online che ci permettono di fare simulazioni in base alle nostre esigenze, basta inserire i vari parametri e il programma ci fa visualizzare il risultato finale. Per farvi comprendere la bontà di questi strumenti e la facilità con cui ognuno può ottenere questi risultati anche partendo con piccoli capitali e applicando il metodo PAC (ovvero un piano di accumulo dove con una % del proprio reddito mensile si effettuano i versamenti periodici), ho fatto l’esempio partendo da un capitale moderato di soli 10.000€ e versamenti aggiuntivi mensili dal proprio reddito di soli 300€, con un rendimento medio annuale del 6%.

Dal grafico potete notare la differenza enorme in termini di guadagno nel medio/lungo termine sfruttando il potere dell’interesse composto, ovvero reinvestendo i proventi ottenuti anno per anno.

Perché ho investito in quel prodotto/investimento?

Mi ha subito attratto la semplicità di gestire in maniera autonoma il mio denaro evitando vincoli e clausole che si trovano affidandosi a terzi.
Questi strumenti infatti, consentono di investire in un portafoglio diversificato di titoli senza la necessità di comprare ogni singola azione o obbligazione ed esporsi di conseguenza ad un alto rischio specifico.

Che risultato ho ottenuto?

Sono riuscito a mantenere una media annua del 6/7 % e capitalizzando mediante l’interesse composto (ovvero l’interesse maturato sui miei investimenti) ho reinvestito sempre nello stesso portafoglio raggiungendo davvero un gran risultato … tutto questo dedicando pochissimo tempo, anche solo un’oretta al mese!

Inoltre aggiungo da buon padre di famiglia, che ottenere una stabilità economica e poter garantire serenità alla mia famiglia per me è un risultato grandioso, soprattutto azzerando l’indebitamento e aumentando invece il debito buono, ovvero il debito che si riferisce all’indebitamento intenzionale finalizzato a investimenti produttivi con l’obiettivo di creare valore patrimoniale.

Tutto questo è possibile ottenerlo sfruttando la leva finanziaria, ovvero l’uso di fondi presi in prestito per finanziare i propri investimenti o attività al fine di aumentare i potenziali guadagni.

Come si fa a farlo?

Investire in questi fondi a replica passiva (ETF) è molto semplice: basta aprire un conto titoli su una SIM (società di intermediazione mobiliare) e inserire lo strumento finanziario scelto utilizzando il codice ISIN (codice alfanumerico univoco) in modo tale da evitare errori.

Per selezionare i migliori ETF consiglio la piattaforma JustETF, dove si possono trovare tutti gli strumenti quotati su Borsa Italiana suddivisi per settore, area geografica, valuta etc.

Molto importante è capire e comprendere quali sono i criteri principali per fare una selezione accurata dello strumento finanziario in questione tenendo in considerazione le proprie esigenze.

Essendo un Money Coach, durante percorsi formativi che erogo, ci tengo che gli allievi facciano tesoro dei consigli e metodi che apprendono.

Ma studiare, leggere o frequentare un corso di formazione non è tutto, serve poi mettere in pratica nei mercati finanziari il proprio sapere. Tramite le coaching individuali, le persone vengono accompagnate nel percorso di investimento dall’ABC giungendo al risultato finale.

Esistono svariati Broker per aprire il proprio conto, tra i più noti e importanti troviamo Degiro, Interactive Broker o Directa, anche qui è fondamentale saper scegliere quello che fa per noi perché si differenziano molto, soprattutto in termini di commissioni.

Che cosa non si dovrebbe fare?

Ecco tre errori da evitare quando si investe in ETF/ETC :

  1. Non diversificare abbastanza: è importante non limitarsi a un solo fondo, ma diversificare il proprio portafoglio in modo adeguato, scegliendo fondi che coprono diverse aree geografiche, settori e asset class.

    Applicando il metodo del turnover, ovverola rotazione degli asset presenti nel vostro portafoglio finanziario, avrete anche l’opportunità di sfruttare al meglio i cicli economici che periodicamente si susseguono aumentando l’efficienza del vostro portafoglio

  2. Dimenticarsi dei costi: gli ETF/ETC sono spesso considerati strumenti a basso costo, ma ci sono comunque commissioni e spese che devono essere prese in considerazione.
    È importante leggere attentamente la scheda informativa e il KID (Key Information Document) che è un documento standardizzato disponibile su tutti gli strumenti finanziari .

Questo documento vi aiuterà  ad avere maggiori informazioni chiave per la valutazione, inclusi i rischi, i costi e i rendimenti attesi.

  • Non avere una strategia definita: gli ETF/ETC sono ideali per chi cerca una strategia di investimento a lungo termine, ma è importante mantenere un approccio disciplinato e non farsi influenzare dalle fluttuazioni del mercato a breve termine.

Ci sono altri consigli per il lettore?

Ti elenco tre ulteriori consigli per utilizzare al meglio questi strumenti:

  1. Mantenere una prospettiva a lungo termine: investire in ETF/ETC richiede pazienza e una visione a lungo termine. Evitate di reagire alle fluttuazioni di breve termine del mercato e resistete alla tentazione di vendere subito in caso di perdite. D’altra parte, non lasciatevi trascinare dall’euforia quando le performance sono positive, tenete sempre a mente l’obiettivo di medio/lungo termine. Fondamentale è gestire in maniera razionale il proprio portafoglio e non farsi travolgere dalle proprie emozioni.

  2. Diversificate il vostro portafoglio (come per ogni tipo di investimento): non limitatevi ad investire in un solo ETF/ETC, ma scegliete diverse categorie di asset.
    Per questo potete anche valutare l’affiancamento di un consulente finanziario indipendente, il quale vi indicherà in base a una serie di parametri la soluzione migliore adatta a voi.

  3. Mantenete un controllo regolare sul vostro portafoglio: anche se gli ETF/ETC sono strumenti passivi che seguono un indice di riferimento (benchmark), è importante tenere sempre sotto controllo il proprio portafoglio. Monitorate le performance dei singoli ETF/ETC, verificate che siano ancora in linea con la vostra strategia di investimento e, se necessario, apportate alcune modifiche per adattarvi ai cambiamenti del mercato.

Per ulteriori suggerimenti scrivetemi nei commenti

Cristian Reho

Pagina Facebook
Pagina Instagram
Sito web

a cura di Aline Improta

Segui Cristian Reho
( 1 Followers )
X

Segui Cristian Reho

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • polidori
  • barbagallo mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • Valentini mobile
  • sogi
  • osmcoin promo mobile
  • banner medical mobile
  • guru mobile
  • sogi
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • carlo partipilo
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • giro in mong mobile
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ETF
Investimenti

Come valutare un ETF – Con Felipe Orrego

Gli Exchange-Traded Fund (ETF) offrono agli imprenditori un’opportunità unica per diversificare il loro portafoglio in modo interessante. Ne parlo con Felipe Orrego.

Continua a leggere
Investimenti

GLI ERRORI PIU’ COMUNI DEGLI INVESTITORI ALL’INIZIO

Segui Alberto Lazzaro ( 1 Followers ) X Segui Alberto Lazzaro E-mail :* Segui Alberto Lazzaro Smetti di seguire Alberto Lazzaro Entrare nel mondo degli investimenti può sembrare come avventurarsi in una foresta inesplorata. Si cammina su un sentiero sconosciuto, dove ogni passo può creare dubbi e incertezze. E non importa se stai mettendo piede […]

Continua a leggere
Barbagallo TFR
Investimenti

Cosa fare con il TFR dei propri collaboratori

Scopri come fare del TFR un’opportunità di crescita sia per la tua azienda che per i tuoi collaboratori. Ne parlo con Gianluca Barbagallo.

Continua a leggere