• polidori
  • augurale desktop
  • BANNER-osmcoin.png
  • osmcoin promo
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • medical
  • guru jobs
  • valentini desktop
  • carlo partipilo
  • giro in mongolfiera desktop
  • BANNER-virtual-coac.png
  • gh garda dektop
  • desktop barbagallo
  • gh dubai desk
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • BANNER-mastermind.png
  • bella vita cinzia
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • augurale mobile
  • gh Garda
  • guru mobile
  • sogi
  • polidori
  • sogi
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • giro in mong mobile
  • carlo partipilo
  • banner medical mobile
  • gh dubai mob
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • barbagallo mobile
  • Valentini mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco

Come diventare irresistibile per le aziende se sei giovane

aziende
Segui Francesca Capuzzo
( 6 Followers )
X

Segui Francesca Capuzzo

E-mail :*

Abbiamo visto più volte in questa rubrica come le aziende possono attrarre i giovani talenti. Oggi, però, voglio esplorare con te l’altro lato della medaglia. Parlerò infatti di cosa cercano le aziende nei ragazzi e di come possono i giovani rendersi attrattivi per le aziende.

L’obiettivo di questo articolo non è solo aiutare i giovani a farsi notare dalle aziende, ma a sviluppare una personalità autentica e attraente che non solo li faccia assumere, ma anche trattenere nel lungo periodo. Per avere una personalità attraente, infatti, non basta fare una buona prima impressione, ma è fondamentale essere sinceri, comunicare in modo autentico e non dire ciò che pensi gli altri vogliano sentire solo per attirare l’attenzione. La chiave è essere veri fin dal principio, a partire dal curriculum!

Il curriculum perfetto

Confrontandomi con altri imprenditori, è emerso che ciò che conta davvero per loro non è tanto ciò che noi giovani sappiamo fare o le nostre esperienze lavorative passate. Chiaramente, in ruoli che richiedono specifici titoli di studio, è essenziale avere le qualifiche necessarie per essere considerati. Tuttavia, al di là di questi casi, gli imprenditori preferiscono leggere curriculum che mettano in risalto chi siamo come persone, piuttosto che una lista di competenze.

Quindi, non avere paura di raccontarti nel curriculum: spiega che tipo di persona sei, descrivi te stesso e i tuoi hobby. Non tenerlo segreto, sii sincero al 100%. Ricordi? La chiave è essere autentici e trasparenti fin dal principio. Se hai poca esperienza lavorativa, dillo apertamente senza vergogna, ma aggiungi che sei motivato e disposto a fare tutto il possibile per migliorare. Mostra genuinità e disponibilità ad assumerti responsabilità.

So che a scuola spesso ci insegnano che l’importante è avere un titolo e che, una volta ottenuto questo, tutto sarà più facile, ma non è così. Oggi le aziende sono più interessate a chi sei e a cosa ti piace fare piuttosto che al tuo titolo di studio.

Il viaggio continua: come affrontare un colloquio in modo vincente

Consiglio: prima del colloquio, informati sull’azienda tramite il loro sito web, i social media dell’imprenditore o qualsiasi altra fonte. Se qualcosa ti colpisce particolarmente, menzionalo durante il colloquio. Ad esempio, puoi dire che sei rimasto molto impressionato da un certo  video realizzato dall’azienda. Questo dimostrerà il tuo interesse e ti farà apparire più coinvolto.

Durante il colloquio, racconta di te stesso e apriti all’imprenditore senza paura. È importante che un giovane capisca che chi assume vuole sapere chi sta per entrare nella propria azienda. È un po’ come iniziare una relazione: non ci si fidanza immediatamente, prima si cerca di conoscere meglio l’altra persona, si scoprono i suoi interessi e cosa fa nel tempo libero. Solo col tempo la relazione si rafforza e ci si conosce più a fondo, ma all’inizio è fondamentale raccogliere qualche informazione per capire se c’è sintonia.

La stessa cosa accade in azienda, che per l’imprenditore è un po’ come una casa: tu non fai entrare degli sconosciuti in casa tua, giusto? Ecco, nemmeno l’imprenditore, quindi, durante il colloquio, apriti e sii trasparente.

Essere trasparenti significa anche parlare delle proprie situazioni “scomode”, delle proprie difficoltà. Ad esempio, una ragazza potrebbe avere un figlio appena nato di cui prendersi cura. Situazioni come questa sono importanti e richiedono impegno e attenzione, sottraendo inevitabilmente tempo al lavoro. 

Se ti trovi in una situazione del genere, ti consiglio di parlarne apertamente durante il colloquio. Gli imprenditori non sono insensibili, anzi, spesso sono molto disposti a venire incontro alle esigenze dei collaboratori, magari offrendo orari flessibili o incarichi diversi. Racconta le tue difficoltà (qualsiasi esse siano) in modo che l’imprenditore possa trovare soluzioni che funzionino per entrambi.

In più, se ti candidi per una posizione per la quale non possiedi tutti i requisiti, provaci comunque (a meno che non sia un ruolo che richiede obbligatoriamente un titolo di studio specifico, in questo caso è diverso). Mostrati intraprendente e interessato ad imparare le competenze che ancora non possiedi. Gli imprenditori preferiscono decisamente l’intraprendenza alla conoscenza.

Inoltre, durante il colloquio, evita di parlare male del tuo precedente impiego; è davvero una pessima presentazione! L’imprenditore potrebbe anche arrivare a pensare che farai lo stesso con lui in futuro.

Una volta, un’imprenditrice mi ha raccontato di essere stata colpita da una ragazza che, durante il colloquio, oltre a prendere appunti mentre stavano parlando, ha chiesto: “Quali sono i valori di questa azienda?” 

Questo è un piccolo gesto che però dimostra un sincero coinvolgimento e un grande interesse. In più, una domanda del genere è vantaggiosa per entrambe le parti. Da un lato, il candidato capisce meglio i valori dell’azienda e osserva la reazione dell’imprenditore alla domanda. Se l’imprenditore reagisce negativamente o evita l’argomento, potrebbe indicare che ha qualcosa da nascondere, un cattivo segno per il candidato. Dall’altro lato, l’imprenditore ha l’opportunità di parlare apertamente dei valori della sua azienda, dimostrando trasparenza e costruendo una base di fiducia fin dal principio.

Sei disposto ad imparare?

Un altro aspetto che molte aziende ricercano nei giovani è la loro disposizione ad imparare. Tu sei disposto ad apprendere anche se hai già esperienza? Sei aperto a imparare cose nuove nonostante la tua conoscenza approfondita su un cero argomento? O, al contrario, sei pronto a imparare un lavoro da zero anche se non lo conosci affatto?

Quando ti proponi a un’azienda, dovresti mostrare interesse a conoscerla a fondo e a imparare il più possibile sul settore in cui opera e sulle sue attività. Dimostrare questa volontà di imparare e di crescere è fondamentale per attirare l’attenzione dei migliori imprenditori.

Sorridi e sii allegro

Affronta la vita con felicità e allegria. Sforzati di sorridere più spesso e vedrai che, nel giusto ambiente di lavoro, questa diventerà una vera e propria abitudine. Sorridi sinceramente e permettiti di divertirti anche al lavoro! In questo modo attirerai imprenditori allegri come te!

Mettiti nei panni di chi ti assume

Mettersi nei panni di chi ti assume è importante. Questo non significa che devi comportarti come uno schiavo e giustificare ogni singola scelta dei tuoi responsabili, ma evita, al contrario, di pensare che tutto ti sia dovuto. Cerca di comprendere anche le decisioni più strane di chi sta sopra di te, perché spesso, anche se non riesci a comprenderle al 100%, hanno un motivo ben preciso. 

Adotta una visione a lungo termine

L’imprenditore apprezza molto la visione a lungo termine e valuta positivamente chi è disposto a rinunciare a un piccolo guadagno oggi per un beneficio maggiore domani

È importante essere pronti a imparare e migliorare per ottenere risultati concreti in futuro; non puoi pretendere di ottenere senza prima avere l’esperienza necessaria.

Molte volte è più vantaggioso concentrarsi meno sul denaro immediato e considerare invece l’opportunità di rinunciare ad essere pagati per ricevere una formazione di alta qualità in cambio. Investire tempo ed energie nell’apprendimento e nello sviluppo delle proprie competenze può portare a guadagni e opportunità maggiori in futuro. La formazione e l’esperienza sono un investimento prezioso per la tua carriera a lungo termine, spesso molto più importante di un salario iniziale. 

Se sei all’inizio della tua carriera, quindi, non focalizzarti troppo sull’ottenere quei 100€ in più o in meno. Se hai l’opportunità di imparare nuove competenze che ancora non maneggi, dai sempre la priorità alla formazione.

La prossima mossa è la tua!

Tu puoi fare la differenza nel mondo del lavoro. 

Sii autentico, intraprendente e disposto ad imparare in ogni momento. 

Non aver paura di mostrare chi sei realmente, di raccontare le tue difficoltà e di essere trasparente.

Ricorda sempre che un atteggiamento positivo e una visione a lungo termine sono i tuoi migliori alleati nella crescita. 

Preparati, informati e affronta ogni opportunità con entusiasmo e sincerità, vedrai che tutte le aziende del mondo ti vorranno a lavorare con loro!

Segui Francesca Capuzzo
( 6 Followers )
X

Segui Francesca Capuzzo

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • banner medical mobile
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • barbagallo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • carlo partipilo
  • polidori
  • augurale mobile
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • sogi
  • osmcoin promo mobile
  • gh dubai mob
  • guru mobile
  • sogi
  • gh Garda
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • Valentini mobile
  • banner-mobile-mastermind.png
  • giro in mong mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
Avatar photo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

funnel
Gen Z

La Generazione Z sta trasformando il funnel di vendita

La Generazione Z ha creato un nuovo modello di funnel di vendita, trasformandolo in un ciclo continuo che mette le persone e la community al centro.

Questo è un dato fondamentale che ogni brand dovrebbe conoscere!

Continua a leggere
ristorazione
Gen Z

Come farsi strada nel mondo della ristorazione se sei giovane: i consigli di Roberta Quinz

Sei un ragazzo e hai appena iniziato a lavorare in un ristorante?

Sei giovane e sei interessato al mondo della ristorazione?

Hai il sogno di aprire il tuo ristorante?

Allora devi proprio leggere l’intervista di Roberta Quinz, imprenditrice nel settore della ristorazione.
Oggi Roberta, che ha iniziato la sua carriera nella ristorazione a soli 12 anni, ci parlerà di come un giovane dovrebbe comportarsi quando si affaccia al mondo della ristorazione.

Continua a leggere
brand
Gen Z

Un Brand Milionario a soli 28 anni: la storia di Giorgia Accolla

“Quando abbiamo deciso di creare questo brand, molte persone ci hanno detto che sarebbe stato impossibile e che non ce l’avremmo mai fatta, ma noi non ci siamo arresi. 

È stato molto difficile, soprattutto perché era la nostra prima azienda e dovevamo affrontare situazioni nuove e sconosciute. Non avevamo una strada spianata e ogni problema dovevamo risolverlo con determinazione e perseveranza. 

Nonostante tutte le difficoltà, però, il nostro brand ha avuto grande successo.”

Questa è la storia di Giorgia Accolla, una giovane imprenditrice che ha trasformato l’incertezza in un brand di successo.

Continua a leggere