• osmcoin promo
  • medical
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • BANNER-mastermind.png
  • BANNER-virtual-coac.png
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • guru jobs
  • carlo partipilo
  • polidori
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • bella vita cinzia
  • polidori
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • sogi
  • banner medical mobile
  • osmcoin promo mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • carlo partipilo
  • sogi
  • guru mobile

Come deve essere lo statuto della società

statuto
Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Nel panorama del diritto aziendale, uno degli aspetti chiave per garantire la stabilità e la prosperità di un’impresa è la redazione accurata dello statuto della società. Questo documento, spesso trascurato ma molto importante, costituisce il fondamento su cui si basano le regole interne di un’organizzazione, influenzando direttamente il suo funzionamento e la sua crescita. 

Cosa rende davvero efficace uno statuto societario e quali sono gli elementi che gli imprenditori dovrebbero prioritariamente considerare nella sua elaborazione?

Per esplorare in profondità questo tema cruciale, abbiamo il piacere di presentarvi l’intervista con Fabio Speranza, Avvocato Civilista specializzato nel diritto Commerciale, Societario e Fallimentare. Fondatore, socio ed amministratore unico della Fasper Legal Consulting STA S.r.l. nonché Partner d’Impresa Legal in Puglia, che offre la sua esperienza per guidare gli imprenditori attraverso il labirinto normativo, con chiarezza e consigli pratici.

Se sei un imprenditore desideroso di assicurare una base solida per la tua azienda, l’intervista con Fabio Speranza è un’opportunità unica per acquisire una comprensione approfondita sulle best practices nella creazione dello statuto societario. Scoprirai consigli chiave e insights fondamentali che possono fare la differenza nella definizione delle regole interne della tua impresa, contribuendo a garantirne la crescita e la sostenibilità nel lungo termine. Non perdere l’occasione di accedere a preziose informazioni legali per il successo della tua attività!

Iniziamo con le basi: cos’è uno statuto di società e qual è il suo ruolo cruciale nel contesto aziendale?

Innanzitutto va precisato che lo statuto sociale è documento che costituisce parte integrante dell’atto costitutivo della società.

Mentre l’atto costitutivo rappresenta una sorta di “carta d’identità” della società, nel quale sono inseriti i dati identificativi delle società, denominazione, oggetto, composizione delle partecipazioni ecc., lo statuto sociale dettaglia l’organizzazione e il funzionamento della società. 

Quando si parla di statuto sociale, generalmente, ci si riferisce alle società di capitali S.p.a., S.a.p.a., S.r.l., S.r.l.s.) perchè le società di persone che nascono con un contratto stipulato dai soci fondatori (“atto costitutivo”) e sono disciplinate dai “Patti sociali” che ne stabiliscono le regole fondamentali di funzionamento e che sono inseriti nello stesso atto costituivo.

In genere, lo statuto di una società di capitali è l’atto che regolamenta il concreto funzionamento della società e il modo in cui la società ha strutturato la sua organizzazione interna. 

Lo statuto, quindi, assume particolare rilevanza anche perché regolamenta tutti i rapporti interni della società a partire dai rapporti tra i soci, alle regole di rappresentanza della società ed ogni altra regola che è alla base della sua governance, inclusa la disciplina dei controlli interni. 

Quindi, questo atto rappresenta l’immagine dell’azienda anche nei confronti di terzi e impegna i soci al rispetto delle norme in esso contenute, pena sanzioni e persino espulsione dalla società. 

Con la riforma del diritto societario attuata dal Decreto Legislativo 6/2023 questo atto svolge un ruolo preminente, soprattutto, nella Società e Responsabilità Limitata S.R.L., che è la forma societaria più rinnovata rispetto alle regole previgenti alla riforma. 

La caratteristica principale della Srl dopo la riforma è costituita dall’elasticità realizzata attraverso il riconoscimento di ampi spazi all’autonomia privata dei soci che è basata su tre principi generali: a. la rilevanza centrale del socio e dei rapporti contrattuali tra i soci, su cui modellare la disciplina legale, anche suppletiva rispetto alle norme del codice civile, b. l’ampia autonomia statutaria e c. la libertà di forme organizzative.

Quali sono gli elementi fondamentali che un imprenditore dovrebbe considerare nella redazione dello statuto della propria società?

Ogni forma di società richiede la presenza di diversi elementi all’interno dell’atto costitutivo e dello statuto sociale.

Nell’atto costitutivo non possono mancare i seguenti dati:

  • La denominazione della società: per le società di capitali, nelle società di persone, anziché di “denominazione sociale” si parla più propriamente di “ragione sociale” e questa deve necessariamente contenere il nome di uno dei soci, come anche nella ragione sociale di una S.a.s. (Società in accomandita semplice) dovrà essere inserito il nome di almeno un socio accomandatario.
  • L’oggetto sociale: che consiste nella definizione del tipo di attività economica che i soci intendono svolgere in via esclusiva e continuativa con l’esercizio d’impresa.
  • Le generalità dei soci: l’atto costitutivo deve contenere nome e cognome di tutti i soci, nonché la loro data e luogo di nascita, il loro domicilio, il codice fiscale, la loro cittadinanza e lo stato civile; La sede della società: si tratta della sede legale, che costituisce il centro dell’amministrazione dell’azienda. Indicazione del capitale sociale: sia quello sottoscritto che quello versato dai soci; 
  • Conferimenti dei soci e la loro valutazione: se l’S.r.l. ha un capitale sociale inferiore ai 10.000 euro, questo deve essere versato integralmente all’atto della costituzione della società. Qualora il capitale sociale superi i 10.000 euro, i soci devono versare in denaro solo il 25%, potendo versare il rimanente 75% in un momento successivo (anche come crediti, servizi o beni; è possibile anche registrare un marchio e conferirlo). Ciò che viene conferito sotto forma di crediti o beni deve essere sottoposto a perizia per stimarne il valore effettivo. La quota di partecipazione dei singoli soci.
  • La durata della società: può essere determinata o indeterminata, e, in quest’ultimo caso, deve essere prevista la possibilità di recesso del socio.

Come detto, invece, nello statuto societario, troviamo anche le informazioni che ineriscono all’operatività dell’azienda:

  • Decisioni dei soci: ovvero, la descrizione delle tematiche sulle quale i soci sono chiamati a deliberare e le relative modalità decisionali; 
  • Norme sull’amministrazione e la rappresentanza: ovvero, l’indicazione degli amministratori, il loro numero, il tipo di amministrazione adottata e la retribuzione prevista per l’attività di amministrazione; 
  • Modalità di gestione dei contenziosi;
  • Nomina del revisore dei conti;
  • Modalità di approvazione del bilancio;
  • Definizione delle spese di costituzione della società; Previsioni relative al recesso o all’espulsione del socio. 

Tutto ciò rende lo statuto un atto importantissimo perché attraverso di esso i soci oltre a poter regolare la gestione interna delle società secondo le regole fondamentali stabilite dal codice civile, possono regolamentare le modalità di funzionamento degli organi sociali e di assunzione delle loro decisioni in merito al contratto ed alla gestione sociale. 

Pertanto, l’imprenditore che decida di costituire una società, una S.r.l. in particolare, non può trascurare di definire, attraverso lo statuto, i diritti dei soci riguardanti l’amministrazione della società o la distribuzione degli utili in misura anche non proporzionale alla quota e/o ai conferimenti.

Stabilire regole per le revocabilità degli amministratori in caso di gravi irregolarità e l’accertamento della responsabilità verso la società, come anche prevedere l’esclusione dei soci nei casi di inadempimento ai doveri sociali o per altre giuste cause che possono aggiungersi a quelle previste dal codice. 

L’imprenditore, inoltre, deve prestare la massima attenzione ad inserire regole che disciplinino la risoluzione di conflitti tra i soci nell’ipotesi di disaccordo su decisioni che incidano in particolare su aspetti importanti del funzionamento e dello sviluppo della società quali il cambiamento dell’oggetto sociale, operazioni di fusione o scissione, revoca dello stato di liquidazione, trasferimento della sede sociale all’estero, compimento di operazioni che comportino una sostanziale modificazione dell’oggetto; compimento di operazioni che comportino una rilevante modificazione dei diritti attribuiti ai soci riguardanti l’amministrazione della società e la distribuzione degli utili.

In caso di disaccordo irrimediabile disciplinare, in tutte le ipotesi appena dette, il libero recesso dei soci e stabilire le modalità di rimborso della partecipazione al valore di mercato.

Stabilire la responsabilità risarcitoria del socio, solidale con quella degli amministratori per avere intenzionalmente deciso o autorizzato atti dannosi per la società e per i terzi. Nella previsione della responsabilità risarcitoria del socio solidale con quella degli amministratori per avere intenzionalmente deciso o autorizzato atti dannosi per la società.

Con la riforma delle società è possibile ora anche nelle Società a Responsabilità Limitata prevedere una apposita clausola che contempli specifiche cause di esclusione del socio per giusta causa.

Pertanto, queste previsioni statutarie impongono all’imprenditore di prevedere una puntuale elencazione delle cause di esclusione così come previsto dall’art 2473 bis c.c… I soci quindi possono, sicuramente, prevedere cause specifiche di esclusione, purché queste non tracimino in ipotesi del tutto arbitrarie e ingiustificate.

Inoltre l’imprenditore deve prevedere la regolamentazione del procedimento di esclusione del socio, specie nelle srl formate da soli due soci, ovvero prevedere la devoluzione dei contrasti sul punto ad un collegio arbitrale designato per la necessità.

Infine altra importante regola è quella di disciplinare il trasferimento delle quote sia per atto tra vivi che per causa di morte ed, in quest’ultimo caso, in funzione delle esigenze dei partecipanti alla società, prevedere regole e limiti dei subentranti nelle funzioni di gestione dell’azienda, come anche se ricorrano alcune condizioni di tutela della compagine sociale e degli equilibri aziendali prevedere una eventuale intrasmissibilità delle quote. 

Quali sono gli errori più frequenti che gli imprenditori commettono nella stesura dello statuto e come possono evitarli?

Come già detto, la notevole elasticità statutaria prevista dalla nuova disciplina delle società ed in particolare delle S.r.l., consente di regolare nello statuto una amplissima serie di rapporti tra i soci e, quindi, di prevedere regole contrattuali specifiche in funzione di ogni rapporto societario, delle previsioni di sviluppo ed espansione del business e della organizzazione aziendale.

Purtroppo per una consuetudine diffusa la maggior parte degli imprenditori, non sa che le regole inserite in questo atto possono essere concordato nel suo contenuto, nel rispetto delle vigenti normative sia in fase precedente alla costituzione della società sia in fase di costituzione nelle sedi notarili.

Questo accade perchè la stragrande maggioranza di essi ritiene che il contenuto degli statuti sia standard e redatto in funzione delle norme previste dal codice civile ed, inoltre che lo stesso debba essere redatto dal notaio in via autonoma ed in esecuzione del ruolo pubblico che egli svolge.

Quindi, l’errore più frequente, in sede di costituzione della società, è quello di delegare, al notaio la redazione dell’atto costitutivo dello statuto, omettendo di avere un chiara idea in merito alla disciplina dei rapporti tra soci o non comprendendo che il rinvio e la trasposizione negli statuti delle sole norme del codice civile non esaurisce la più complessa disciplina e regolamentazione dei rapporti tra i soci che deve riportarsi a regole organizzative cucite sulla specificità dei singoli casi.

Infine, quali consigli chiave offriresti agli imprenditori riguardo alla creazione e alla revisione periodica dello statuto della loro società?

Direi che ogni imprenditore deve assumere la consapevolezza che la corretta disciplina delle norme organizzative della sua azienda è la chiave per garantire la continuità aziendale e lo sviluppo sereno del progetto imprenditoriale.

La corretta previsione di regole chiare, convenzionalmente, concordate che disciplinino ogni aspetto dell’attività societaria costituisce per l’imprenditore l’unica garanzia di tutela della sua azienda consentendogli di prevenire contenziosi, garantire trasparenza di rapporti e, quindi, di avere chiare regole di legalità aziendale.

Questo ci mette nella condizione di prevenire momenti di stallo deleteri per lo sviluppo aziendale. E’ ovvio che lo statuto va adeguato e revisionato anche in funzione del mutare delle dinamiche societarie e delle trasformazioni che sia l’attività della stessa che la compagine dei soci subisce nel corso della sua vita. 
Le decisioni prese in questa sede vincoleranno l’attività economica della società, i rapporti tra i soci, la governance dell’azienda, la sua organizzazione e il suo sviluppo, interno ed esterno. Per questa ragione è opportuno farsi assistere preventivamente da un professionista come i Partner d’Impresa, che sia un commercialista o, meglio ancora da un avvocato specializzato in diritto societario ovvero dal notaio stesso prima della stipula. 

Segui Francesca Turriciano
( 12 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • polidori
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • osmcoin promo mobile
  • banner medical mobile
  • carlo partipilo
  • sogi
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • guru mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • sogi
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-virtual-coach.png

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

contribuzione
Risparmio Fiscale

Differenza tra tassazione e contribuzione

Oggi esploreremo un argomento di fondamentale importanza per imprenditori, professionisti e lavoratori autonomi: la differenza tra tassazione e contribuzione.

Continua a leggere
sicurezza sul lavoro
Risparmio Fiscale

Sicurezza sul lavoro: la Patente a Punti nei cantieri

La patente a punti per i cantieri: scopri tutte le novità in termini di sicurezza sul lavoro utili per la tua azienda.

Continua a leggere
detrazione
Risparmio Fiscale

Quali sono i documenti da avere e come devono essere portati in detrazione per le spese personali nel 2025

Oggi scopriamo quali sono i documenti da avere e come devono essere portati in detrazione per le spese personali nel 2025

Continua a leggere