• medical
  • BANNER-osmcoin.png
  • BANNER-virtual-coac.png
  • gh garda dektop
  • BANNER-utili-patrimonio.png
  • osmcoin promo
  • guru jobs
  • carlo partipilo
  • polidori
  • gh dubai desk
  • BANNER-mastermind.png
  • augurale desktop
  • valentini desktop
  • giro in mongolfiera desktop
  • bella vita cinzia
  • BANNER-imp.info-nuovo.png
  • desktop barbagallo
  • BANNER-time-management-nuovo.png
  • carlo partipilo
  • augurale mobile
  • guru mobile
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • banner medical mobile
  • barbagallo mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • osmcoin promo mobile
  • giro in mong mobile
  • gh Garda
  • polidori
  • sogi
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • sogi
  • Valentini mobile
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • gh dubai mob
  • banner-mobile-mastermind.png

Clienti per i miei clienti: la storia nel marketing per aziende di Federico Casadei

marketing per aziende
Segui Francesca Turriciano
( 15 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*

Come si fa a trasformare una passione in un’impresa di marketing per aziende che ispira e supporta altri imprenditori? 

Per rispondere a questa domanda, ho intervistato Federico Casadei, che ci racconta la sua storia e la nascita di Wit.

Federico Casadei ha iniziato la sua carriera come freelance e collaboratore di importanti brand, specializzandosi come Facebook Ads Strategist. Non soddisfatto del solo lavoro individuale, ha sentito il bisogno di avere un impatto ancora più significativo sul tessuto imprenditoriale italiano. Questa ambizione lo ha portato a fondare Wit, un’azienda il cui nome stesso incarna la filosofia del “whatever it takes” – fare qualsiasi cosa sia necessaria per raggiungere il successo.

Wit è nata dall’unione di un gruppo di collaboratori che condividono con Federico gli stessi valori e la stessa visione. Oggi sono in 24 e si concentrano sulla customer generation, aiutando le aziende a trasformare i potenziali contatti in clienti fedeli. La missione di Wit è quella di “Prendere per mano un piccolo gruppo di imprenditori lungimiranti e portarli al successo utilizzando strumenti digitali avanzati.”

Federico condivide non solo la sua storia di crescita imprenditoriale, ma anche preziosi consigli e strategie che ha imparato lungo il cammino. Scoprirai come ha costruito un team coeso, affrontato le sfide con determinazione e sviluppato un modello di leadership basato sull’empatia e il pragmatismo.

Se sei un imprenditore o un libero professionista in cerca di ispirazione e consigli pratici per far crescere il tuo business, la storia di Federico Casadei e Wit è ciò che fa per te.

La storia

Se partiamo dall’inizio, la mia prima esperienza nel mondo del digital è stata con un ecommerce, perché mio papà vende prodotti per parrucchieri e quindi abbiamo provato a fare questo test con un ecommerce online. È andato anche abbastanza bene, e da lì ho iniziato a capire che era un mondo che mi piaceva particolarmente. Allora ho deciso di aprire altri due ecommerce, che però sono andati male. Quindi ero forte della prima esperienza, ma scarso a livello di competenze di studio. Avevo capito due cose fondamentali: la prima è che era un mondo che mi piaceva molto; la seconda è che dovevo studiare molto di più se volevo ottenere risultati.

Bene, da lì ho iniziato ad appassionarmi, a studiare tutto quello che trovavo e ho iniziato a prendere i primi clienti locali, quindi business locali tipo centri sportivi, ristoranti, estetiste, per fare un po’ di esperienza e portare i primi risultati a questi clienti. Ho collaborato anche con un’azienda di Savona che mi ha aiutato molto a crescere. I clienti diventavano sempre di più e quindi ho deciso di prendere i miei primi due collaboratori e di iniziare a strutturare un piccolo team. Due collaboratori sono diventati tre, poi quattro, poi cinque. 

Parallelamente ho lanciato un’altra azienda di formazione per imprenditori locali, che si chiamava Marketing Marines, nata un po’ come un hobby e poi esplosa bene. Nel tempo abbiamo dovuto fare una scelta se proseguire con quell’attività oppure no. Alla fine abbiamo deciso di fermarla, però è stata una bella esperienza di formazione, dove facevo formazione tutti i lunedì dal vivo a una classe di imprenditori locali.

Ho capito che mi piaceva anche fare formazione, era abbastanza naturale per me. Abbiamo fatto un po’ di eventi e ho iniziato a fare anche contenuti online, lavorando piano piano sul mio personal brand. Questo ha portato a far sì che chiaramente i clienti aumentassero e il team di conseguenza. È stata una crescita graduale e in parte naturale. Oggi siamo 24 persone e abbiamo avuto una crescita molto rapida negli ultimi due anni. Eravamo fino a poco tempo fa 10, 12 persone, quindi abbiamo raddoppiato l’organico e anche il fatturato, mantenendo una struttura snella con liberi professionisti.

Tutte queste esperienze mi hanno portato a costruire un’azienda che potesse aiutare gli imprenditori e le imprese in Italia, ma anche all’estero, a ottenere risultati. Agiamo sul tessuto imprenditoriale italiano e questo si riflette anche sui dipendenti e sulle loro famiglie. Fare un buon lavoro porta risultati e benefici a cascata per tutti, perché penso che il tessuto imprenditoriale sia una delle casse di risonanza più potenti che abbiamo in Italia.

Negli ultimi due anni ci siamo focalizzati sulla lead generation, per portare clienti ai nostri clienti tramite campagne online su Facebook, Instagram, Google. Definiamo questa attività come customer generation, non solo lead generation, perché puntiamo a generare clienti attivi. Oggi siamo 24, sparsi per tutta Italia, gestiamo circa una trentina di clienti e abbiamo una ventina di clienti ai quali facciamo formazione. Questi sono liberi professionisti o aziende con team marketing interno. Adesso stiamo lanciando il nostro nuovo prodotto, la Wit Academy, dove formeremo in maniera ancora più intensa la nuova generazione di advertiser e media planner.

Azioni di successo 

marketing per aziende

Uno switch grande è stato nella selezione, perché ho capito che è fondamentale selezionare prima la persona e poi le competenze. Questo permette di costruire un team che abbia in primis i valori allineati e poi, ovviamente, renderli anche dei grandi professionisti. Nei momenti di difficoltà, questi valori tengono in piedi il team, aiutano a superare i problemi e permettono di crescere più velocemente e in maniera più sana. Quindi, la prima azione di successo è stata selezionare le persone giuste, quelle che lottano con te al tuo fianco verso gli obiettivi.

Un’altra cosa molto importante è comprendere che l’azienda è lo specchio dell’imprenditore. Vita incasinata uguale azienda incasinata. Questa è una lezione che ho imparato da poco, da un paio d’anni, quando ho iniziato a fare l’MBS – Mind Business School. Infatti, vediamo sempre con il mio consulente che, anche se parliamo di business, discutiamo spesso di come affrontare situazioni nella vita che poi si riflettono nell’azienda. Di conseguenza, i risultati positivi seguono.

È ovvio che, però, per avere successo bisogna avere obiettivi chiari, misurarli costantemente e condividerli con il proprio team. Senza questi elementi, difficilmente si raggiungeranno i risultati desiderati.

Quali sono le tre caratteristiche principali che ti contraddistinguono come uomo e imprenditore e che oggi credi ti abbiano aiutato a raggiungere le tue mete? 

  • Empatico: L’empatia è una caratteristica fondamentale per me, anche se è un’arma a doppio taglio. Come imprenditore, essere troppo sensibile e troppo empatico può ritorcersi contro, perché rischi di sembrare o essere troppo morbido nei confronti del mondo esterno, che è un mondo tosto. Questo è particolarmente vero quando sei socio unico e non hai altre persone al tuo fianco. Ho dovuto indurire certi aspetti per bilanciare l’empatia, che però mi ha aiutato molto. Quando hai a che fare con tante persone, capire i loro bisogni, desideri e problemi quotidiani è cruciale. Mi piace ascoltare e interessarmi alle persone, e questo mi ha sempre aiutato nella gestione delle relazioni e nel creare un ambiente di lavoro positivo. Credo in un modello di leadership gentile, non autoritario, che può essere molto efficace se ben bilanciato. La linea sottile tra l’essere amici e il mantenere una posizione di leadership deve essere gestita con cura. Per me è naturale adottare questo stile di leadership e non saprei fare diversamente. 
  • Testardo: mi piace mettermi alla prova e sfidare me stesso a raggiungere gli obiettivi. Un esempio è stato il primo anno da libero professionista, quando ho detto alla mia commercialista che avrei fatturato 50.000 euro e lei si è messa a ridere. Questo mi ha stimolato a dimostrare che potevo farlo, e ci sono riuscito. Utilizzo l’orgoglio personale come leva per raggiungere gli obiettivi. 
  • Pragmatico e lucido: il che mi aiuta a non andare in ansia facilmente. Di fronte a situazioni di emergenza, riesco a mantenere la calma e la razionalità, qualità che sono fondamentali per un imprenditore. 

Consigli per gli Imprenditori

Sicuramente, un consiglio fondamentale è circondarsi delle persone giuste senza fare compromessi. Non tenere una persona solo per evitare problemi se dovesse andarsene, e non assumere qualcuno solo perché è difficile dire di no. Alla base di tutto c’è sempre la squadra, il team.

Partire dagli obiettivi e costruire qualcosa insieme al team, non da soli. È importante capire cosa vogliono anche loro, dove vogliono arrivare e vedere se si accendono quando condividete la vostra idea o quando costruite insieme la meta. Senza il team non si va da nessuna parte e per me personalmente, la cosa più bella è avere una squadra affiatata, aiutarsi a crescere reciprocamente e di conseguenza aiutare meglio i nostri clienti.

Avere chiari gli obiettivi in maniera specifica e misurare i risultati, anche quando le cose vanno meno bene. Ricordo un intervento di un imprenditore molto in gamba che diceva che quando sapeva dentro di sé che i conti in quei mesi non erano il massimo, faceva finta di non vederli. Saltava le riunioni, nascondeva i problemi sotto al tappeto. Questo era l’errore più grande che potesse fare. Quindi, soprattutto quando i numeri sono un po’ così così, devi affrontarli, valutarli, capire come migliorarli e agire. 

Segui Francesca Turriciano
( 15 Followers )
X

Segui Francesca Turriciano

E-mail :*
Follow
( 0 Followers )
X

Follow

E-mail : *
  • sogi
  • banner mobile cinzia bonfrisco
  • TIME-MANAGEMENT-mobile-nuovo.png
  • banner-mobile-OSMCOIN.png
  • banner-mobile-imp.info-nuovo.png
  • augurale mobile
  • polidori
  • gh Garda
  • guru mobile
  • banner medical mobile
  • banner-mobileutili-patrimonio-e-rendite.png
  • banner-mobile-mastermind.png
  • banner-mobile-virtual-coach.png
  • barbagallo mobile
  • giro in mong mobile
  • carlo partipilo
  • osmcoin promo mobile
  • gh dubai mob
  • sogi
  • Valentini mobile

Francesca Turriciano

Sono una copywriter. E mi ritengo veramente “fortunata” perché per lavoro posso “giocare” con le parole ogni giorno. Ma non solo. Posso dare sfogo a tutto ciò che amo: leggere, soddisfare la mia curiosità infinita e vivere una vita “piena”. Sì, perché il lavoro del copywriter non si ferma alla scrittura. Ogni parola che scrivo è solo la punta dell'iceberg di un mondo ricco di idee, emozioni e visioni. In effetti la scrittura ha creato “un prima e un dopo” nella mia vita ed è stata la chiave che ha aperto la porta alla mia vera essenza. Quando ho lasciato entrare la creatività, ho dato il via a un circolo virtuoso che ha portato nuova energia e tanti stimoli interessanti. È stato come un risveglio che mi ha catapultato in una nuova dimensione, fatta di scoperte sempre diverse, avventure straordinarie e storie da raccontare. Oggi sono qui per condividere questo pezzetto di viaggio insieme ad altri lettori che, come me, sono appassionati della vita e dei suoi infiniti racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

passaggio generazionale
Storie di Imprenditori

Passaggio generazionale: Trasformare gli errori in crescita – con Gianluigi Augurale

Il passaggio generazionale rappresenta una delle sfide decisive per la continuità e la crescita delle aziende. 

Ne parlo con Gianluigi Augurale.

Continua a leggere
estetica
Storie di Imprenditori

Marco Postiglione: 20 anni di successi nell’estetica

Oggi mi racconta la sua storia Marco Postiglione, una figura di riferimento per la formazione in ambito marketing per l’estetica.

Continua a leggere
panificio
Storie di Imprenditori

Credevo fosse un panificio, invece era una prigione – Con Marino Nardo

Come gestire al meglio il tuo panificio e far quadrare i conti senza dover passare tutto il tuo tempo in azienda.

Continua a leggere